Attualità

Quindici regole per vivere il Parco dell’Alta Murgia: ecco “Il vademecum dell’escursionista”

La Redazione
Una serie di linee guida elaborate con le guide ufficiali dell'ente, con norme e suggerimenti per una corretta fruizione dell'area protetta, programmando un'escursione il più sicura possibile
4 commenti 496

Quindici regole base per godere del Parco in sicurezza e mantenere integro nel tempo il suo prezioso patrimonio naturale. Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia presenta “Il vademecum dell’escursionista” (clicca qui per visionarlo), una serie di linee guida elaborate con le guide ufficiali dell’ente, con norme e suggerimenti per una corretta fruizione dell’area protetta, programmando un’escursione il più sicura possibile. La speciale mascotte è la volpe, un animale socievole e particolarmente amato dagli abitanti del Parco.

«L’obiettivo è far visitare il territorio in modo consapevole» dichiara Francesco Tarantini, presidente PNAM. «Un escursionista responsabile non può fare a meno di un vademecum, una guida pratica per percorrere al meglio un itinerario e con informazioni utili in caso di necessità. Conoscere le caratteristiche dei sentieri e sapere come muoversi è essenziale per non mettere a rischio la propria incolumità e godere al meglio delle ricchezze della natura. Tra le regole – conclude Tarantini – c’è l’invito a rispettare la biodiversità dell’Alta Murgia e a non deturpare il suo patrimonio culturale, geologico e archeologico».

Il vademecum dell’escursionista” raccoglie i punti da tenere a mente per un’escursione piacevole e in sicurezza, semplici indicazioni sui comportamenti da adottare nell’area protetta e in particolare nelle zone di riserva integrale (Zona A) come il Pulo di Altamura, la Rocca del Garagnone e le Miniere di Bauxite. Tra queste, l’invito a visionare il regolamento del Parco sul suo sito ufficiale, a documentarsi sulle caratteristiche e sull’effettiva percorribilità dei sentieri leggendo le mappe e le carte topografiche, a indossare abbigliamento ed equipaggiamento adeguati, a non pernottare o campeggiare in assenza di autorizzazioni, a non abbandonare i rifiuti e a rispettare le tradizioni agro-pastorali e ogni specie che popola il Parco. Sono indicati, inoltre, i numeri di pronto intervento per il soccorso di animali selvatici e per segnalare eventuali illeciti al Reparto Carabinieri Forestali.

mercoledì 10 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Michele C
Michele C
7 mesi fa

Amo questo territorio e il suo paesaggio, per questo trovo deprimente vedere, ogni volta che ne faccio tappa, intere aree spietrate e arate

Nichilo. M.
Nichilo. M.
7 mesi fa

Purtroppo il far bisogno non conosce ostacoli. Caro Michele C.

Pier Luigi
Pier Luigi
7 mesi fa

La nostra Murgia è un qualcosa di meraviglioso, che ti lascia puntualmente senza parole; peccato per gli incivili che si ostinano a deturparla, visto che qua e là si trovano, senza troppa fatica, cumuli di rifiuti sparsi.

Ba Pep da corato
Ba Pep da corato
7 mesi fa

Attenzione ai cinghiali possono attaccare per difendere la prole