Attualità

Covid, nella Pediatria dell’Umberto I una “area grigia” per i casi sospetti

La Redazione
Da dicembre il reparto è stato dotato di una "area grigia" interna, ovvero due stanze con bagno dedicati a quei pazienti che si sospetta abbiano il Covid e devono attendere l'esito del tampone o per i positivi non trasferibili
1 commento 2371

Da dicembre il reparto di Pediatria e Neonatologia è stato dotato di una "area grigia" interna, ovvero due stanze con bagno dedicate a quei pazienti che si sospetta abbiano il Covid e devono attendere l'esito del tampone o per i positivi non trasferibili. Fino a poco tempo fa i casi sospetti transitavano in alcune stanze del Pronto soccorso e successivamente in quelle di un reparto momentaneamente chiuso sullo stesso piano. Questo perché in Pediatria mancano le stanze con i bagni. Da oltre un anno esiste una delibera per ristrutturare il reparto, adeguandolo alle norme dei moderni reparti ma non è ancora cambiato nulla, anche a causa del Covid. «La presenza di un'area grigia interna e l'acquisizione di una stazione di sanificazione fissa – commenta il primario del reparto, Giovanni Ciccarone – ci permetteranno di assistere i nostri pazienti con più facilità e con maggior sicurezza».

Intanto i nuovi casi di contagio da Coronavirus continuano a crescere anche tra i bambini, nonostante a gennaio sia partita la campagna vaccinale dedicata alla fascia d'età che va dai 5 agli 11 anni che, in Puglia, ha registrato un numero di adesioni record. A cavallo tra dicembre e gennaio, al Giovanni XXIII di Bari, i ricoverati sono passati da un solo bambino a 16, il 9 gennaio. La Regione Puglia ha chiesto alle Asl di attivare nuovi posti letto Covid in sei ospedali e di attivarne almeno 10 per singola provincia nei reparti pediatrici. Se i numeri dovessero continuare a salire potrebbe essere necessario attivare altri posti letto Covid pediatrici in altri ospedali e quello di Corato potrebbe essere scelto per ospitarli.

Intanto all'Umberto I è stato istituita anche un'area Covid nel reparto di Ginecologia e Ostetricia, dotata di quattro posti letto e destinata esclusivamente alle mamme positive, in modo tale da separarle dal resto dell'utenza e permettere loro di partorire in tutta sicurezza. La presenza dell'area Covid, l'unica assieme a quella del Policlinico in tutta la provincia di Bari, potrebbe far ricadere la scelta dell'Asl di creare nuovi posti letto Covid in pediatria proprio sul nosocomio coratino.

giovedì 20 Gennaio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
????
????
5 mesi fa

Con questi colori avete rotto!