Attualità

“La Fabbrica delle rose” arriva in largo Abbazia

La Redazione
Terza fase del progetto "Sciucuà"
1 commento 993

Arrivano in largo Abbazia i laboratori e le attività culturali de "La Fabbrica delle rose", nell'ambito della terza fase del progetto di animazione sociale e rigenerazione degli spazi urbani della città di Corato, denominato "Sciucuà". Le attività si svolgeranno dal 15 al 19 marzo. "La fabbrica delle rose" è una fabbrica sostenibile a cielo aperto dove associazioni e cittadini costruiranno insieme installazioni di luce e azioni sulla pace e la gentilezza per dare voce ad una piazza, alla città, costruire insieme scenari di senso e di collaborazione civica.

"La Fabbrica delle rose" è un progetto di design pubblico ideato e condotto dal designer Vittorio Palumbo e dall'architetto Ivan Iosca co-progettato e co-gestito con le associazioni del territorio Murgia Queer, Adisco Corato, Puliamo Corato, Abracadanze Corato, ANPI Corato "Maria Diaferia", Fidapa BPW Italy – Sezione Di Corato, Harambè, Ecotecalab, Adisco Corato, Centro Italo Venezolano e Corato Open Space.

Dal 15 al 18 marzo ogni pomeriggio dalle 16 alle 20 la piazza sarà animata da laboratori, per grandi e bambini, finalizzati alla produzione di opere luminose collettive e di oggetti e installazioni sulla pace e sulla gentilezza. Il percorso terminerà sabato 19 marzo con "La marcia delle rose", una marcia urbana per la pace e la gentilezza con partenza alle 18.30 da piazza Di Vagno (se vieni alla marcia porta con te un fiore) e arrivo alla 19.00 in Piazza Abbazia.  Dalle 19 alle 20 accensione dell'opera luminosa e a seguire performance, installazioni e momenti di poesia, di pace e gentilezza a cura delle associazioni.

giovedì 10 Marzo 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
3 mesi fa

speriamo nella gentilezza come ha sempre detto PAPA FRANCESCO