Attualità

Lo Stradone è in edicola con un “grido” di pace. All’interno lo speciale sui crolli del 1922

La Redazione
La guerra russo-ucraina raccontata da Zhanna, Katsiaryna e Irine. Ricco approfondimento su piazza Di Vagno, dai crolli a luogo di mercato, fino a diventare centro della movida coratina
1 commento 1749

мир, pace. In ucraino come in russo. È questo il messaggio protagonista della copertina dell'ultimo numero de Lo Stradone, da oggi in edicola. A farlo proprio e a "gridarlo" sulla cover del nostro giornale, due giovani ragazze, Zhanna e Katsiaryna, ucraina e bielorussa, entrambe in Puglia da diversi anni, entrambe studentesse del liceo artistico di Corato. Le loro storie e le loro visioni sulla guerra in corso, raccolte da Giuseppe Cantatore, aprono il giornale assieme ad un'altra testimonianza (raccontata da Serena Leo), quella di Irine, violinista ucraina da poco residente a Corato. 

Ampio spazio è stato dedicato ai crolli del 1922. A maggio ricorrono 100 anni precisi da quella terribile data che ha segnato la storia della nostra città. Abbiamo ripercorso le tappe del cuore della vita coratina, distrutto dal lento e inesorabile scorrere sotterraneo delle acque. La narrazione di Pasquale Tandoi, autore di un libro dedicato alla tragedia che a breve vedrà una nuova e preziosa ristampa; le magnifiche fotografie dell'enorme archivio di Rino Scarnera; la ricostruzione di quello che piazza Di Vagno diventò dagli anni '20 fino all'inizio del nuovo secolo scritta da Marina Labartino che fa riaffiorare dolci ricordi. Infine l'attualità, le parole di chi ha visto trasformare la piazza da mercato a movida, attraverso la penna di Stefania Leo.

Giuseppe Di Bisceglie ha fatto il punto sulla metamorfosi del consiglio comunale, sui cambi di casacca e sui nuovi equilibri della massima assise cittadina. Francesca Maria Testini, invece, saluta il ritorno delle processioni con un articolo a più voci che racconta l'attesa e la voglia di tornare a celebrare la settimana santa attraverso i suoi riti più significativi, sospesi a causa della pandemia. Il personaggio scelto in questo numero è Gianpaolo Patruno, vicequestore a Reggio Emilia, intervistato da Marianna Lotito. Per quanto riguarda lo sport Francesco De Marinis ha spiegato cos'è il baskin, nuova disciplina inclusiva adottata dal Basket Corato.

E ancora, approfondimenti, nuove rubriche (occhio al Gastronauta) e uno speciale che, ad ogni uscita, racconterà temi specifici attraverso la voce di professionisti del settore. Questo e molto altro su Lo Stradone in edicola o tramite abbonamento (per info 080.8983954 o messaggio whatsapp al numero 389.21.70.180)

mercoledì 13 Aprile 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
2 mesi fa

continua ad essere stampato VI prego