In collaborazione con Arti Grafiche Macaluso

Guida pratica alle gite di gruppo

Cappello
Il cappello
Anche l’abbigliamento è importante: studiate bene le condizioni atmosferiche e procuratevi dei cappelli personalizzati
scrivi un commento 197

Con l’arrivo della bella stagione arriva il momento di organizzare delle gite fuori porta. Dopo due anni di pandemia da Covid-19, anche le scuole hanno ripristinato i viaggi d’istruzione e le visite guidate. Il turismo riparte. C’è chi continua a preferire i viaggi fai da te e chi, invece, adesso preferisce
rivolgersi alle agenzie di viaggio. Il vantaggio? Maggiore tutela e un’assistenza dedicata in vista di possibili imprevisti. Nel settore dei viaggi, la vera novità è il boom dei viaggi in gruppo. Perfino i viaggi di nozze ora si fanno in compagnia. Si chiamano buddymoon e questa formula, secondo i tour operator, è il modo migliore per accostarsi a viaggi in paesi o situazioni che potrebbero presentare difficoltà logistiche, linguistiche o culturali, che gli sposi preferiscono non affrontare da soli.

Organizzare viaggi di più persone ha i suoi vantaggi come, per esempio, poter usufruire dello sconto gruppi per l’ingresso dei musei. Tuttavia, è senza dubbio più difficoltoso perché ci si ritrova a gestire un gruppo eterogeneo di persone. Una buona organizzazione è alla base di un buon viaggio. Pertanto, innanzi tutto è fondamentale partire con un itinerario prestabilito: scegliete i luoghi da visitare con largo anticipo, stabilite delle soste e provate a lasciare dei momenti liberi in cui ciascuno può dedicarsi a ciò che più preferisce. Viaggiare sì, ma sempre con le dovute precauzioni. Non dimenticate pertanto un kit di pronto soccorso, un repellente per gli insetti (qualora fosse necessario), un gel igienizzante e della mascherine FFP2 di scorta. Anche l’abbigliamento è importante: studiate bene le condizioni atmosferiche e procuratevi dei cappelli personalizzati che vi consentano di ripararvi dal sole e di essere ben riconoscibili tra la folla; inoltre, portate con voi sempre un impermeabile in caso di vento o pioggia. Per il rinfresco, invece, portate delle borracce con dell’acqua ma attenzione e non caricarvi troppo, meglio se la capienza non superi i 50 cl

martedì 14 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti