Attualità

Tra musica, disabilità e voglia di sognare: la testimonianza del trombettista Vincenzo Deluci

La Redazione
Per opera dello Spirito: la conclusione del percorso sui doni dello Spirito Santo rivolto ai cresimandi e alle cresimande della parrocchia Maria SS. Incoronata
1 commento 835

Si conclude oggi alle 17 il percorso sui doni dello Spirito Santo, rivolto ai cresimandi e alle cresimande della parrocchia Maria SS. Incoronata. «Un percorso pensato per i ragazzi come spazio di crescita personale e cristiana, attraverso l’incontro e il confronto con testimoni credibili del Vangelo sui doni dello Spirito Santo: esempi virtuosi e sani di persone “normali” che nella quotidianità vivono i valori cristiani, storie di vita che nell’ordinarietà, sono straordinarie e donano la speranza e la certezza che vivere secondo il Vangelo è possibile» raccontano i catechisti.

«Dopo i primi incontri, la parola chiave è dono, perché se riconosco che il mio rapporto con Cristo è un dono necessario per la mia vita, ho la forza di credere che qualunque cosa accada sono sempre nella mani del Padre e ho paura di perderlo (incontro sul dono del timor di Dio con don Vincenzo Di Pilato); se mi riconosco dono, sono capace di rendermi dono per gli altri con umiltà ed empatia, mettendo a disposizione tutte le mie capacità e unendo conoscenza e accoglienza (incontro sul dono della scienza con il dott. Spaccavento); come dono agisco secondo il cuore di Dio e come lui stesso agirebbe (incontro sul dono della sapienza con Mons. Leonardo D'Ascenzo)».

La conclusione del percorso sarà affidata alla voce e alla musica di Vincenzo Deluci, trombettista e compositore di Fasano. A seguito di un incidente stradale, Vincenzo ha perso definitivamente l’uso degli arti superiori e inferiori, ma non si è arreso: ha continuato a coltivare la sua passione e la sua professione di musicista. Aiutato da altri amici e professionisti, ha messo a punto una tromba elettromeccanica azionata con un sistema di joystick e microchip che gli consente di suonare ancora e con la sua associazione AccordiAbili supporta la ricerca e la produzione di strumenti musicali per i disabili fisici. Vincenzo, insieme agli amici, Luigi e Roberto (che hanno costruito il joystick e il microchip), racconterà ai cresimandi la sua storia-testimonianza sul dono della fortezza, sostegno dello Spirito Santo nelle avversità e di come solo insieme si può dare fiato ai sogni.

«L’augurio per i cresimandi è che lo Spirito Santo, che rende il popolo di Dio conforme a Cristo, doni loro la forza e la capacità di fare della propria vita una testimonianza di fede e di gioia».

sabato 14 Maggio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
1 mese fa

altro che forza di volontà qui siamo-forse – ad un dono effettivo e pratico