Il report Asl

Covid, vaccinato con prima dose il 90% dei coratini over 12

La Redazione
Seconda dose all'87%, nessun dato sulla terza. ​​Intanto in città sono 13 i nuovi contagi dal 15 al 21 novembre, con un tasso di 27.3 casi su 100mila abitanti. Dato inferiore ai sette giorni precedenti
5 commenti 611

La circolazione del virus Sars Cov 2 continua a restare a livelli bassi in tutta l’Area Metropolitana di Bari. Nella settimana 15-21 novembre, infatti, il tasso d’incidenza per 100mila abitanti è a quota 27,3, in flessione rispetto al 33,9 della scorsa settimana. Un dato che risulta in netta controtendenza nel confronto con il tasso nazionale, che conferma la risalita delle nuove positività, ed è strettamente connesso alla grande efficacia dell’effetto protettivo dispiegato dalla vaccinazione di massa. A Corato sono 13 i nuovi contagi nella settimana dal 15 al 21 novembre, con un tasso di 27.3 casi su 100mila abitanti. Il dato è identico a quello attuale dell'Area Metropolitana e inferiore rispetto a quello cittadino dei sette giorni precedenti in città, quando il valore era di 61.

La campagna anti-Covid, partita quasi 11 mesi fa, ha permesso sino ad oggi la somministrazione di 2 milioni e 67.624 dosi. In crescita soprattutto le terze dosi, salite a 89.454, di cui una porzione consistente – 55.324 – è stata garantita agli over 60. La copertura della popolazione vaccinabile, dai 12 anni in poi, è attestata al 91% con almeno la prima dose in tutto il territorio. Vaccinazioni con almeno la prima dose in risalita nelle fasce d’età 12-19 e 40-49 anni (entrambe all’88%), 20-29 e 30-39 anni (84%). Dai 12 ai 49 anni, in generale, si è vaccinato con almeno una dose l’86% dei residenti. Eccellente la protezione raggiunta dai 50 anni agli over 80: il 96% ha ricevuto almeno la prima vaccinazione. Resta molto forte ed estesa la copertura territoriale. Ben 32 comuni (tra cui Corato), sui 41 dell’Area Metropolitana, hanno centrato l’obiettivo del 90% di residenti over 12 coperti con almeno la prima dose di vaccino e, tra questi, 15 sono addirittura al 92% e oltre, compreso il capoluogo Bari.

A Corato, per quanto riguarda le vaccinazioni, su una popolazione vaccinabile di 42.403 persone (ovvero dai 12 anni in su) il 90% ha ricevuto la prima dose, mentre l'87% ha ricevuto entrambe le dosi. Nel dettaglio, sinora sono stati somministrati 74.943 vaccini a persone residenti a Corato: 38.023 per la prima dose e 34.220 per la seconda. Non sono stati ancora diffusi dati sulla terza dose. L’invito alla popolazione a vaccinarsi è duplice: per chi ha maturato il periodo previsto per poter ricevere la terza dose e soprattutto per chi intende fare la prima. 

Il grafico dell'andamento del Covid a Corato dall'inizio della pandemia (marzo 2020). In base ai dati forniti da Asl Bari, Prefettura di Bari e Comune di Corato, sono indicati i positivi per data, il totale dei decessi, il totale dei positivi e il totale dei guariti.

venerdì 26 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
5 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Coratino Doc
Coratino Doc
7 mesi fa

La chiara dimostrazione che i cittadini di corato sono persone intelligenti! Bravi continuiamo così

Gigi Gusto
Gigi Gusto
7 mesi fa

Il restante 10% sta rincorrendo le scie chimiche

Maurizio
Maurizio
7 mesi fa

Il restante 10% campa sul 90% dei vaccinati!!
VERGOGNATEVI!!

Angelo
Angelo
7 mesi fa

Vi state mettendo l’uno contro gli altri.Davvero un comportamento da persone di basso livello.Il demonio si e’impadronito di tutti.Riispettate le scelte degli altri.Senza offendere.Ma non vi siete resi conto che questa e’la fine di tutto?incidenti,furti ,malattie,sempre di più’.State li a massacrarvi a vicenda.Godetevi ogni giorno chiedendo scusa prego grazie.Sta’avvenendo Cio’che siamo diventati.Materialisti ,cattivi.Le cose andranno sempre peggio.Se avete scelto di vaccinare i vostri figli,se avete scelto di nn vaccinarvi o di farlo,vi assumerete tutte
Le responsabile del caso.Pregate perche’c’e ‘tanto bisogno di questo.La parola vergogna appartiene solo a Dio.Lui e’l’unico che può’ giudicare.Dovreste avete paura e
Pensare dopo che avete offeso.Sempre timore di Dio sempre.

Franco
Franco
7 mesi fa

Intanto però il tracciamento è completamente saltato: non si sa chi si contagia, dove e perché.