Cronaca

Giovane sfregiata al viso con un coltello, importante intervento di chirurgia plastica al Bonomo

La Redazione
La donna, 24 anni, è stata operata d'urgenza: ad effettuare l'intervento è stato il responsabile del reparto, il medico coratino Savino Arbore, insieme alla dr.ssa Antonella Zagaria
3 commenti 4954

Il fatto risale, avvenuto a Canosa, risale a pochi giorni fa: una 24enne di nazionalità marocchina viene sfregiata al viso con un coltello dal marito 42enne, connazionale, dopo essersi rifiutata di avere con lui un rapporto sessuale. L'uomo è stato fermato dalla Polizia di Stato a Ruvo. La donna, invece, è stata operata d'urgenza dai medici del reparto di chirurgia plastica del Bonomo di Andria. Ad effettuare l'intervento è stato il responsabile del reparto, il coratino Savino Arbore, insieme alla collega Antonella Zagaria.

Un'operazione molto complessa, effettuata in anestia generale: impossibile, infatti, agire localmente a causa dell'ampiezza delle ferite, alcune delle quali lunghe 20 centimetri. Stando alla cronaca del fatto, l'uomo aveva quasi staccato l'orecchio sinistro della moglie che è stato ricostruito. Sull'intervento chirurgico sono giunti gli apprezzamenti da parte del presidente del consiglio comunale di Andria, Giovanni Vurchio.

«Scrivo perché spinto da un sincero e profondo sentimento di gratitudine» ha affermato. «In un momento storico in cui troppo spesso si sente parlare di malasanità, ho potuto constatare l’elevato livello di competenze professionali presente nella nostra struttura sanitaria. Mi riferisco in particolare al Reparto di Chirurgia plastica dell'ospedale Buonomo di Andria (composta dal Responsabile Dr Savino Arbore coadiuvato dalla Dr.ssa Antonella Zagaria) assistita dal personale infermieristico e dagli anestesisti della Sala Operatoria del Bonomo che, martedì 17 agosto, hanno eseguito, in regime di urgenza, un delicato intervento ricostruttivo del volto di un intero padiglione auricolare e delle mani di una giovane paziente immigrata gravemente ferita a coltellate dal marito durante un litigio. L’intervento si è reso necessario per la ricostruzione di uno dei due padiglioni auricolari quasi completamente amputato da una coltellata e per la ricostruzione del volto pesantemente sfigurato durante l’aggressione. L’intervento in anestesia generale, durato oltre 3 ore, ha avuto completo successo sia da un punto di visita estetico che funzionale. A tutta l'equipe – conclude Vurchio – vanno i miei sinceri complimenti e un incoraggiamento a proseguire questa tanto importante è difficile missione. Grazie a tutti dal profondo del cuore».

giovedì 26 Agosto 2021

Notifiche
Notifica di
guest
3 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Carmine Patruno
Carmine Patruno
10 mesi fa

Congratulazioni a quest’altra eccellenza coratina!!

Licio
Licio
10 mesi fa

Per fortuna abbiamo fior di professionisti anche a casa, e' nostro preciso compito pubblicizzare queste eccellenze affinche' possano fare da traino ai nostri ragazzi e fare di tutto per farli lavorare al meglio in strutture sempre piu' all'avanguardia. Bravissimi!!!!!

Cataldo Ferrara
Cataldo Ferrara
10 mesi fa

Molte volte noi meridionali siamo abituati a tradire la nostra Terra per metterci in mano a bravissimi medici del Nord, questa del ospedale Bonomo di Andria è la dimostrazione reale che qui abbiamo eccellenze professionali, probabilmente è chi gestisce la sanità pubblica locale che dovrebbe darne più merito e visibilità. In ogni caso va un grandissimo plauso ai nostri medici Savino Arbore e alla dottoressa Zagaria. Complimenti per la vostra eccellente bravura. ????????????????