Attualità

Si torna a discutere di foibe: Eric Gobetti ne parla a Corato il 2 aprile

La Redazione
L'iniziativa è promossa congiuntamente dall'ANPI Corato "Maria Diaferia", Presidio de Libro Corato ed Extra Nos e patrocinata dal Comune di Corato
scrivi un commento 383

Il 2 aprile alle 18 nella biblioteca del liceo artistico "Federico II – Stupor Mundi”, lo storico Eric Gobetti presenterà il suo ultimo volume, intitolato “E allora le foibe?”, edito da Laterza per la collana “Fact checking: la storia alla prova dei fatti”. L’iniziativa (che nei giorni scorsi ha suscitato alcune polemiche) è promossa congiuntamente dall’ANPI Corato “Maria Diaferia”, Presidio de Libro Corato ed Extra Nos e patrocinata dal Comune di Corato. «Si tratta – spiegano gli organizzatori – di un’occasione per discutere delle vicende che riguardarono il confine orientale italiano, di cui l’autore è considerato uno dei massimi esperti. È infatti un tema che da tempo suscita grande interesse nell’opinione pubblica, anche coratina».

Dopo il saluto del sindaco, Corrado De Benedittis, e della referente del Presidio del Libro, Serena Petrone, Gobetti dialogherà con i docenti di storia e filosofia Eliseo Tambone, Luisella Mascoli, Pasquale Menduni e Giovanni Capurso (presidente della sezione ANPI). Tra gli altri interventi ci sarà anche quello di Antonello Rustico, presidente dell’ANPI BAT. L’incontro di Corato sarà anche l’ultima tappa di un tour che toccherà varie città pugliesi. Gobetti sarà infatti all’emeroteca del Castello di Barletta giovedì 31 marzo (ore 18), mentre il giorno successivo farà una tappa presso il seminario vescovile di Molfetta alle 19 e a Bisceglie sarà ospite del liceo “Leonardo da Vinci” per un incontro riservato agli studenti delle quinte classi nella mattinata di sabato 2 aprile. Visto il numero limitato di posti si consiglia di prenotare inviando un messaggio ai seguenti indirizzi: anpicorato@gmail.com o presidiolibrocorato@libero.it o al numero 338.8038232.

Biografia. Dopo la laurea in Storia dell'Europa orientale ottenuta nel 1999 all’Università degli Studi di Torino, Gobetti ha portato a termine due dottorati, uno a Torino con Marco Buttino e l’altro con Luciano Canfora, presso la Scuola superiore di studi storici di San Marino. Negli anni seguenti ha condotto ricerche in particolare sull'attentato di Sarajevo, sul movimento nazionalista croato degli ustascia negli anni 1930, sulle stragi nazifasciste in Piemonte, sulle raccolte audiovisive a tema resistenziale in Piemonte, sui crimini di guerra italiani nei Balcani e sulla presenza italiana in Jugoslavia nella seconda guerra mondiale. Ha scritto per testate nazionali come Il Piccolo di Trieste e La Stampa e riviste on-line come Doppiozero ha partecipato in qualità di guida a viaggi di turismo culturale nei paesi della ex Jugoslavia e ad Auschiwitz ed è stato relatore in numerosi convegni nazionali e internazionali. Nel 2013 collabora con il canale televisivo Rai Storia, per il quale ha realizzato tra l’altro la trasmissione in tre puntate La Divisione Garibaldi, sulla divisione partigiana italiana che combatté al fianco dei partigiani jugoslavi. Ha prodotto due documentari: Partizani. La Resistenza italiana in Montenegro (2015, con musiche di Massimo Zamboni) con il quale vince il premio Opera prima al 22° San Giò Verona Video Festival e Sarajevo Rewind 2014>1914 (2016, con Simone Malavolti).

martedì 29 Marzo 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti