Attualità

A Corato l’azienda insegna agli studenti a programmare i robot

La Redazione
Gli allievi del Tannoia potranno studiare le attività grazie a una sinergia con la MBL Solutions
1 commento 2475

La scuola e l'azienda, insieme, per formare i professionisti del domani nell'ambito della robotica.  È verso questa direzione che si muove l'attività dell'ITET Tannoia i cui studenti, nei giorni scorsi, hanno visitato gli stabilimenti di Corato della MBL Solutions, una delle aziende protagoniste nel sud Italia nell'ambito della robotica e della meccatronica. Gli ingegneri della MBL Solutions saranno i formatori, nell'ambito della robotica, nell'ambito di un progetto attivato dall'istituto per gli studenti del terzo e quarto anno. Una attività attraverso la quale gli studenti potranno affiancare gli ingegneri nella programmazione informatica dei robot, riuscendo ad avere un approccio più diretto e pratico in un mondo tanto affascinante quanto complesso. 

««La robotica – ha commentato l'ingegnere Luigi Maldera, team leader di MBL Solutions –  coinvolge ormai ogni settore della nostra vita, sia domestico, così come ormai ogni ambito industriale. In quest’ottica l’Istituto “Tannoia”, che ha al suo interno una sezione agraria, ha avviato questo progetto Pon che intende integrare l’offerta formativa inserendo nozioni di robotica relative alla programmazione software e all’utilizzo di robot, che possano essere applicate anche nell’agricoltura di precisione».  «Riteniamo fondamentale – ha continuato –  intensificare la sinergia tra il mondo dell’Industria e quello della Scuola, perché solo grazie alla collaborazione tra questi due ambiti si potrà stimolare l’interesse tra gli studenti verso nuove forme di conoscenza e si potranno formare figure professionali, spesso molto richieste dalle aziende, capaci di offrire nuove risorse al settore manifatturiero, fiore all’occhiello della nostra nazione».

Solo alcune settimane fa Coldiretti Puglia ha firmato un accordo di collaborazione con il laboratorio competenze digitali, formazione, certificazione del consorzio interuniversitario nazionale per l’informatica per favorire lo sviluppo e il sostegno dei processi di innovazione tecnologica in agricoltura. “Abbiamo l’obiettivo di promuovere strumenti funzionali a rafforzare il trasferimento delle tecnologie per favorire lo sviluppo dell’agricoltura di precisione e dell’agricoltura 4.0” ha spiega Pietro Piccioni, direttore regionale.

Dai droni terrestri e aerei a guida satellitare a centraline meteo di ultima generazione, dalle smart trap con videocamera contro gli insetti nocivi ai sistemi di irrigazione automatizzata e controllata a distanza tramite app per risparmiare acqua e temporizzare gli apporti idrici alle coltivazioni, è in atto “un’evoluzione del lavoro nei campi che sul portale del socio della Coldiretti ha portato alla creazione di Demetra, il primo sistema integrato per la gestione on line dell’azienda agricola con lettura in tempo reale dello stato di salute delle coltivazioni, dati su previsioni meteo e temperature, fertilità dei terreni e stress idrico, anche per affrontare le nuove sfide dei cambiamenti climatici” ha comunicato l'associazione di categoria.

domenica 10 Aprile 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
2 mesi fa

tutte le innovazioni pacifiche sono utili al progresso dell'umanità ma il lavoro nei campi non saraà MAI senza la fatica dell'uomo