Cronaca

“Occhio alle truffe”, i Carabinieri mettono in guardia le persone anziane

La Redazione
Consigli e campagne di informazione per prevenire i raggiri
1 commento 3250

Le tecniche adottate dai truffatori per raggirare gli anziani sono estremamente subdole e fantasiose, presentano però schemi ricorrenti: conoscerli è il primo passo per difendersi. È proprio questo il fine che si sono prefissati i Carabinieri del Comando Provinciale di Bari su tutto il territorio della città metropolitana che, con una capillare campagna d’informazione, incontri e conferenze in circoli, centri di aggregazione e parrocchie, stanno incontrando le persone anziane per metterle in guardia dalle principali tecniche messe in atto dai truffatori.

Nei giorni scorsi, nei vari Comuni della provincia Barese, i Carabinieri hanno già effettuato diversi incontri con gli anziani e descritto loro come questi soggetti facciano leva sui sentimenti più profondi e viscerali, come ad esempio l’amore di una madre per i propri figli, dei nonni per i nipoti, per raggirare le loro vittime. Come nel caso della truffa del finto incidente stradale, dove il truffatore, qualificandosi come avvocato o rappresentante delle forze dell’ordine, prospetta all’ignara vittima che il figlio o il nipote sarebbe rimasto coinvolto in un sinistro chiedendo una “cauzione” per evitare conseguenze penali. O ancora il pacco ordinato dal figlio o dal nipote, che viene consegnato con urgenza a casa dell’anziano parente a fronte del pagamento di una somma in contante o del finto tecnico che si introduce nell’abitazione col pretesto di procedere al controllo di utenze, approfittando poi della distrazione della vittima per impossessarsi di denaro o preziosi.

Al termine degli incontri, i Carabinieri hanno consegnato un opuscolo informativo, redatto dal Comando Provinciale di Bari, con preziosi e pratici consigli su come prevenire le truffe e invitato gli anziani a comporre il 112 sia in caso di necessità sia anche quando hanno il semplice dubbio di trovarsi davanti a un tentativo di truffa.

La campagna d’informazione continuerà nei prossimi giorni, nei mesi di aprile, maggio e giugno, con incontri e conferenze programmate nei circoli, case comunali, centri parrocchiali e centri di aggregazione nei comuni di Bari, Palo del Colle, Modugno, Sannicandro di Bari, Bitetto, Bitonto, Grumo Appula, Bitritto, Toritto, Polignano a Mare, Mola di Bari, Conversano, Alberobello, Locorotondo, Monopoli, Altamura, Gravina in Puglia, Poggiorsini, Santeramo in Colle, Cassano delle Murge, Gioia del Colle, Acquaviva delle Fonti, Putignano, Turi, Sammichele di Bari, Molfetta, Corato, Terlizzi, Adelfia, Capurso, Cellamare, Noicattaro, Rutigliano, Triggiano e Valenzano.

venerdì 1 Aprile 2022

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
2 mesi fa

altra tecnica sperimentata dal sottoscritto e sventata è quella del …” come non mi saluti non ti ricordi di mio padre? attenzione che si aggirano a Corato e Trani