Le videointerviste

I coratini scelgono la legalità: centinaia di cittadini in strada contro violenza e prevaricazione

La Redazione
close
I coratini scelgono la legalità: centinaia di cittadini in strada contro violenza e prevaricazione
Al fianco del sindaco De Benedittis hanno marciato - uniti - gli assessori, i consiglieri e le forze di opposizione, le forze dell'ordine, le associazioni, il clero e soprattutto tanti cittadini
8 commenti 6128

Corato mostra il suo volto onesto, quello che si schiera con forza contro violenza e prevaricazione. I coratini hanno risposto "presente" all'appello lanciato dall'amministrazione e in centinaia sono scesi in piazza per manifestare a favore di pace e legalità. Un lungo serpentone che da piazza Di Vagno si è spostato in largo Abbazia, sostando per qualche minuto a ridosso dell'arco dove Victor Picaku fu assassinato tre anni fa. Di lì, l'arrivo in piazza Cesare Battisti dove il sindaco ha parlato alla città. Al fianco del sindaco De Benedittis hanno marciato – uniti – gli assessori, i consiglieri e le forze di opposizione. E ancora carabinieri, polizia e polizia locale con il comandante Giuseppe Loiodice in testa al corteo. Poi le associazioni di categoria, di volontariato, culturali e gli imprenditori rappresentati dall'Aic, Libera, la chiesa con l'arcivescovo Leonardo D'Ascenzo e i sacerdoti della città e soprattutto tanti cittadini. Il sostegno alla causa è arrivato anche dai sindaci di altri Comuni: erano presenti Chieco e Carlucci, primi cittadini di Ruvo e Acquaviva e Pasquale Colasuonno, assessore alla sicurezza di Andria. "Corato siamo noi", era scritto su un cartello: una risposta chiara e decisa agli episodi di questi ultimi mesi.

domenica 28 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
8 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Dara Lunarelli
Dara Lunarelli
6 mesi fa

Ho partecipato nonostante alle scorse votazioni abbia votato per l'opposizione. In questi casi astenersi per presa di posizione politica è da ignoranti e forse da collusi con questa cerchia di persone che vogliono tenere sotto scacco il paese. Nessuna bandiera, nessuno slogan politico, nessuna “bella ciao” ma solo tanta voglia di reagire e di far capire che se restiamo uniti possiamo farcela.

Tonico
Tonico
6 mesi fa

L'ARTICOLO DI CRONACA E' UNA MISTIFICAZIONE DELLA REALTA'. SI CONTINUA A NON VEDERE! QUALCHE CENTINAIO DI CORATINI RAPPRESENTANO SOLO L'1% DELLA POPOLAZIONE! FORSE ERANO MOLTO DI PIU' I CORATINI CHE HANNO APPLAUDITO! E' QUESTO CHE DEVE FAR RIFLETTERE.

Aldo
Aldo
6 mesi fa

… cos' è il fatto…? Come diceva Sylvester Stallone in Rocky IV “a chiacchierare vai forte amico…”

Rox
Rox
6 mesi fa

I primi a scendere in piazza sarebbero dovuti essere proprio i commercianti che sono stati presi di mira…e invece,completamente ignari, tutti sono rimasti aperti …pensando solo alle proprie tasche…poi parliamo di solidarietà…poveri noi!

Gigino
Gigino
6 mesi fa

Caro signor Tonico forse lei era comodamente seduto in poltrona perché non le interessava manifestare per la legalità ma le assicuro che c'era tanta gente considerando il giorno e le attività aperte a quell'ora. Tuttavia se lei era tra i curiosi che si sono riuniti di fronte alla caserma allora……. E magari avrà pure applaudito alla nobile azione.

vincenzo quinto
vincenzo quinto
6 mesi fa

Questa e' la Corato vera, la Corato onesta, la Corato che amo, dove sono nato e cresciuto. La Corato che voglio e che mi auguro x i miei figli!!

Ss
Ss
6 mesi fa

Bravi tutti voi che avete partecipato per la legalità!

Michy
Michy
6 mesi fa

Chiachr traduzione tutte chiacchiere di politica