Altri Sport

Padel mania, il boom dopo il lockdown. A Corato un solo campo dove giocare

Francesco De Marinis
Francesco De Marinis
Savino Farucci, gestore dell'unica struttura che ospita questo nuovo sport: «Nel giro di un mese, grazie al passaparola, la risposta è stata davvero ottima e, con la bella stagione, avevo sempre il campo prenotato»
3 commenti 1444

Lo sport del momento? Facile: il padel. Una vera e propria mania che coinvolge giovani e meno giovani, uomini e donne, sportivi e gente che non ha mai preso una racchetta in mano. Il perché è facile da spiegare: è una disciplina semplice da apprendere, che non necessita di una importante preparazione fisica e soprattutto diverte. Parente del tennis, differisce principalmente dal fatto che la pallina può colpire le barriere che circondano il campo, più piccolo rispetto a quello da tennis.

È stato inventato alla fine degli sessanta dal messicano Enrique Corcuera ed è diventato, col tempo, uno degli sport più amati in America Latina. In Italia è stato introdotto nella metà degli anni novanta ma è esploso durante la pandemia. Per capire quanto il padel sia diventato popolare basti dire che nel 2017 in Italia c'erano poco più di 200 campi per praticarlo. Oggi ce ne sono 2.500 e ne vengono costruiti sempre di nuovi.

Mentre nelle città vicine i campi da padel sono diversi, in città l'unica struttura che li ospita è lo Sporting Boccotero. «Al momento ne abbiamo soltanto uno – spiega Savino Farucci, gestore della struttura – ma abbiamo in cantiere la volontà di farne un altro. Ci sono città attrezzatissime, come Trani (una quarantina di campi) e Barletta (una trentina). Lì il padel è arrivato prima, sin dal 2019. Poi ce ne sono altre che ne hanno poche o addirittura nessuna come la vicina Andria».

Un'avventura, quella del padel, che Savino ha "abbracciato" durante il lockdown ma che prima guardava con scetticismo. «Mi era già stata proposta ma sinceramente non ci ho creduto. Poi, durante la pandemia, pur di dare slancio alla struttura da tempo chiusa a causa del lockdown, decisi di provarci». Era il maggio del 2021 e da poco la Puglia era tornata in zona arancione. I numeri sono subito incoraggianti. «Nel giro di un mese, grazie al passaparola, la risposta è stata davvero ottima e, con la bella stagione, avevo sempre il campo prenotato e dovevo mandare le persone indietro. L'inverno e il freddo hanno portato ad una diminuzione del flusso di clienti ma con i primi giorni caldi le prenotazioni sono tornate a salire».

«La cosa bella – continua Farucci – è vedere tante donne che si affacciano in un centro di solito frequentato da un pubblico maschile. Il padel è davvero uno sport per tutti e anche chi non è pratico può divertirsi fin da subito. C'è chi prenota in pausa pranzo, si fa una partita e torna a lavoro. Ultimamente anche molti bambini giocano a padel, per questo stiamo valutando di istituire dei corsi. A differenza delle città vicine, dove è arrivato prima, qui il livello è un po' più basso».

Esploso nel giro di pochissimo tempo, continua ad essere molto praticato. Viene da chiedersi se sia una moda passeggera. «Forse sì. – risponde Savino Farucci – Tanto ha fatto la "pubblicità" dei tanti ex campioni di calcio che ci giocano. Ovviamente spero non sia una moda passeggera ma piace, è divertente e ho dovuto ricredermi anche io».

domenica 24 Aprile 2022

Notifiche
Notifica di
guest
3 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Gm
Gm
2 mesi fa

Sport del momento……e come tale ha un inizio e ha una fine.avast un campo

catald one
catald one
2 mesi fa

io sto con la padel in mano ogni giorno, a casa mia … mia moglie mi obbliga … a lavarle pure dopo aver spadellato … se qualcuno volesse venire a giocare con me, non gli faccio pagare nulla …

Dino Mininno
Dino Mininno
2 mesi fa

È un forte espansione, per i puristi del tennis, non è molto amato. Non ci vuole tecnica per iniziare a giocare, chiunque può farlo. Ci chiama Padel, perché la racchetta è una padella. 🤗