Attualità

Giorno della Memoria, il sindaco: «Sentiamoci responsabili della Libertà e della Pace»

La Redazione
Si celebra oggi, 27 gennaio, il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale istituita per commemorare le vittime dell'Olocausto
scrivi un commento 157

Si celebra oggi, 27 gennaio, il Giorno della Memoria, ricorrenza internazionale istituita per commemorare le vittime dell'Olocausto. Di seguito il messaggio del sindaco De Benedittis.

«Auschwitz fu il più grande campo di sterminio della storia. Nelle camere a gas e nei forni crematori, presenti al suo interno, fu distrutta l'esistenza di milioni di persone. Corpi, corpi, corpi e infiniti corpi di uomini e donne, viventi, furono deportati e annientati. Si trattò di una gigantesca operazione di distruzione di massa, realizzata su scala industriale e non uscita dal nulla.

I fascismi europei la progettarono e diressero. Le masse popolari la supportarono dando consenso a partiti politici, nazionalisti e populisti, che nei trent'anni precedenti, avevano usato un linguaggio d'odio, intriso di razzismo, antisemitismo e qualunquismo. I contesti accademici e culturali non ebbero, in gran parte, forza morale e politica per opporsi. Il mondo economico-produttivo europeo, non solo tedesco, ne rese possibile la realizzazione. L'intero sistema dei trasporti fu riorganizzato; l'apparato industriale e finanziario fu complice. Fare memoria, oggi, significa conoscere ciò che è accaduto; avere consapevolezza che questi crimini, soprattutto nelle società tecnologicamente avanzate, sono ancora possibili; sentirsi responsabili, sul piano individuale e collettivo, della Libertà e della Pace».

giovedì 27 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti