Riqualificazione urbana ed extraurbana

Dalla Murgia a Piazza Buonarroti: ecco i tre progetti sostenibili finanziati dal GAL

Giuseppe Di Bisceglie
Giuseppe Di Bisceglie
close
Dalla Murgia a Piazza Buonarroti: ecco i tre progetti sostenibili finanziati dal GAL
Presentati gli interventi possibili con i fondi dello sviluppo rurale
15 commenti 1372

Tre interventi per circa un milione di euro, a cui si aggiunge anche il finanziamento di una rete di videosorveglianza finanziata dal Gal “Le Città di Castel del Monte”. È la dote che il gruppo di azione locale consegna al Comune di Corato per realizzare tre progetti nel nome della sostenibilità, che riguardano la rigenerazione di Piazza Buonarroti, nel cuore della città, ma anche interventi sulle strade extraurbane e l’installazione di due velostazioni nel cuore dell’Alta Murgia.

Tre progetti che l’amministrazione comunale già definisce “cantieri” poiché presto potranno essere realizzati. In realtà, come spiegato dall’assessore ai lavori pubblici del Comune di Corato, Vincenzo Sinisi, solo per uno dei tre progetti si attende l’aggiudicazione dei lavori, per gli altri invece si attende soltanto l’apertura dei lavori.

In particolare a breve prenderanno il via le attività di riqualificazione di Piazza Buonarroti che comprenderanno la creazione di infrastrutture su piccola scala a supporto della commercializzazione di prodotti agricoli e agroalimentari locali, delle attività di cultura enogastronomia e della promozione di artigianato e piccolo commercio tipico locale. Veri e propri mercatini che occuperanno la piazza, comunque fruibile per le normali attività cittadine nei momenti in cui le attività di vendita non vengono praticate.

L’altro intervento è il cosiddetto “Murgia Bike Sharing”, ossia quell’intervento finalizzato alla promozione e allo sviluppo del cicloturismo sostenibile attraverso la realizzazione di una rete di ciclovie servita da due velostazioni per biciclette a pedalata assistita e muscolari, con stazioni di ricarica a energia rinnovabile fotovoltaica. Le biciclette sono già nel patrimonio del Comune. Si attende l’ok per la realizzazione dei luoghi di custodia.

L’ultimo intervento riguarda il rifacimento delle strade rurali, interne al Parco Nazionale dell’Alta Murgia. Verrà eseguita la riqualificazione funzionale e la manutenzione della viabilità sulle seguenti strade:

  • Tratturello Canosa – Ruvo
  • Contrada Piede Piccolo
  • Contrada Torre Mascolo
  • Boschigni
  • Contrada Pedale
  • Contrada Torre di Nebbia
  • Viale Regio

Alla presentazione delle misure sono intervenuti, insieme al presidente del Gal “Le Città di Castel del Monte”, Michelangelo De Benedittis, il sindaco di Corato Corrado De Benedittis, gli assessori Vincenzo Sinisi e Antonella Varesano e l’architetto progettista Michele Venuti.

Nelle interviste realizzate nel corso del convegno, il presidente del GAL Michelangelo De Benedittis, l’assessore Vincenzo Sinisi e il sindaco Corrado De Benedittis spiegano gli interventi.

martedì 21 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
15 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
M.C.
M.C.
7 giorni fa

Tutti lavori inutili..piazza Parini secondo me era più importante riqualificarla e poi prima delle periferie c’è il cuore della città che urge lavori….fanno tutte le cose al contrario…..e poi gli ubriaconi dove andranno a bivaccare??

Ansari Moltres
Ansari Moltres
6 giorni fa
Rispondi a  M.C.

Piazza Buonarroti è notoriamente in periferia. Invece Piazza Parini è nel cuore di Corato.
Sospetto che la riqualificazione che lei intende consista nella cementificazione di Piazza Parini. Via alberi e ombra. Meglio 4 panchine, 8 lampioni e il resto parcheggio.

CF@
CF@
6 giorni fa

Ma il Sindaco e i presenti conoscono il territorio, sanno che nelle strade (St esterna San Cristoforo, Cascarea tanto per citarne alcuni) sono TOTALMENTE IMPRATICABILI, sanno che mancano i segnali stradali agli incroci, sanno che le strade da loro pubblicizzate (guarda caso) sono vergognosamente pieni di rifiuti (di tutte le tipologie) abbandonati da tempo e che in questo periodo, dalla plastica alle gomme passando dall’ethernit, vengono sistematicamente date alle fiamme? Ma soprattutto sapete di cosa state parlando?

Vincenzo Quinto
Vincenzo Quinto
6 giorni fa
Rispondi a  CF@

Abbiamo Corato con mille problemi e CF ste’ a pnza’ for a r Murg……….che tra l’altro e’ territorio di Ruvo!!! E’ asse’ u dann!!!!!

CF@
CF@
6 giorni fa
Rispondi a  Vincenzo Quinto

Se la competenza fosse del Comune di Ruvo, le posso assicurare che non saremmo arrivati a questo scempio. Ciò detto, non confonda Strada Esterna con Viale Esterna San Cristoforo. E per finire la sterile polemica, se gli va bene vivere coi rifiuti, oppure lasciare impuniti coloro i quali (e c’è ne sono tanti) lanciano al volo buste nere in città come nei suddetti viali, ha trovato il paese e l’amministrazione giusta, complice e disinteressata alle doglianze dei cittadini. Questo è il danno. (scritto in italiano). Grazie

Ansari Moltres
Ansari Moltres
6 giorni fa

“E sotto casa mia non si fa niente?” Questo il commento tipico del coratino, sia qui che per strada. Conoscete i limiti dei bandi? Le condizioni per ottenere i finanziamenti? Avete competenze in materia urbanistica e di progettazione?
Io no. Però sono contento che alcuni luoghi siano restituiti ad un uso più urbano e civile. Questo non vuol dire che non si possa fare meglio e di più. Ma da qualche parte bisogna iniziare.

M.C.
M.C.
6 giorni fa
Rispondi a  Ansari Moltres

Quindi hai detto bene se non sai niente dell’argomento ..i bandi si fanno con criterio non a caso ci vuole competenza tutto il resto non serve…

Ansari Moltres
Ansari Moltres
6 giorni fa

Dimenticavo. St. Esterna S. Cristofaro è in agro fi Ruvo. Non sapete dove abitate e criticate.

Antonio Caputo
Antonio Caputo
6 giorni fa
Rispondi a  Ansari Moltres

appunto!!

CF@
CF@
6 giorni fa
Rispondi a  Antonio Caputo

Appunto, si aggiorni prima di commentare.

CF@
CF@
6 giorni fa
Rispondi a  Ansari Moltres

Se mi permette, so benissimo dove abito e non confonda Strada Esterna con Viale Esterna San Cristoforo. Forse la strada non la conosce nè Lei nè tantomeno il Sindaco, Certo se fosse territorio di Ruvo non ci sarebbe questo schifo.

Ansari Moltres
Ansari Moltres
5 giorni fa
Rispondi a  CF@

Mi perdoni, ma è lei ad aver scritto St Esterna e non Viale Esterno. Ad ogni modo la polemica che pone è sterile. I rifiuti li abbandonano i cittadini, non gli amministratori (poi non si sa mai…). Per queste situazioni esiste la denuncia alle guardie ambientali e, se parla di Viale Esterno, anche alle autorità del Parco dell’Alta Murgia, visto che si tratta di aree limitrofe e di interesse. Il punto, evidenziato in un mio altro commento, è che la logica coratina è lagnarsi con il sindaco, senza poi fare nulla. Gli strumenti ci sono. Magari non funzionano immediatamente. Ma per interrompere una spirale di inciviltà bisogna anche fermare la logica feudale del signorotto che risolve i problemi dei sudditi.
La invito a sporgere denuncia. È gratis e, non ci crederà, spesso funziona.

pino
pino
5 giorni fa
Rispondi a  Ansari Moltres

certo ha perfettamente ragione…..pero in sede di campagna elettorale prometteva cose che non ha ancora fatto (le strade, i buchi, l asfalto, il bitume gli ammortizzatori alle autooooo )…non mi dica immediatamente perche’ sono passati 2 anni….secondo il mio modestissimo parere qst sindaco si e’ svelato uguale a tutti gli altri precedenti……..buon pranzo

CF@
CF@
5 giorni fa
Rispondi a  Ansari Moltres

Denuncio da tempo questo scempio del nostro e non del mio territorio. Credo che il Sindaco in qualità di primo cittadino, dovrebbe avere almeno il buonsenso di ascoltare. Nella visione politica di questa amministrazione ciò non è contemplato. Il signorotto è stato eletto e deve svolgere le proprie funzioni e provvedere a sollecitare gli enti preposti, le guardie ambientali, la forestale e tutti coloro che hanno responsabilità. E non cerco nessuno che deve risolvere il problema, vorrei semplicemente che tutti siano responsabili dal primo cittadino all’ultimo. E non è una polemica sterile e le denunce, purtroppo, non funzionano. Grazie

S.M.
S.M.
6 giorni fa

Giusta osservazione meglio rifare Piazza Parini diventata ormai centro per bisogni dei cani.