La videointervista

De Benedittis: «Depositate ​notizie di reato su intimidazioni ed estorsioni ai commercianti»

La Redazione
close
Sindaco De Benedittis: «Depositate ​notizie di reato su intimidazioni ed estorsioni ai commercianti»
«È in corso già da un po' di tempo una intensa attività investigativa e importanti operazioni delle forze dell'ordine» afferma il sindaco in una video intervista realizzata per CoratoLive.it
11 commenti 5939

«Due giorni fa ho depositato presso il commissariato di polizia e la caserma dei carabinieri una mia nota scritta in cui ho raccontato di notizie di reato ai danni dei commercianti che subiscono probabilmente intimidazioni o richieste estorsive». Parla così il sindaco De Benedittis dopo l'esplosione dell'ordigno che ieri notte ha danneggiato un negozio in via Reggio. L'ultimo di una serie di episodi criminosi che stanno scuotendo la città da ormai troppo tempo.

«L'episodio della notte scorsa è gravissimo, così come quello precedente avvenuto in via Roma» spiega il primo cittadino nella video intervista realizzata per CoratoLive.it. «Abbiamo sottolineato con forza alle autorità preposte la necessità di intervenire. È in corso già da un po' di tempo una intensa attività investigativa e importanti operazioni delle forze dell'ordine. Non abbassiamo la guardia e garantiamo la nostra attenzione – prosegue – ma è necessario che tutti i cittadini che dovessero subire intimidazioni, richieste di denaro o aggressioni facciano denuncia. Non siamo in presenza di una criminalità organizzata che possa farci paura. Il Comune e le forze dell'ordine – conclude il sindaco – sono al fianco di chi denuncia e offrono protezione e vicinanza».

giovedì 18 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
11 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
saponetta
saponetta
7 mesi fa

giusto. questo è giusto. chi pecora si fa, il lupo se lo mangia. senza denunce la malavita dilaga. con le denunce, con le segnalazioni, con gli esposti , qualcosa si fa … in fondo non abbiamo a che fare con totà riina o con renato vallanzasca, anche se questi ultimi, a confronto di questi m€rd0s1 nostrani … come da me al papa. ma bisogna anche apprestare tutela a chi denuncia, protezione. e qui entrano in gioco i preposti. altrimenti che facciamo, chiediamo loro di denunciare e poi li lasciamo in balia di questi merd@i0l1?

Gino
Gino
7 mesi fa

SINDACO… DEVI FAR PRESIDIARE IL TERRITORIO!!!
IN GIRO FORZE DELL’ ORDINE NON SE NE VEDONO, TRANNE I GIOVANI VIGILI URBANI (temporanei) CHE FANNO SOLO MULTE APPENA LASCI L’AUTO IN DIVIETO DI SOSTA.
SVEGLIA ⏰

Domenico Maria Novelli
Domenico Maria Novelli
7 mesi fa

concordo con Gino….noi cittadini vogliamo sentirci al sicuro, specie di notte. VOGLIAMO (e paghiamo le tasse per questo) le forze dell'ordine a pattugliare le nostre zone. ed il mio non vuole essere un attacco a quest'ultime che sono sotto organico. Basti pensare che i carabinieri in servizio a Corato sono pochissimi in rapporto alla popolazione, 2 pattuglie….e la notte NESSUNO…..solo le pattuglie da Trani che vengono solo su chiamata o necessità. Non è possibile che un paese di circa 50.000 abitanti sia lasciato a se stesso o a istituti di vigilanza che fanno quel che possono….e non è neache il loro lavoro.

Maicol B
Maicol B
7 mesi fa

Senza attacchi al sindaco io mi chiedo le forze dell’ordine come fanno a non rinchiudere sti due parassiti che tolgono soldi al solo fine di drogarsi ? Dobbiamo aspettare Batman ? O farci giustizia da soli ? Perché poi le persone “garbate” vengono continuamente fermate.. pensiamo a togliere questi dalla circolazione che il ragazzino che fuma gli Spinelli è l’ultimo dei problemi.. perché nome e cognome già si sanno

Marika Lanotte
Marika Lanotte
7 mesi fa

Speriamo che non siano solo FRASI DI CIRCOSTANZA perché la nostra Corato sta veramente andando a rotoli, non é una questione politica dell' attuale sindaco, del precedente o dei predecessori….il problema é sociale, di TUTTE LE ISTITUZIONI…e in parte anche di noi cittadini. Fatto rimane che non é più una città vivibile

cocco bello
cocco bello
7 mesi fa

Diamo appoggio e forza ai nostri piccoli commercianti,.soprattutto nel periodo natalizio.. NON COMPRATE SU INTERNET

franco
franco
7 mesi fa

non credo siano frasi di circostanza o atteggiamento “da parte del Sindaco…anzi come altri sindaci che ci tengono alla loro città il nostro bene ha fatto a comportarsi in tal modo ed ad esporsi in prima persona nelle denunce e, mi pare, nelle richieste.- comunque se anche e soprattutto i signori della magistratura a Trani (procura) fomentano gli allarmi sull'esplosione della malavita organizzata nella BAT e dintorni come si può pensare a sconfiggerla se la lasciano per così dire fare quello che sta accadendo? credo che in ben altri tempi -più lontani- si sarebbe dovuto intervenire e stroncare sul nascere il fenomeno..adesso di chi la colpa? coloro che sono preposti si diano da fare sul serio senza troppi fronzoli o conferenze stampa..

Cittadino attento
Cittadino attento
7 mesi fa

Buonasera,

rispondo a Maicol B .Credo abbia centrato il problema, tutti piu' o meno sappiamo o pensiamo quale sia la matrice di questi atti inquietanti ,sono sotto gli occhi di tutti e in modo piu' evidente di coloro i quali in taluni casi vivono nel terrore magari perchè vengono taglieggiati ,magari estorti, se va bene non malmenati. Devo essere onesto nel prendere atto che, in questi ultimi giorni insista una forte presenza delle istituzioni tutte. Mi sorge spontanea una domanda ? Ma possono 2 soggetti tenere SOTTO scacco una comunità? Ai miei tempi erano a mangiare le arance da moltissimo tempo, purtroppo nessuno ha il coraggio di denunciare e credo essere l'unica strada perseguibile.

Antonio Longo
Antonio Longo
7 mesi fa

“do c@22 sim arrvat” direbbe checco zalone…….qui ci vuole che la comunità si unisca, faccia gruppo e si faccia giustizia nei confronti di 2 IMBRVUS”

Domanda?
Domanda?
7 mesi fa

Cosa ne sapete che sono due?????????Perché scrivete due?

Domanda?
Domanda?
7 mesi fa

Io a chi scrive ,due,,66 li sottoporrei ad interrogatorio.Ma chi ,e’piu omertoso chi sa’ o le autorità!