Attualità

RadicaMenti mappa il verde del centro storico: «Ora aiutateci a donare due alberi alla città»

La Redazione
Già il 21 novembre, in occasione della festa dell'albero, il gruppo pianterà due alberi in collaborazione con il Tattoli-De Gasperi. «Vi chiediamo una donazione libera per l'acquisto, la rimozione dei ceppi e la piantumazione»
5 commenti 649

Una mappa del verde del centro storico di Corato: è il dono che RadicaMenti ha fatto alla città. Uno strumento utile che mancava e che potrà servire a pianificare interventi mirati per cominciare un percorso di trasformazione, improntato sull’arricchimento del nostro patrimonio floristico. RadicaMenti è un gruppo di cittadini che opera in città attraverso la cura di alberi e piante. Otto mesi fa hanno adottato 26 tra fioriere e aree verdi in città. Non solo piantumazioni e monitoraggio, uno degli obiettivi è quello di sensibilizzare alla cura del verde e alla partecipazione attiva attraverso una serie di iniziative legate all’ambiente e alla mobilità sostenibile. Biciclettate, giornate dedicate e progetti con i bambini, che rappresentano il futuro del nostro pianeta e che hanno raccolto con entusiasmo l’invito a partecipare.

La mappa, in formato digitale e cartaceo, è stata depositata all’ufficio protocollo del Comune. Sono censiti tutti i 173 alvaretti presenti sul corso e nelle piazze del centro storico, completo di specifica sullo stato di salute degli alberi, degli alvaretti vuoti e di quelli cementati. Come detto è solo una parte dell’enorme lavoro svolto. «La nostra intenzione è quella di mappare tutta la città e, in seguito, di specificare anche la tipologia di alberi e arbusti presenti», spiega Corrado Bove, referente di RadicaMenti. Una scelta nata diversi mesi fa con un importante scopo: «Il verde può svolgere molte funzioni e produrre importanti benefici per l’ambiente – scrivono – e quindi per la società: i cosiddetti servizi ecosistemici. Se consideriamo gli aspetti igienico-sanitari, i suoi positivi effetti sul clima locale, sulla qualità dell’aria, sui livelli di rumore,sulla stabilità del suolo, sono di tutta evidenza». 

Già il 21 novembre, in occasione della festa dell’albero, il gruppo donerà due alberi in collaborazione con il Tattoli-De Gasperi. «Vi chiediamo una donazione libera per l’acquisto dei due alberi, la rimozione dei ceppi e dell’apparato radicale dai due alvaretti e per la piantumazione», spiega il gruppo che, contestualmente, ha incontrato l’assessore all’urbanistica, Antonella Varesano, assieme alla maestra Nicolangela Falco, per spiegare e condividere le finalità del progetto. È possibile lasciare una libera donazione all'Ecoteca Sostenibile Per Natura, in via Crocifisso 18 negli orari 8.30-13.00, 17.30-20.30, o chiamando il numero 340.3594366. Verrà rilasciata ricevuta semplice e il nome dei donatori saranno inseriti in un post di ringraziamento sul gruppo. In tanti hanno già aderito alla raccolta fondi: i membri del gruppo, la scuola e i genitori dei bambini che hanno capito quanto è importante donare ai propri figli una città più verde e più sana.

lunedì 15 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
5 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Ctarricone
Ctarricone
7 mesi fa

Per fortuna ci sono i privati che arrivano la dove le nostre amministrazioni sono carenti o assenti, da tempo! Bravissimi!!Quanto alle piante, penso che al di la delle donazioni, sicuramente interverrà qualche azienda del settore, specialmente se in passato si è già preso cura del verde di Corato!

Maria P
Maria P
7 mesi fa

Ormai è noto che gli alberi per la piantumazione di aree pubbliche vengono forniti gratuitamente dai Carabinieri della Forestale di Cassano Murge. Non occorre comprarli.

Perplesso
Perplesso
7 mesi fa

Apprezzo la buona volontà, ma il lavoro è stato fatto in modo approssimativo, privo di una mano esperta, di un occhio tecnico. Onestamente ci sarebbe molto da ridire, sulle scelte e anche sulla mappatura. Diciamo che nel nostro paese per emergere anche sul piano politico queste trovate si prestano bene, ma all'atto pratico il beneficio per la comunità, se le cose si fanno senza criterio, rimane scarso. Probabilmente tra i componenti del gruppo radicamenti mancano delle figure chiave in grado di fornire un supporto opportuno al progetto. Si può fare di più, si può fare meglio.

Marco
Marco
7 mesi fa

Il Comune se solo volesse potrebbe piantare centinaia di alberi, sono gratis per le aree pubbliche. Se solo volesse farlo gratis.

Ba Pep da corato
Ba Pep da corato
7 mesi fa

Ma chi si aspetta piantate piantate .attenzione piantare piante che non sollevano il pavimento sperando che i tecnici addetti sono consapevoli