Spettacolo

A Paolo Strippoli il premio per la miglior regia al Taormina Film Fest 2021

La Redazione
close
A Classic Horror Story | Trailer Ufficiale | Netflix
Il riconoscimento è arrivato grazie al film "A classic horror story", prodotto da Colorado Film, che dal prossimo 14 luglio luglio verrà trasmesso su Netflix
scrivi un commento 1190

Il coratino Paolo Strippoli e il barese Roberto De Feo hanno conquistato il "Cariddi d'argento", ovvero il premio per la miglior regia al Taormina Film Fest 2021. Il riconoscimento è arrivato grazie al film "A classic horror story", prodotto da Colorado Film, che dal prossimo 14 luglio luglio verrà trasmesso su Netflix.

nn

Il film è «un omaggio alla tradizione di genere, sorprendente e dissacrante e un'assoluta novità nel variegato universo del cinema horror» è stato il commento degli organizzatori del festival cinematografico nato nel 1955 – tra i più longevi in Italia – che nel tempo ha ospitato anche Fellini, Woody Allen e John Woo.

nn

Strippoli è stato premiato insieme a grandi nomi del cinema italiano e internazionale.

nn

Il miglior film della 67ma edizione del Taormina Film Fest è infatti risultato "Next door" di e con Daniel Brühl. L'attore tedesco ha vinto anche come migliore attore del suo primo film da regista di cui è anche produttore. Il premio per la migliore attrice è andato a Matilda De Angelis, intensa protagonista di Atlas di Niccolò Castelli, prodotto da Imago Film e Tempesta e distribuito da Vision Distribution. 

nn

Oltre i premi legati al concorso, il Festival ha celebrato le eccellenze dello spettacolo con i Taormina Arte Awards consegnati sul palco del Teatro Antico alla cantautrice Francesca Michielin per la musica, ad Anna Ferzetti per la versatilità del suo talento artistico e a Ferzan Özpetek per la sua storia cinematografica, a vent'anni da Le fate ignoranti. Attribuito inoltre il premio Enit – Agenzia Nazionale del Turismo a Gianluca Jodice, sceneggiatore e regista de Il cattivo poeta, dimostrazione di un cinema capace di celebrare la bellezza del nostro paese.

nn

I premi sono stati assegnati dalla giuria presieduta dalla regista e sceneggiatrice Susanna Nicchiarelli, dalla montatrice Francesca Calvelli, dall’attrice Lolita Chammah, dallo sceneggiatore Nicola Guaglianone e dall’attore Saleh Bakri.

nn

Il film. "A classic horror story" è il primo lungometraggio di Paolo Strippoli. Cinque ragazzi, a bordo di un camper, si schiantano contro un albero per evitare la carcassa di un animale. Si ritroveranno in mezzo al nulla, la strada è scomparsa e c'è solo una vecchia casa di legno. I riferimenti sono a quel cinema horror che, a partire dagli anni settanta, regalò agli appassionati vere e proprie pietre miliari: la trilogia de La Casa di Sam Raimi, Non aprite quella porta con l'iconico Leatherface, Le colline hanno gli occhi di Wes Craven. «Abbiamo raccolto gli elementi narrativi dei grandi classici di quell'epoca, sia a livello narrativo che dal punto di vista cromatico» ha raccontato Paolo nelle settimane scorse.

nn

«Io e Roberto volevamo lavorare assieme così abbiamo abbozzato una primissima sceneggiatura (assieme a Lucio Besana, Milo Tissone e David Bellini) per la nostra casa di produzione, la Colorado. Al progetto si è interessata Netflix che ha apprezzato il soggetto e ci ha dato il via libera. Il film è nato con loro e ci hanno seguito nelle varie fasi della produzione». Nel cast figurano anche Matilda Lutz (The Ring 3, a proposito di horror) e Peppino Mazzotta (Il commissario Montalbano) e tutte le scene sono state girate tra la Puglia e Roma.

n

lunedì 5 Luglio 2021

(modifica il 3 Agosto 2022, 6:20)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti