Attualità

Festival delle Liberazioni: a Corato le gigantografie degli “eroi” e l’incontro con Campo 65

La Redazione
Iniziative il 6 e 7 giugno
scrivi un commento 667

Anche Corato celebrerà gli “eroi” del nostro tempo con delle gigantografie nel centro storico. L’iniziativa, che si svolgerà nell'ambito del Festival delle Liberazioni, riprende idealmente quella realizzato lo scorso anno dall'Anpi e intitolata “adotta un partigiano”. «Quest’anno – spiegano gli organizzatori – la scelta non poteva che ricadere sui due simboli che ci hanno lasciati di recente: Gino Strada, fondatore di Emergency, e David Sassoli, presidente del Parlamento Europeo».

All’inaugurazione, in programma il 6 giugno alle 19 su via Duomo, parteciperanno il sindaco Corrado De Bendittis, la senatrice Angela Bruna Piarulli, il presidente provinciale dell’ANPI Pasquale Martino e l’assessore alle Politiche Culturali Beniamino Marcone. Subito dopo ci sarà la tradizionale “bicchierata”, un brindisi in occasione della fondazione dell’ANPI. L’iniziativa è preceduta da quelle che si sono tenute a Bisceglie: la lectio magistralis di Lea Durante su Pasolini alle Vecchie Segherie, la rappresentazione teatrale di Salvatore Cosentino al Teatro don Sturzo e la riflessone di Pasqua Demetrio sui “Diritti inviolabili” a Palazzo Tupputi.

Il Festival delle Liberazioni si chiuderà il 7 giugno alle 19 al chiostro del Palazzo di Città di Corato con la presenza dell’associazione Campo 65, che ha come scopo il recupero e la valorizzazione di quello che è stato il più grande campo di prigionia d’Italia durante la seconda guerra Mondiale.

sabato 4 Giugno 2022

(modifica il 10 Giugno 2022, 17:41)

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti