Politica

Rifiuti abbandonati nelle periferie: Regione e Anci dettano la linea di intervento

La Redazione
È stata definita una linea di azione chiara e operativa, focalizzata su diversi obiettivi
5 commenti 631

Un incontro operativo – richiesto da Anci Puglia, anche a seguito delle istanze dei sindaci dell’Area Metropolitana di Bari – si è svolto tra la Regione e la stessa Anci sul tema dell’abbandono rifiuti nelle zone periferiche ed extra urbane. L’assessora regionale all’ambiente, Anna Grazia Maraschio, ha accolto la richiesta dei sindaci, chiamando al tavolo anche Ager Puglia e la struttura tecnica regionale competente.
 
È stata definita una linea di azione chiara e operativa, focalizzata sui seguenti obiettivi: contrasto al fenomeno degli abbandoni attraverso una sinergia tra Comuni, Regione, province, Ager e forze dell’ordine, anche attraverso apposito protocollo già allo studio dell’assessorato; potenziamento delle dotazioni tecnologiche di controllo del territorio: fototrappole, droni e utilizzo delle polizie metropolitane e provinciali; revisione del meccanismo per cui tutti i rifiuti abbandonati sui cigli stradali che i Comuni virtuosamente raccolgono, purtroppo, vengono conteggiati come indifferenziato, con ricadute negative su percentuali di raccolta differenziata e su ecotassa; attivazione di  focus su pneumatici, inerti e amianto, sempre in chiave di supporto ai Comuni e miglioramento delle reti di recupero con i consorzi. Le parti hanno condiviso la linea di intervento tracciata nel corso dell’incontro e hanno concordato a breve, la sottoscrizione di un apposito Protocollo di Intesa che coinvolga i soggetti istituzionali competenti.

Da parte dell’Anci, «un ringraziamento all’Assessora per aver condiviso l’esigenza dell’incontro, anche in considerazione dell’impegno quotidiano dei primi cittadini sul fronte del contrasto a questo fenomeno, divenuto ormai vera e propria emergenza ambientale, che rischia di vanificare tutti gli sforzi di promozione e valorizzazione dei nostri territori, concordando sulla necessità di un fattivo e immediato intervento urgente».

martedì 19 Ottobre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
5 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Lucy
Lucy
8 mesi fa

Spero che si trovi una soluzione…le strade campestri sono invase da rifiuti lasciati e lanciati da cittadini incivili…sul ciglio di un nostro terreno troviamo puntualmente buttati bustoni di bottiglie di vetro…quanto vorrei beccare il soggetto che lascia ciò…

Maria
Maria
8 mesi fa

Vi invito a farvi una passeggiata per la via franchigena che porta da zona bracco al bivio per ruvo via francavilla. Uno schifo sembra una discarica. Trovate di tutto anche i materassi. Bella figura facciamo.

paola
paola
8 mesi fa

Io invece vi invito a farvi un giro per le vie di una qualsiasi cittadina del Trentino, per esempio …. ecco dovremmo imparare dal loro stesso rigore … IO nel frattempo MI VERGOGNO… ma tanto chi si rende responsabile di questi atti spregevoli manco sta a perdere tempo a leggere questi articoli …. ha altro da fare … sporcare la città

catall
catall
8 mesi fa

ma tu vedi se dobbiamo sembrare tutti dei luridi per colpa di quattro incivili, ignoranti, disagiati mentali. Mettiamo ste benedette telecamere, forse qualcuno lo becchiamo….così giusto per vederne la bella faccia……..

Antonio
Antonio
8 mesi fa

Su via Trani, Corato varie piazzole di sosta sempre invase da rifiuti e sacchi neri con rifiuti, possibile che su una strada così trafficata nessuno vede e fotografa la terga della auto dell'immobile e la invia alle autorità competenti