Attualità

«Una realtà da combattere»: alla Casa famiglia della Mamma si parla di violenza contro le donne

La Redazione
Un incontro coordinato da Mariella Medea Sivo e organizzato dalla Fidapa di Corato e dal Rotary Club di Corato
scrivi un commento 393

Venerdì 26 novembre alle 18.30, in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne, nata per volere dell’Onu nel 1999 e celebrata ogni anno il 25 novembre, si terrà un incontro coordinato da Mariella Medea Sivo e organizzato dalla Fidapa di Corato e dal Rotary Club di Corato nella Casa famiglia della Mamma in via Santa Faustina Kowalska.

Parteciperanno all'incontro la Senatrice Angela Bruna Piarulli facente parte della Commissione Giustizia, e il magistrato di origini barlettane Francesco Messina, attualmente in carica come Gip/Gup presso il Tribunale di Pesaro. Ad impreziosire il dibattito un reading teatrale a cura di Luciana De Palma, Federico Lotito e Florisa Sciannamea. Saranno esposte alcune opere dell’artista coratino Vincenzo Mascoli. La serata si concluderà con la proiezione di alcune foto a tema del gruppo fotografico #WeAreInBari.

«L’incontro serve a ricordarci che la violenza di genere è purtroppo ancora una realtà diffusa da combattere, e che la strada da percorrere è ancora lunga» spiegano gli organizzatori. «È tempo di formulare una concezione più ampia della valorizzazione della donna  per il progresso del mondo che deve riguardare tutti gli aspetti dell’esistenza umana: economica, sociale, intellettuale, culturale, spirituale e morale. Gli stereotipi di genere costituiscono il substrato culturale della discriminazione e in ultima analisi del femminicidio; sono le permesse, i presupposti che lo generano e lo rendono possibile. La discriminazione e la violenza sulle donne, infatti, sono possibili perché vengono esercitate su persone a cui non viene riconosciuta la stessa dignità esistenziale che ad altre».

mercoledì 24 Novembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti