Attualità

Bando “Luoghi Comuni”, Torre Palomba si apre ai progetti dei giovani

La Redazione
È stata inserita tra gli spazi risultati ammissibili di finanziamento per l'iniziativa "Luoghi Comuni", promossa dal settore Politiche giovanili della Regione
scrivi un commento 738

Torre Palomba è stata inserita tra gli spazi risultati ammissibili di finanziamento per l’iniziativa "Luoghi Comuni", promossa dal settore Politiche giovanili della Regione. Attraverso la mappatura del patrimonio pubblico sottoutilizzato, "Luoghi Comuni" mette in rete giovani ed enti pubblici finanziando, con risorse fino a 40mila euro, progetti rivolti al territorio e alle comunità. Per Torre Palomba, è stato pubblicato questa mattina dall’Arti, l'agenzia regionale per la tecnologia e l’innovazione, un avviso pubblico per raccogliere le proposte progettuali delle organizzazioni giovanili. Le candidature saranno valutate da una commissione di esperti e i vincitori potranno occuparsi della gestione degli spazi. Ogni organizzazione giovanile del terzo settore interessata a partecipare all'avviso potrà candidarsi entro le 12 del 29 marzo, creando un profilo all’interno della piattaforma luoghicomuni.regione.puglia.it e seguendo le procedure indicate dal bando che è disponibile a questo link.

«Il Comune di Corato – si legge in una nota – si impegna a dare supporto alle attività che verranno realizzate dalle organizzazioni giovanili, si potranno coprire i costi delle utenze e si potrà mettere a disposizione l'uso dell'intera struttura, compreso il piano superiore. L'obiettivo è sperimentare modelli di gestione giovanili in linea con l'Agenda 2030. Il tema della sostenibilità sta sempre più a cuore ai giovani, ma vi è bisogno di sensibilizzare e facilitare processi di aggregazione e creatività. Gli ambiti di intervento prioritari per la riqualificazione di Torre Palomba saranno agricoltura sociale; attività culturali, artistiche di interesse sociale, editoria e volontariato; formazione extra-scolastica, prevenzione della dispersione scolastica, del bullismo, della povertà educativa; interventi di tutela e valorizzazione del patrimonio culturale e del paesaggio; promozione e tutela dei diritti umani, civili, sociali, politici, delle pari opportunità, dei diritti dei consumatori, delle iniziative di aiuto reciproco; salvaguardia e miglioramento dell’ambiente e dell’utilizzo delle risorse naturali, attività di protezione civile». «Invito le realtà giovanili a cogliere questa importante opportunità che si declina in termine di valorizzazione ambientale e sociale del territorio» afferma il sindaco, Corrado De Benedittis.

«Ad oggi questa misura ha consentito di mettere a bando ben 95 spazi pubblici – spiega l’assessore regionale alle Politiche giovanili, Alessandro Delli Noci –  con la percentuale più alta, pari al 30,5%, nella provincia di Lecce, seguita da quelle di Foggia e Bari. Una doppia opportunità: da una parte rivitalizzare spazi importanti rimasti chiusi o inutilizzati e di farlo attraverso le energie dei più giovani, dall’altra la possibilità per le ragazze e i ragazzi di mettersi in gioco, di realizzare attività e progetti. D’altronde, questa misura è perfettamente in linea con quanto emerso dal percorso partecipativo per la costruzione del nuovo Piano delle Politiche Giovanili “Puglia ti vorrei”, durante il quale i giovani hanno manifestato proprio l’esigenza di avere a disposizione spazi in cui fare squadra e realizzare le proprie idee».

giovedì 27 Gennaio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti