Cultura

Un teatro in miniatura al centro del Chiostro Comunale

Giuseppe Di Bisceglie
Giuseppe Di Bisceglie
close
Il teatro per bambini fa tappa a Corato nel chiostro del Comune
È il teatro per bambini, veri protagonisti de "Il tempo dei Piccoli"
1 commento 1218

La struttura è quella di un vero e proprio teatro. Cambiano soltanto le dimensioni. Tutto in miniatura, tutto piccolo, a misura di bambino. Il teatro costruito nel giro di una giornata all'interno del chiostro di Palazzo di Città è pronto già da ieri per accogliere le iniziative de "Il tempo dei piccoli" che continueranno sino al 19 giugno nella Città di Corato. L'ottava edizione, che partirà proprio da Corato, è intitolata "tutti foresti", ispirato al libro di Franco Lorenzoni, che ricorda quanto ogni bambino sia ospite nel doppio senso del termine, ossia padrone di casa ma al contempo forestiero che merita una bella accoglienza. 

Da otto anni, Il Tempo dei Piccoli, ora adottato dal Comune di Corato, nata sotto le insegne del sistemaGaribaldi, sotto la direzione artistic di Bruno Soriato, di Kuziba Teatro, finanziato anche dai fondi dell’8×100, che la Chiesa Valdese gli ha destinato, sostenuto da alcune imprese, attraverso innumerevoli proposte, rilancia il ruolo centrale dell’infanzia nella Comunità e  lo fa proponendo teatro, musica, animazione, incontri ma anche sollecitando gli adulti a recuperare quella porzione d’infanzia che tengono chiusa in un cassetto.

Dopo il debutto di Totò degli alberi, sorprendente anteprima dedicata al Barone rampante di Calvino e l’enorme prologo in cui si espongono gli esiti dei laboratori guidati da Teatri Di.versi, il momento apicale si articola nelle tre giornate finali, dal 17 al 19 giugno. Si parte da piazza Marconi con la tradizionale parata. Una foresta che cammina accompagnata dai piccoli percussionisti ruvesi della Bembè, dall’orchestra della Scuola Tattoli-De Gasperi di Corato e accolta all’arrivo dall’enorme formazione della Media “Monterisi” di Bisceglie, con i suoi cento piccoli musicisti in trasferta. Ad animare la parata: BinarioZero, Cavalieri Erranti, EcoTeca Lab, Kuziba e Teatri Di.versi.

Prima giornata chiusa dai burattini di Valentina Vecchio (Fortuna dove sei?) e dall’emozionante racconto di Ilaria Carlucci, Corri, Dafne!, in cui il calore dell’amore scioglie i confini tra umano e vegetale. Il sabato mattina, con l’aiuto del Presidio del Libro, convoca “sotto” L’albero delle domande genitori ed educatori. Ospite Gabriella Falcicchio e la non violenza di Aldo Capitini, come condizione, pratica, ambizione da coltivare per tenere vivi l’infanzia e il senso della vita. Occasione per citare Radio Città Bambina, guidata da Rossana Farinati e Nunzia Antonino, con la sua piccola redazione che, grazie alla complicità dell’Istituto Fornelli, seguirà l’intera manifestazione con interviste, programmi e riflessioni da rilanciare nel web con il supporto di Radio Selene. Intanto, ancora un libro, stavolta per i bambini, Io sono Blu di Irene Guglielmi, coinvolgerà i Piccoli Apicoltori, custoditi dalla libreria I piccoli Chi.

Nel pomeriggio aprono le porte i laboratori, i Comizi d’amore e gli studi delle nuove produzioni di Ilaria Carlucci e Adriana Gallo: una straordinaria occasione per includere nel percorso creativo delle artiste lo sguardo di quanti saranno loro spettatori. Conclusione della serata affidata ad una delle più vivaci artiste della scena ragazzi nazionale: Daria Paoletta. Pluri vincitrice dell’ambito premio Eolo, con il suo pupazzoTzigo protagonista de Il fiore azzurro, alle 21 nel Chiostro del Municipio. Da non dimenticare la fila, domenica mattina, per accaparrarsi i rarissimi posti de La casa a pedali: spettacolo di Principio Attivo, ahinoi, per un bambino o bambina alla volta! Per gli under 3 ci saranno Piccoli Misteri e stanze segrete da conoscere insieme. Per tutti gli altri però non mancheranno posti perchè La foresta è aperta! Con:TipìimpastaTerra, di EcoTeca Lab; la Piccola falegameria popolare di Sottoradice; gli Aromi e colori di RadicaMenti impegnati nel rendere “giardinabili” le aiuole di Corato come a Parigi. Nel pomeriggio toccherà affrontare l’Humana Foresta,una passeggiata laboratoriale con Antonella Lallorenzi e Raffaella GiancipoliAndromedatravolgente collettivo di Clown Spaventati Panettieri impegnati nell’impastare pane e pizze… in faccia e sfogarsi con Mirus e Kuziba nell’unica battaglia ammissibile al mondo, gran finale in piazza Marconi: la Battaglia dei Cuscini da lanciare più in alto che si può!

Il tempo dei Piccoli è un’iniziativa a cura della compagnia Kuziba con la direzione di Bruno Soriato. Ideata da Carlo Bruni e sviluppata nel contesto di sistemaGaribaldi, quest’anno è stato accolto con calore dalla Città di Corato. Fanno parte del progetto: Nunzia Antonino, Livio Berardi, Carlo Bruni, Donato Di Clemente, Rossana Farinati, Letizia Fata, Adriana Gallo, Patrizia Labianca, Daniele Lasorsa, Claudia Lerro, Angela Malcangi, Rossella Maldera, Pietro Naglieri, Viviana Peloso, Bruno Ricchiuti, Mariablu Scaringella, Carmen Sciscioli Laura Soldani, Beppe Strafella, Nicolò Serafino, Annabella Tedone, Valentina Vecchio, Lorenzo Zitoli e gli insegnanti, gli alunni e il personale delle scuole primarie e dell’infanzia della città di Corato e del Liceo Artistico Federico II.

giovedì 2 Giugno 2022

(modifica il 10 Giugno 2022, 17:46)

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Antonio Caputo
Antonio Caputo
25 giorni fa

non ho mai visto niente di piu inutile in vita mia