Attualità

Crisi del settore olivicolo, domani al Comune un incontro con i produttori

La Redazione
L'incontro sarà occasione per discutere del crollo del prezzo delle olive e della necessità di promuovere e sostenere gli accordi di filiera, oltre che individuare strategie comuni per la valorizzazione del prodotto
20 commenti 5961

Un incontro sul tema "crisi del settore olivicolo". L'ha convocato il sindaco Corrado De Benedittis, d'intesa con i produttori olivicoli e oleari, domani, martedì 16 novembre alle 19, nel chiostro del Palazzo di Città. L'incontro sarà occasione per discutere del crollo del prezzo delle olive e della necessità di promuovere e sostenere gli accordi di filiera, oltre che individuare strategie comuni per la valorizzazione del prodotto.

lunedì 15 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
20 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
nerdrum
nerdrum
7 mesi fa

greta thunberg direbbe….bla, bla, bla… con buona pace dei produttori olivicoli, dei frantoiani e del sindaco.

Franco
Franco
7 mesi fa

Tutto ciò è solo ripetitivo. Non vale nemmeno discutere secondo me.

saponetta
saponetta
7 mesi fa

hai voglia a fare incontri sopra al comune … gli accordi di filiera, come gli accordi di cooperativa, come la promozione di un prodotto senza pari al mondo, devono farla produttori e trasformatori … come dire voler insegnare ad un branco di scimmie urlatrici ad eseguire alla perfezione il Lago dei Cigni di Čajkovskij … e il bello è che, nonostante sia sull'orlo del baratro, tutti gli operatori del settore continuano imperterriti nelle loro logiche personalistiche e monadiche, lucrosamente sorretti, non si sa fino a quando, da una politica chieca, opportunistica e clientelare … contenti loro …

Felice
Felice
7 mesi fa

Dopo un anno di lavoro e di attesa nn regalate la vostra produzione….xké quei due soldi ke prenderete nn vi basteranno per mandare un altro anno avanti i vostri terreni ….visto ke e tutto in aumento….

Raffaele falco
Raffaele falco
7 mesi fa

Un'altra presa x c…. o
.
.

io
io
7 mesi fa

continuiamo a disincentivare gli agricoltori……e poi faremo come per il grano duro.
lo compreremo all'estero pagandolo il triplo.

Pasquale Diaferia
Pasquale Diaferia
7 mesi fa

Un prodotto il cui prezzo è definito dall'acquirente. Non riesco a individuare in quale altro settore avviene la stessa cosa.

Antonio.
Antonio.
7 mesi fa

I contadini da anni sono abituati a svendere la loro produzione. Fermate tutto non raccogliete più un oliva tanto non ne vale la pena. Qui purtroppo non ci facciamo rispettere. Guardate un po la politica agricola della Toscana.

Nicola lops
Nicola lops
7 mesi fa

È già troppo tardi l'olio dalle altre nazioni è già arrivato

Uno Qualunque
Uno Qualunque
7 mesi fa

Quest'anno lasciatele alla pianta… Lasciate i frantoi vuoti e poi vediamo…

Sig. Alfonso
Sig. Alfonso
7 mesi fa

Chi prima va a prendere l'olio comunitario dal supermercato non può poi pretendere che il frantoio di turno gli regali soldi.. è così facile da capire.
Compra da dove vendi le olive.
Bisogna educare il consumatore e bloccare le diciture ingannevoli sulle bottiglie.

Mario62
Mario62
7 mesi fa

Ogni anno siamo al punto di partenza prezzo su prezzo giù, resa alta, resa bassa i produttori non sanno cosa fare certo qualcuno nei commenti ha detto di non raccoglierle potrebbe essere una soluzione per chi ne ha poche o quantomeno fa olio per sé, ma chi ha grosse quantità e dopo che ha fatto tutti i trattamenti e quest'anno acqua a volontà ,non le raccoglie? E comunque se vi spostate di qualche chilometro 3/4€ in più le pagano questo non me lo spiego.

Aldo da milano
Aldo da milano
7 mesi fa

A Milano olio coratino comprato direttamente dal proprietario delle olive, viene pagato 12 euro a litro ….svegliatevi…

Ba Pep da corato
Ba Pep da corato
7 mesi fa

Secondo me portare tutte le olive raccolte a una o due cooperative non vendere a commercianti privati lasciare in deposito e attendere la valutazione dell'olio Corato Le aziende del centro nord devono comprare dalla cooperativa e non dai piccoli commercianti perché ogni passaggio comporta spese e guadagni di mano in mano quindi tutti in cooperativa

3 qualunque
3 qualunque
7 mesi fa

Se il Sindaco ha preso questa iniziativa,ok. Però è giusto ke sappia ke é troppo tardi.
Attualmente i giochi sono fatti, il PROBLEMA É Amonte. (Roma)
BISOGNA RIDURRE le importazioni di olio e controlli severi.
MANGI TU CHE MANGIO IO.

luigimt
luigimt
7 mesi fa

c'è una certa disparità di prezzo tra i frantoiani di Corato e quelli delle vicine Ruvo ed Andria, inconcepibile che ci siano i depositi pieni perchè lo scorso anno non c'è stata una sovra produzione, il dubbio è lecito si sono approvvigionati dall'estero? la mancanza di consorzi in settore così importante è strategico.

Sabino Lobascio
Sabino Lobascio
7 mesi fa

Purtroppo sinora nel nostro panorama cittadino abbiamo avuto dei politici fasulli,che non hanno fatto niente per promuovere il nostro oro verde,pertanto ci ritroviamo in brache di tela alla mercé degli affaristi !

3 qualunque
3 qualunque
7 mesi fa

É aumentato tutto, grazie ai grandi sapientoni.
Chiaramente olio extravergine di oliva
In ribasso.
RIDURRE LA QUANTITÀ. DI OLIO IMPORTATO .

3 qualunque
3 qualunque
7 mesi fa

E' molto facile dire nn raccogliete,
Lasciate i frantoi vuoti.
Provare per credere.
Il problema sta a monte .

Antonio Tomaselli
Antonio Tomaselli
7 mesi fa

Ölio si trova come il vino 20 anni fa, vengono a caricare tir di olive dalla Puglia per i Frantoi del Nord Italia… Sapete quanto viene venduto il prodotto finale al consumatore? 10/20 € ed anche più a Bottiglia.. Meditate bisogna fare cultura dell'olio