Attualità

Docce a casa, tra stile ed ecosostenibilità

La Redazione
​Si fa presto a dire doccia! Non è facile infatti scegliere il modello migliore per il proprio bagno. I seguenti consigli ci possono aiutare a prendere le giuste decisioni e a cambiare abitudini
scrivi un commento 70

Si fa presto a dire doccia! Questo elemento così quotidiano e apparentemente semplice nasconde, in realtà, una grande complessità: non è facile infatti scegliere il modello migliore per il proprio bagno e a volte sbagliamo anche nell'utilizzo della doccia, soprattutto in termini di consumi di acqua e di impatto ambientale. I seguenti consigli ci possono però aiutare a prendere le giuste decisioni e cambiare eventualmente abitudini.

Come scegliere la doccia

Nonostante l'utilizzo rapido e sicuramente più pratico rispetto a quello della vasca da bagno, la doccia può comunque essere un elemento capace di donarci momenti incredibili di relax e di intimità: oggi in commercio si trovano modelli di ogni tipologia di design per assecondare ogni esigenza, desiderio e stile estetico, perché è fondamentale che questo componente sia perfettamente integrato nella stanza da bagno, risultando in armonia con il contesto dell'ambiente.
Per questo, il leader italiano in questo ambito, la catena Iperceramica, propone anche sul sito web tantissime opzioni per trovare e scegliere la doccia migliore per il proprio bagno, selezionando tra tantissime opzioni e caratteristiche specifiche di ogni tipo di modello, come materiali dei pannelli, finiture e prodotti.
La proposta è pensata per dare la scelta giusta per ambienti di ogni dimensione, con docce piccole per sfruttare al meglio gli spazi, ma anche modelli più grandi per chi ha maggiore libertà, ma anche per ogni stile, con soluzioni che si adattano anche alle tonalità del bagno, come le docce colorate sia per quanto riguarda i pannelli che per la struttura.

Le cattivi abitudini in doccia

Abbiamo detto che fare la doccia è un'operazione più rapida rispetto all'uso della vasca da bagno, ma questo non significa però che sia meno impattante sull'ambiente: secondo il Water Research Fund, infatti, ogni minuto trascorso sotto la doccia con rubinetto aperto implica un consumo di oltre 2 litri di acqua corrente, e quindi per una doccia di 8 minuti (tempo standard secondo le statistiche) servono e si consumano più di 17 litri d'acqua.
E non è tutto: l’Environmental Protection Agency rivela che solo uno scroscio di acqua dal rubinetto della durata consecutiva di 5 minuti consuma la stessa energia di una lampadina da 60 watt accesa per 14 ore.
Ancora più dura la posizione degli esperti britannici, che dalle pagine del Guardian definiscono l'abitudine di fare una doccia al giorno "costosa, inquinante, inutile e anche poco salutare", spiegando che ne basterebbe una alla settimana.

Come consumare meno

Senza arrivare agli eccessi degli inglesi o rifarsi al fenomeno degli Unwashed (persone, anche famose, che affermano di lavarsi poco in rispetto dell'ambiente), possiamo comunque affermare che la doccia genera un consumo d'acqua che va purtroppo sprecata, ma anche che ci sono alcuni comportamenti positivi che possiamo mettere in campo.
In realtà, basta semplicemente un po' di accortezza e buon senso per riuscire a ridurre l'impatto sull'ambiente: ad esempio, se riduciamo di appena due minuti al giorno il tempo trascorso sotto la doccia giornaliera potremmo recuperare un'ora al mese e quindi circa 12 ore in un anno – poco, ma pur sempre un inizio promettente.
Allo stesso tempo, è buona prassi chiudere il rubinetto quando siamo impegnati a insaponarci o comunque quando l'acqua non serve, per ridurre gli sprechi di questo prezioso materiale, e gli esperti suggeriscono anche di ridurre il getto dell’acqua e di non eccedere con una temperatura troppo calda (azione che "fa bene" anche ai consumi elettrici).
Infine, un altro consiglio green è di sostituire i classici prodotti detergenti in confezioni di plastica – bagnoschiuma, docciaschiuma, shampoo e balsamo – con le più ecologiche soluzioni solide, che hanno un impatto inferiore sull'ambiente.

mercoledì 5 Gennaio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti