Attualità

Il 5 per mille arriva anche in Italia?

La Redazione
Se si sceglie di donare questa quota del proprio IRPEF ad un'associazione no profit impegnata in campo umanitario, gli aiuti raggiungono anche i nostri connazionali? Approfondiamo la tematica
scrivi un commento 58

Il 5 per mille arriva anche in Italia? Se si sceglie di donare questa quota del proprio IRPEF ad un'associazione no profit impegnata in campo umanitario, gli aiuti raggiungono anche i nostri connazionali? Questa è una delle tante domande che vengono poste dai cittadini sul 5 per mille: un argomento ancora oggi piuttosto nebuloso e poco chiaro a molti. Vediamo allora insieme di approfondire questa tematica, per scoprire come fare una donazione cinque per mille e come funziona il suo calcolo.

5 per mille: cos'è e come viene calcolato

Il 5 per mille è una quota dell'IRPEF, ossia dell'imposta sul reddito delle persone fisiche, che ogni contribuente può scegliere di destinare ad un ente o un'associazione del terzo settore. L'importo viene calcolato sulla base dell'Irpef versato da parte di ognuno ed equivale allo 0,5% delle imposte totali. È dunque piuttosto semplice capire a quanto ammonta il proprio 5 per mille, in quanto è sufficiente conoscere il proprio IRPEF totale e su questo calcolare lo 0,5%.

Il 5 per mille è stato introdotto nel 2006 e da quel momento in poi ha costituito un'importantissima forma di sostegno economico per tutte le associazioni no profit e gli enti impegnati in attività di utilità sociale. È bene specificare sin da subito che ogni contribuente è libero di scegliere se donare il proprio 5 per mille oppure non farlo: in quest'ultimo caso la quota rimane nelle casse dello Stato.

Chi può beneficiare del 5 per mille

Possono beneficiare del 5 per mille le associazioni no profit e gli enti che operano in uno dei seguenti settori di utilità sociale:

·         Volontariato

·         Ricerca medica/sanitaria

·         Ricerca scientifica e universitaria

·         Politiche sociali del Comune

·         Attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici

·         Attività sportive di carattere dilettantistico

·         Sostegno alla gestione delle aree protette.

Per avere diritto al 5 per mille, l'associazione deve presentare apposita domanda che viene presa al vaglio dagli organi preposti. In caso di approvazione, il nominativo viene inserito negli elenchi dell'Agenzia delle Entrate.

Come donare il 5 per mille ad un'associazione

Per donare il proprio 5 per mille ad un'associazione nello specifico è sufficiente presentare la dichiarazione dei redditi ossia compilare l'apposito riquadro all'interno del Modello 730 oppure del Modello Unico. È bene ricordare però che anche coloro che non presentano la dichiarazione dei redditi possono donare il proprio 5 per mille. È infatti sufficiente compilare il modulo allegato alla Certificazione Unica (CU) che viene data dal datore di lavoro e consegnarlo in un ufficio postale.

Le modalità per la destinazione del 5 per mille, in tutti i casi, sono 2:

1.      Si può destinare il proprio 5 per 1000 ad un determinato settore (ricerca scientifica, volontariato, ecc.) firmando nel rispettivo riquadro. In questo caso la quota viene ripartita equamente tra tutti gli enti e le associazioni che sono presenti nell'elenco dei beneficiari dell'Agenzia delle Entrate e che appartengono a quell'ambito;

2.      Si può destinare il proprio 5 per 1000 ad una determinata associazione, firmando nel riquadro del settore di riferimento ed indicando il codice fiscale. In tal caso, la quota viene destinata interamente al soggetto beneficiario che si è scelto.

Il 5 per mille arriva anche in Italia?

In molti si chiedono se destinando il 5 per mille ad una determinata associazione no profit i fondi vengano utilizzati anche in Italia e la risposta è sì, in molti casi. Donando il 5 per mille a Medici Senza Frontiere ad esempio, che è una delle organizzazioni più consigliate per chi desidera sostenere il volontariato, si sostengono campagne sanitarie anche in Italia. Medici Senza Frontiere infatti è attiva anche nel nostro Paese, con campagne in risposta all'emergenza Coronavirus e non solo.

lunedì 11 Aprile 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti