Attualità

Il progetto Media compie dieci anni: «Abbiamo a cuore la salute dei ragazzi»

La Redazione
close
Il Progetto Media compie 10 anni. Le interviste
Nel chiostro del Comune si è svolta la cerimonia conclusiva del progetto pensato per diffondere la cultura della prevenzione e della salute tra gli studenti delle classi di I media e sostenuto da Granoro
scrivi un commento 873

Dopo un anno di stop causato dalle restrizioni della pandemia, è tornato a svolgersi il Progetto Media, percorso rivolto agli studenti delle classi di I media delle quattro scuole del Comune di Corato che ha avuto anche quest'anno l'obiettivo di porre l'attenzione sia sui comportamenti a rischio, sia sulla salute degli adolescenti. L’idea, concretizzata 10 anni fa dalla Onlus Salute e Sicurezza, è finalizzata a diffondere la cultura della prevenzione grazie alla fattiva collaborazione del Team dei reparti di Cardiologia e Pediatria dell'Ospedale Umberto I di Corato ed il sostegno di un partner storico come Granoro e la famiglia Mastromauro.

Anche nella X edizione, oltre alle scuole medie di Corato (“Imbriani”, “De Gasperi”, “Giovanni XXIII” e “Santarelle”), il Progetto Media ha allargato i propri confini includendo la Scuola Secondaria di I grado “Carducci – Giovanni XXIII” di Ruvo di Puglia. A Corato nel 2022 il numero totale di screening effettuati sugli studenti delle classi di I media è stato 478 mentre a Ruvo di Puglia 249. Tra i dati di maggiore interesse è emersa una percentuale del 17,7% di studenti in sovrappeso e 11% di obesità rilevata. Una nota di meritata attenzione è stata dedicata ad alcuni studenti ai quali sono state riscontrate anomalie, ed inviati tempestivamente ad approfondimento diagnostico cardiologico. Questo rileva l'importanza ed il raggiungimento degli obiettivi preposti dall’associazione: prevenzione, diagnosi, cura, salute e sicurezza.

«Tra le novità di quest’anno – come racconta il presidente dell'associazione Onlus Salute e Sicurezza – abbiamo introdotto tre importanti (screening) progetti informativi come quello sui disturbi dell'alimentazione, conoscenza di problematiche sociali in età adolescenziale (droghe, alcol, bullismo), disturbi posturali in età evolutiva. Questi incontri di riflessione sono stati estesi anche a ragazzi di classi II e III che hanno partecipato attivamente e con interesse. Desideriamo ringraziare i medici, i ragazzi e le famiglie per il contributo offerto e la collaborazione, così come il nostro storico partner Granoro e la famiglia Mastromauro, che oltre a sostenere anche quest'anno il progetto ci ha permesso di svolgere nel pieno rispetto delle norme di sicurezza i test e gli screening, donando tutti i dispositivi di protezione individuale necessari per lo svolgimento del percorso».

Granoro in questi 10 anni di vicinanza al Progetto Media si è impegnata anche per dotare l'Umberto I di Corato, così come i plessi scolastici coratini, di alcune moderne strumentazioni che hanno accresciuto il valore e l'operatività del reparto di Cardiologia: nel 2011 l’ecocardiografo portatile, nel 2012 quattro monitor multiparametrici, nel 2013 l'ecografo cardiaco portatile, nel 2014 un kit High-Tech per le prove da sforzo, nel 2015 l'azienda ha dotato ciascun plesso di Scuola Media con i relativi Istituti Comprensivi di un defibrillatore automatico, strumento fondamentale per ristabilire il battito regolare del cuore in caso di un arresto cardio-respiratorio, nel 2016 e nel 2017 nuove apparecchiature elettromedicali in dotazione al reparto di Cardiologia, nel 2018 nuovi elettrocadiografi e nel 2019 un Vein Viewer Flex, dispositivo di imaging per l'accesso vascolare altamente portatile utilizzabile per la visualizzazione del patrimonio venoso periferico a raggi infrarossi corti e fonte luminosa esclusivamente a led. Infine nel 2020 ha donato due postazioni complete per l'esecuzione di esami Emogas Analitici (EGA) secondo gli standard più elevati e supporti per la ventilazione non invasiva.

«Questa iniziativa – hanno spiegato Marina e Daniela Mastromauro di Granoro – si sposa con la nostra visione e con la responsabilità sociale d'impresa a cui non abbiamo rinunciato neppure in un periodo segnato da profonda crisi economica globale. Inoltre, sostenere un progetto che guarda alla salute dei giovani coratini e valorizzare le professionalità dei sanitari del nostro presidio ospedaliero, significa rimettere al centro un capitale umano dal valore inestimabile».

La giornata conclusiva della X edizione del Progetto Media avuto anche una graditissima Guest Star direttamente dalla SSC Bari, neo neopromossa in serie B al termine di una stagione da ricordare, ha partecipato il centrocampista biancorosso Andrea D’Errico, che ha rimarcato l'importanza di svolgere una vita sana con l'importante ausilio di un'adeguata attività sportiva.

lunedì 30 Maggio 2022

(modifica il 10 Giugno 2022, 18:00)

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti