Lavori pubblici

Via Andria al buio, De Benedittis: «Inaccettabile, da domani voglio vedere gli operai al lavoro»

Giuseppe Di Bisceglie
Giuseppe Di Bisceglie
Il sopralluogo del sindaco in via Andria
Il sopralluogo del sindaco in via Andria
Stamattina il sopralluogo del primo cittadino, del dirigente e dell'assessore al ramo per superare la criticità
12 commenti 3422

Chi vive nella zona di via Andria da alcuni giorni sta vivendo un disagio importante legato al non funzionamento della pubblica illuminazione. Per rientrare a casa, in molti, si fanno luce con la lampada del telefono cellulare pur di non inciampare nelle innumerevoli insidie di una strada che necessita di urgente manutenzione. Via Andria è una strada che da molto tempo non è interessata da manutenzioni. Marciapiedi sconnessi, verde del tutto abbandonato e ora ci si mette anche l’illuminazione a rendere ancor più difficoltosa la vita per chi abita da quelle zone.

Questa mattina il sindaco, l’assessore ai lavori pubblici, il dirigente ai lavori pubblici e il manutentore dell’impianto di pubblica illuminazione hanno fatto un sopralluogo nella zona per comprendere quale sia il reale motivo per il quale la strada rimane al buio. La risposta è arrivata dalla cabina elettrica: quando il manutentore ha provato ad attivare l’impianto è scattato il salvavita. «C’è sicuramente un cortocircuito che manda in protezione l’impianto» ha spiegato il sig. Sgaramella. Dove? Impossibile saperlo. «I pozzetti dei singoli pali sono cementati. Per sapere dove c’è la rottura bisognerà scavare» ha riferito il sindaco.

Correre ai ripari non ha più senso. «Occorre pensare ad un nuovo impianto di illuminazione pubblica. Quello che è attualmente esistente non è più utilizzabile e da domani voglio vedere gli operai al lavoro. Non è accettabile una tale situazione di abbandono» ha detto il sindaco.

Il preventivo di spesa per affrontare la sostituzione dell’impianto è di circa 60mila euro. «Sono cifre che abbiamo e che impiegheremo. Ma al di là del denaro è una situazione che va risolta e comunque vanno sistemate alcune criticità, come la disposizione dei pali dell’illuminazione sul marciapiedi, che rappresentano delle barriere architettoniche  e non consentono il passaggio di passeggini o di disabili in carrozzina» ha fatto sapere il primo cittadino.

Cosa ha provocato un tale deterioramento dell’illuminazione? Il tecnico Sgaramella non ha dubbi: «Il tempo, gli scavi che sono stati effettuati per altre attività hanno scorticato i servizi sino a renderli inservibili».

L’obiettivo è quello di effettuare lavori anche in altre parti della città con criticità simili. Ora però si parte con via Andria. «Garantiremo l’illuminazione, nei giorni interessati dai lavori, attraverso delle soluzioni provvisorie così che i cittadini non debbano più camminare con l’ausilio delle lampadine dei cellulari» ha assicurato De Benedittis

lunedì 13 Giugno 2022

Notifiche
Notifica di
guest
12 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
M.C.
M.C.
15 giorni fa

Dopo tante lamentele e tante lettere dei cittadini si sono degnati Sindaco, assessore e dirigente a prendere speriamo di petto di la situazione..speriamo che si diano una mossa…

Gino
Gino
15 giorni fa

Non è accettabile una tale situazione di abbandono» ha detto il sindaco.
E MENO MALE CHE LO DICE LUI CHE CE’ UNO STATO DI ABBANDONO….
Povero noi!!

Luigi
Luigi
15 giorni fa

Ma perché Via Trani che ormai ogni X giorni è al buio ? E questo nonostante reiterate rassicurazioni circa la sistemazione “definitiva”…Via Trani strada di ingresso di Corato, con quartiere popoloso…….
Lo sconforto TOTALE!!!

fcfcfc
fcfcfc
15 giorni fa

Subito dopo, si cominci a vedere chiaro sul degrado urbano dell’intera città. Si diano una svegliata assessori e funzionari.

G. R.
G. R.
15 giorni fa

Caro Sindaco finalmente una Sia presa di posizione!!! Finalmente Lei ha iniziato ad applicare il metodo De Caro… ESCA DAL PALAZZO E STIA PER STRADA come faceva il Sindaco Perrone. Spero che inizi a cambiare l’illuminazione con corpi illuminanti a led ovunque, specie in questo momento in cui l’energia elettrica costa.

franco
franco
15 giorni fa

ma il signor Sindaco e il suo assessore nonchè il Dirigente(che paura) del settore lavori pubblici lo sanno o fanno finta di non saperlo che finora tutto è filato liscio. ma del caso fosse successo un guaio? lo sanno o non lo sanno che non potranno dare alcuna responsabilità all’ENEL o chi non gestisce la pubblica illuminazione? deve per forza succedere un guaio perchè le pecche vengano a galla…diamoci una mossa-adesso i coratini vogliono vedere se DOMANI si pone fine a questa incuria(tra le altre)

fcfcfc
fcfcfc
14 giorni fa
Rispondi a  franco

Poche storie, risolvere i problemi della città ascoltando i cittadini. Non c’è alternativa se non quella di ammettere la totale incapacità di amministrare la città.

Bianca Neve
Bianca Neve
14 giorni fa

Cara Amministrazione provveda per noi delle vicinanze di Tirre Palomba a metterci il gas.Paghiamo tutto ed è una vergogna.,non avere un tale servizio.

il pelato
il pelato
14 giorni fa

risiedo nei pressi di via Andria, correggete il tiro, non è da alcuni giorni ma da MESI che i residenti hanno segnalato il problema della mancanza di illuminazione a chi di competenza, una FILIERA di SCARICABARILI, mai prese in cosiderazione dai responsabili, il sindaco è l’unico a non averne poichè il lavativo è il preposto alle segnalazioni.

Pier Luigi
Pier Luigi
14 giorni fa

Speriamo che lo stato di sciatteria generale in cui la città versa da qualche anno cominci un po’ ad ammorbidirsi, perché fra strade rotte e illuminazione pubblica mancante non se ne può più.

carluccio
carluccio
14 giorni fa

la scenetta con l’lelettricista barese è da scompisciarsi …

franco
franco
14 giorni fa

ma almeno è stato posto fine al danno? così per sapere