Il report Asl

Covid, a Corato 59 nuovi casi dal 20 al 26 dicembre. Il 62% della popolazione ha fatto la terza dose

La Redazione
Su una popolazione vaccinabile di 42.403 persone il 91% ha ricevuto la prima dose, il 90% ha ricevuto entrambe le dosi. Terza dose per il 62% della popolazione over 16 che ha completato il ciclo primario almeno 5 mesi fa
2 commenti 1203

La marcata tendenza al rialzo delle nuove positività viene registrata anche nel report della settimana 20-26 dicembre. Il tasso d’incidenza settimanale sale sino a 174,5 casi per 100mila abitanti, in incremento del 67,9% rispetto al dato rilevato sette giorni fa e con conferme di crescita anche nelle ultime ore. Il tasso calcolato al 30 dicembre, infatti, è già a quota 334 per 100mila abitanti. A Corato, nella settimana che va dal 20 al 26 dicembre, sono stati registrati 59 casi con un tasso di incidenza di 124,1, superiore al valore della settimana precedente che era di 103.

Sul versante della campagna anti-Covid, che dura ininterrottamente da un anno, i centri vaccinali del territorio hanno sinora somministrato 2 milioni e 485.432 dosi, tra prime, seconde dosi e richiami. In forte ascesa la campagna con dose “booster”: ne sono state somministrate 435.649. Prosegue molto bene anche la vaccinazione in età pediatrica, riservata a bambine e bambini tra 5 e 11 anni, con oltre 11.700 somministrazioni eseguite in quasi due settimane tra sedute scolastiche, Open day in hub e l’attività dei pediatri di libera scelta. Spiccano, in particolare, i buoni risultati ottenuti in breve tempo sia tra i più piccoli – il 15% dei 5-11enni, 20% nella sola Bari, ha già ricevuto la prima dose rispetto all’8,2% in Italia – sia per la copertura “booster” assicurata a chi ha completato il ciclo da almeno 5 mesi. A Corato, per quanto riguarda le vaccinazioni, su una popolazione vaccinabile di 42.403 persone (ovvero dai 12 anni in su) il 91% ha ricevuto la prima dose, mentre l'90% ha ricevuto entrambe le dosi. Terza dose effettuata per il 62% della popolazione over 16 che ha completato il ciclo primario almeno 5 mesi fa.

Il 63% dei residenti over 16 di Bari e provincia hanno avuto accesso al richiamo, con punte del 73% tra i 70-79enni e dell’86% tra gli over 80. Fondamentale l’adesione dei residenti della città di Bari: il 93% degli over 12 ha completato la scheda vaccinale e il 67% dei vaccinabili over 16 ha rinforzato la protezione col booster. Il “messaggio” degli ultraottantenni di Bari, anche in questo caso, è molto chiaro: l’87% ha già ricevuto il richiamo. Il grande lavoro dei centri vaccinali si riflette nell’elevata copertura vaccinale garantita alla popolazione, giunta ormai al 92% con ciclo completo tra gli over 12, sia per fasce di età sia per categorie di rischio. Dai 50 anni in poi, inoltre, il 97% dei residenti a Bari e provincia ha fatto la prima dose e completato il ciclo primario. In crescita anche le percentuali nell’ampia fascia dai 12 anni ai 49: l’88% ha ricevuto almeno la prima dose, l’86% ha ultimato la scheda vaccinale.

Il grafico dell'andamento del Covid a Corato dall'inizio della pandemia (marzo 2020). In base ai dati forniti da Asl Bari, Prefettura di Bari e Comune di Corato, sono indicati i positivi per data, il totale dei decessi, il totale dei positivi e il totale dei guariti.

venerdì 31 Dicembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Graziano
Graziano
5 mesi fa

Quando si arriverà al 90% della terza dose potremmo finalmente cominciare con la quarta e poi con la quinta. E così via.

Animo36
Animo36
5 mesi fa

..Io mi chiedo, dopo questi dati, come mai i contagi aumentano??