La tradizione

“Guerin Meschino”, a Bari uno spettacolo per celebrare la collezione di Pupi e marionette a filo di Aldo Mosca

Guerin Meschino di Aldo Mosca
Guerin Meschino di Aldo Mosca
scrivi un commento 410
Lo spettacolo vuole celebrare l’avvio della procedura di dichiarazione di interesse culturale della collezione di Pupi e marionette a filo di Aldo Mosca in Corato, puparo ed erede morale della tradizione del teatro dei Pupi di scuola catanese, diffusa in Puglia fra Corato e Barletta dalla famiglia Immesi a partire dalla fine dell’800
Da venerdì, 10 giugno 2022
a sabato, 11 giugno 2022
Bari
Via Pier l'Eremita, 25/Bmostra mappa

Da venerdì, 10 giugno 2022 a sabato, 11 giugno 2022

“Guerin Meschino”, a Bari uno spettacolo per celebrare la collezione di Pupi e marionette a filo di Aldo Mosca
Aggiungi al calendario

La Soprintendenza Archeologia, belle arti e paesaggio per la città metropolitana di Bari il 10 giugno prossimo inaugura con uno spettacolo di marionette ispirato al Teatro dei Pupi, aperto ad adulti e bambini, l’inizio delle aperture straordinarie del Chiostro di Santa Chiara, all’interno del Piano di Valorizzazione MiC dei luoghi della cultura 2022.

Lo spettacolo vuole celebrare l’avvio della procedura di dichiarazione di interesse culturale della collezione di Pupi e marionette a filo di Aldo Mosca in Corato, puparo ed erede morale della tradizione del teatro dei Pupi di scuola catanese, diffusa in Puglia fra Corato e Barletta dalla famiglia Immesi a partire dalla fine dell’800. L’eccezionalità della collezione Mosca risiede nell’operazione di salvaguardia di un patrimonio intangibile e, soprattutto, nella fusione culturale fra l’antica tradizione siciliana ed una rielaborazione locale, di questa arte, ancorandola alle radici storico-culturali e identitarie autoctone.

Già nel 2008 l’Italia ha iscritto l’Opera dei Pupi nella Representative List of the Intangible Cultural Heritage of Humanity dell’UNESCO quale mezzo di trasmissione di un patrimonio immateriale esistente e salvaguardabile in virtù della sua “ripetibilità”. Lo spettacolo, a cura della Pro loco Quadratum di Corato e del Gruppo teatrale Arca con il sostegno delle ditte Coger srl e Musto Service, metterà in scena il Guerin Meschino di Andrea da Barberino, opera di letteratura cavalleresca fortemente legata al territorio pugliese e il cui adattamento teatrale è a firma dello stesso Mosca.

Si narra di Guerino, “un principe schiavo alla ricerca delle sue origini tra Oriente e Occidente”, figlio di Milone – principe di Taranto e fratello del Re di Puglia – e di Fenisia, regina di Albania. Il principe Guerino, ancora neonato, sarà allontanato dal suo regno e dai genitori e, date le sue origini sconosciute, sarà ribattezzato “il Meschino”. La vicenda, ambientata nel I secolo d.C., si snoda sullo sfondo di un conflitto etnico-religioso, in grado di proiettare lo spettatore in un tempo passato e, contemporaneamente, porre riflessioni quanto mai attuali alla luce della cronaca internazionale.

Alla fine dello spettacolo, sarà possibile osservare da vicino le marionette dei paladini che si distinguono per le dimensioni (altezza compresa fra 80 e 100 cm), per essere molto pesanti e manovrate dall’alto, non soltanto per mezzo dei fili che comandano i movimenti dei vari arti, ma anche mediante una robusta asta di ferro agganciata alla testa, necessaria per sostenere e spostare l’intera marionetta. Lo spettacolo sarà replicato sabato 11 giugno..

mercoledì 8 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti