Attualità

Vaccinazioni caregiver e familiari di disabili gravi: eliminato il limite degli under 16

La Redazione
Sarà così possibile vaccinare tutti i caregiver e familiari conviventi (maggiorenni e non in condizione di fragilità) che si presenteranno nei centri vaccinali, fino ad esaurimento scorte
2 commenti 3297

La Regione ha eliminato il limite d'età di 16 anni dei disabili gravi per le vaccinazioni di caregiver e familiari che si prendono cura di lorom, in programma nei giorni di Pasqua e Pasquetta. Sarà così possibile vaccinare tutti i caregiver e familiari conviventi (maggiorenni e non in condizione di fragilità) che si presenteranno nei centri vaccinali, fino ad esaurimento scorte.

Lo scrive il sindaco, Corrado De Benedittis, su Facebook. Il primo cittadino fa riferimento a un'integrazione della nota 22609 del 2 aprile inviata dalla Asl Bari e firmata dal direttore del Dipartimento di Prevenzione, Domenico Lagravinese, che comunica la possibilità di «estendere la vaccinazione ai caregiver e ai familiari conviventi maggiori di 16 anni in condizioni di disabilità grave (…) considerata la particolarità della popolazione target da tutelare».

«Pertanto – continua l'integrazione – nel caso si presentino soggetti appartenenti alla suddetta popolazione dovranno essere sottoposti a vaccinazione sempre fino al raggiungimento della capienza massima consentita del centro vaccinale».

Tutte le indicazioni sono riportate nella sezione specifica del sito della Regione Puglia. Il centro vaccinale di Corato sarà a disposizione domenica dalle 8.30 alle 12.30 per i cognomi dalla A alla L e lunedì dalle 8.30 alle 12.30 per i cognomi dalla M alla Z.

sabato 3 Aprile 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 13:05)

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Daniele Tarricone
Daniele Tarricone
1 anno fa

Certo che chi ci governa ha proprio il complesso d'inferiorita. Caregiver anziché badanti, vilipendio assoluto nei confronti della lingua italiana. Meno male che il nostro amico Mario Draghi vuole tutelare la lingua italiana, di questo scempio non se ne può più.

Falco Raffaele
Falco Raffaele
1 anno fa

Scusate avendo letto ora, avendo la lettera del cognome prevista oggi potrei tentare domani. (fermo restando la motivazione) grazie a chi mi risponde