Attualità

Cannibalizzato il Doblò di Nicole. Amarezza della famiglia: «Complice chi acquista ricambi in nero»

La Redazione
Il mezzo - rubato due settimane fa a Corato - è stato ritrovato questa mattina nelle campagne di Bitonto dalle forze dell'ordine che poi hanno contattato la famiglia della bimba tetraplegica, vittima di questo vile furto
15 commenti 9760

Del Fiat Doblò di Maria Nicole – la bimba tetraplegica che solo grazie a questo veicolo poteva spostarsi per andare a scuola e sottoporsi alle terapie – sono rimaste solo nude lamiere e la pedana speciale installata sul retro. Il mezzo – rubato due settimane fa a Corato – è stato ritrovato questa mattina nelle campagne di Bitonto dalle forze dell'ordine che hanno immediatamente contattato la famiglia della piccola. A nulla, evidentemente, è valso l'appello lanciato dalla famiglia non appena scoperto il furto.

Come detto, della vettura è rimasto davvero poco. Sono stati asportati motore, ruote, cruscotto, airbag e altri accessori che molto probabilmente finiranno nel grande mercato nero dei pezzi di ricambio. Sono spariti – sembra assurdo ma è così – anche gli zaini di Nicole e del fratellino Pietro con all'interno i disegni dei due bambini. Oltre alla carcassa del Fiat Doblò, è stata lasciata la pedana speciale e alcuni libri completamente inzuppati dalla pioggia di questi giorni.

«Siamo molto amareggiati» dice Loredana Bucci, la zia della piccola, portavoce anche del pensiero della famiglia. «Le immagini del mezzo sventrato spero tocchino non solo la coscienza dei ladri, ma anche quella di coloro che utilizzeranno i pezzi di ricambio dell'auto per sistemare la propria. È come se avessero rubato ad una bimba disabile, perché chi acquista dal mercato nero è complice del furto».

Nei giorni successivi al furto si è mossa una grande macchina di solidarietà. «Siamo davvero grati a tutti quelli che ci hanno teso una mano» continua la zia della bambina. «Abbiamo ricevuto solidarietà da tutta Italia. C'è chi da Rimini si è reso disponibile per ospitare Maria Nicole nei giorni dell'intervento. Un grazie di cuore va a Fabrizio Tarantini, di Bucci e Tarantini, che ha messo a sua disposizione un mezzo con pedana per disabili, fondamentale per il ritorno a scuola di Maria Nicole e per effettuare le visite mediche. Continueremo ad utilizzarlo fino a quando non troveremo una nuova soluzione».

venerdì 15 Ottobre 2021

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
15 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Ciccio Bino
Ciccio Bino
8 mesi fa

Farabutti. Ok grande sfida … Proposta per tutti i coratini. Ne siamo circa 40 mila, un euro ciascuno compriamo un mezzo nuovo. Chiediamo l’iban alla famiglia e si parte !!!!!!!

Perrone Cataldo
Perrone Cataldo
8 mesi fa

Gente molto cattiva!!!
Ancora più cattiva. Ho acquista ..

Angela  Mazzilli Ventura-Corato
Angela Mazzilli Ventura-Corato
8 mesi fa

“Coscienza dei ladri ?” È chiaro, ora, che non ne hanno… come già detto e scritto, saranno dei MORTI DI FAME questi “signori”, perché, persino i mafiosi, i bambini, li lasciano stare, figurati “alcuni” bambini, e Maria Nicole è una bambina speciale ???? nell'accezione buona del termine. Speriamo nel Karma ??? Chissà… Anche questo, già scritto. Forza Maria Nicole !!! Non saranno tutte così le persone (i “MORTI DI FAME”) che incontrerai sulla tua “strada”… alcune risulteranno eccezionali, come quelle che ti stanno aiutando !!!

Roselli Daniela
Roselli Daniela
8 mesi fa

Non ci sono parole per questo gesto crudele…

pasquale Zucaro
pasquale Zucaro
8 mesi fa

dobbiamo avere il coraggio di affermare, che nella nostra società ci sono brave persone che rispettano le leggi, pagano le tasse e collaborano al progresso civile della collettività e altre persone che invece danno solo fastidio e sono un peso per tutti.

Lotito Adriana
Lotito Adriana
8 mesi fa

Non si può fare una raccolta fondi per aiutare questa famiglia?

Olivieri Mauro
Olivieri Mauro
8 mesi fa

Ne siamo 50 milla abitanti si può fare una colletta e comprarlo nuovo

Olivieri Mauro
Olivieri Mauro
8 mesi fa

A Corato ne siamo 50 milla abitanti si può fare una raccolta fondi prenderlo nuovo

Ss
Ss
8 mesi fa

Questi sono i ladri della nuova generazione.Come questo mondo :MALEFICI.Anche quelli sono cambiati……..Noi non possiamo fare molto.Dovremmo aiutare tanta gente in difficolta’sempre.Mi e’ capitato di leggere che sono state effettuate donazioni di macchinari al nosocomio coratino, da parte di una importante azienda coratina.Bhe’questa volta potrebbe donare a questa famiglia.

Aldo
Aldo
8 mesi fa

Spero di cuore che la nostra società venga inghiottita in un oblio senza fine… Non ci meritiamo nulla… Oppure che gli scienziati scoprano il vaccino per debellare il vero virus della nostra società: l'essere umano… È uno schifo devastante, dire che sono senza parole per sti p@@@ di m@@@ è poco… Ma sì tanto c'è la legge, che funge da deterrente, punisce e riabilita questi diciamo “signori”… Vedere queste immagini fa più male dell'aver saputo dello spregevole gesto… Ah mamm'… Poveri noi ..

Luigi Murgiano
Luigi Murgiano
8 mesi fa

Sono d'accordissimo con la raccolta fondi

Mest Luig
Mest Luig
8 mesi fa

I veri delinquenti sono anche uomini e in questi casi anche galantuomini. Questi invece sono quattro rubagalline incapaci e ignoranti con il cuore pieno di merda.

Gigi Gusto
Gigi Gusto
8 mesi fa

Che gente di m… Ottima l'idea di contribuire con una colletta per acquistare un nuovo mezzo

Stolfa Filomena
Stolfa Filomena
8 mesi fa

Aiutiamo questa famiglia con lenostre offerte. Un gesto vero di solidarietà è meglio di ogni commento

Rossana De Palma
Rossana De Palma
8 mesi fa

Concordo pienamente …attendiamo l'Iban…facciamo vedere la Corato bella, quella piena di valori e ” vicina” ai veri guai… come questo creato alla piccola splendida Nicole e alla sua meravigliosa famiglia.