In collaborazione con Fiore di Puglia

Quali vocaboli pugliesi conoscere per una vacanza da local

Quali vocaboli pugliesi conoscere per una vacanza da local
Chi visita la Puglia necessita di un vademecum linguistico per non perdersi tra parole e suoni di difficile comprensione. Per questo abbiamo messo a punto un dizionario pugliese che vi permetterà di muovervi da veri local tra prodotti tipici e posti da visitare
scrivi un commento 8

Conoscere tutti i dialetti pugliesi è davvero un’impresa impossibile: in questa regione il detto “Paese che vai, dialetto che trovi!” è una verità assoluta.

Chiunque visita la Puglia necessita infatti di un vademecum linguistico affinché non ci si perda tra parole e suoni di difficile comprensione. Proprio per questo motivo abbiamo messo a punto un dizionario pugliese che vi permetterà di muovervi come dei veri local tra prodotti tipici e posti da visitare.

Dal Gargano al Salento: cosa visitare in Puglia

Se state organizzando i posti da visitare non appena arrivati in Puglia, potreste trovarvi leggermente in difficoltà.

A nord c’è u Gargàne, promontorio ricco di caratteristici e graziosi paesi dove gustare la verace cucina pugliese. Passando Rocchetta Sant’Antonio vi consigliamo di fare una scorta degli scaldatelli (taralli impastati con farina, olio e acqua) ideale da assaggiare con un bicchiere di mjère locale.

Scendendo verso sud troverete l’imponente Castìide, maniero caro a Federico II di Svevia dove è possibile immergersi in misteriose atmosfere. Dopo la visita al Castel del Monte c’è un’altra tappa immancabile: quella dei trulli di Alberobello.

I trùdde, così chiamati in dialetto, sono delle costruzioni realizzate con tecnica dei muretti a secco (parieti) che resistono da secoli senza l’aiuto di malta o cemento.

Tutti al mare nelle acque della Puglia

In estate, spostandosi verso la costa, è necessario andare ammàre, un termine che ha un po’ a che fare con l’amore. Non appena arrivati nella spiaggia del vostro itinerario – quelle del Salento sono le più apprezzate – basterà posizionare la sègge (sedia) con il vostro mannìle (asciugamano), l’umbrellòone e tuffarsi nelle limpide acque della Puglia.

Piatti tipici in dialetto: quali sono i più importanti

I termini dialettali riguardano anche la cucina regionale. I local sono ghiotti, giusto per citare alcune prelibatezze, di pàne e pemedòre, strascenàate o pe re brasciòle o pe re cìme de ràape, gli gnemarìidde (torcinelli di fegato), le panzèrotte (panzerotti), la fecàzze (la focaccia) e i taràdde (taralli).

Soprattutto questi ultimi possono salvarvi la vita in svariate occasioni. Un esempio calzante è quello di un viaggio on the road: un piccolo pacco di taralli in borsa vi permetterà di non fermarvi e continuare con il vostro itinerario.

I taralli sono ormai acquistabili in qualsiasi supermercato: tra le aziende a scaffale spicca Fiore di Puglia, realtà impegnata nella creazione di un vasto numero di prodotti adatti a ogni tipo di esigenza.

L’ultimissima novità riguarda la messa in commercio di un packaging perfetto per i viaggi in macchina che consiste in un bicchiere di carta da mettere nel vano apposito che vi permetterà di mangiare senza distrarsi dalla strada.

giovedì 16 Giugno 2022

(modifica il 21 Giugno 2022, 15:53)

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti