Attualità

L’impresa coratina si fa onore: otto aziende nella top 200 di Puglia

La Redazione
Pubblicata la ricerca di PwC e Università di Bari
4 commenti 9141

L'impresa made in Corato continua ad essere un pilastro importante dell'economia di tutta la Puglia. Lo certifica, ancora una volta, la ricerca di recente pubblicazione della graduatoria stilata dal Dipartimento di Economia, Management e Diritto dell'Impresa dell'Università di Bari in collaborazione con PwC Italia, in cui si traccia la top 200 delle aziende pugliesi. Il podio, come già accaduto, vede la presenza di una delle più importanti aziende italiane, che ha sede proprio a Corato, la Casillo Commodities spa che si colloca al secondo posto della classifica, alle spalle della Megamark srl, società della grande distribuzione organizzata. 

La società per azioni coratina ha sforato il tetto del miliardo di ricavi. Ma non è l'unica azienda del gruppo Casillo ad essere presente nei primi posti della prestigiosa graduatoria: al settimo posto, infatti, troviamo la Molino Casillo spa, con oltre 600milioni di euro di ricavi dalle vendite, recuperando un posto nella classifica che lo scorso anno la vedeva all'ottavo posto. 

Si conferma al sesto posto della classifica l'azienda della grande distribuzione organizzata Cannillo Srl. Il suo bilancio consolidato si attesta sui 700 milioni di euro, registrando tuttavia un importante incremento dei ricavi rispetto all'anno precedente, di circa 70 milioni di euro. Cresce sensibilmente il ranking di Granoro Srl, che recupera 12 posizioni rispetto allo scorso anno, lasciando il 64 posto della graduatoria per collocarsi al 52esimo. Il ricavo del 2020 si è attestato al di sopra dei 78milioni, con un incremente di 12 milioni rispetto all'anno precedente. 

Nella top 200 compare anche la Ortofrutta Meridionale, al 161esimo posto. Quasi 32 mlioni i ricavi della srl coratina, che conquista ben 14 posizioni nella classifica che, nell'anno precedente, la vedeva nella posizione 175.  Ed ancora, tra le 200 aziende top di Puglia c'è la Gallo Carburanti che, nonostante un calo di ricavi di 7 milioni di euro nel 2020, rispetto al 2019, continua ad essere presente nella classifica al numero 180. Nel report precedente, ricopriva il posto numero 140. Non manca nella classifica anche la storica industria pastaria coratina, la Riscossa la cui posizione resta sostanzialmente invariata (da 186 a 188). Oltre 27milioni i ricavi registrati nell'anno 2020, mezzo milione in più rispetto all'anno precedente. 

New entry l'azienda coratina Arnaoro srl, grossista di preziosi che si posiziona al posto 112 con 43 milioni e mezzo di ricavi. 

Lo studio. La ricerca di PwC esamina le performance economiche, finanziarie e patrimoniali delle prime 200 società aventi sede legale in Puglia, selezionate in base al fatturato registrato nell’esercizio 2020.  I segmenti “pasta” e “olio” primeggiano per l’incremento dei consumi dei beni di prima necessità. Perdono i settori Mobili, Meccatronica e Abbigliamento per effetto della riduzione dell’export.

giovedì 10 Marzo 2022

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
franco
franco
3 mesi fa

appunto PASTA ED OLIO e l'olio dove è finito? come al solito lo esportiamo a 4 soldi presso i distributori e le industrie conserviere del centro e del nord

Il grillo parlante
Il grillo parlante
3 mesi fa

Aziende come: GRANORO, CASILLO, RISCOSSA, GALLO CARBURANTI… fanno veramente molto, ma molto onore alla nostra città di Corato, da sempre.. laboriosa ed industriale… bravissimi…!!!

Piwy
Piwy
3 mesi fa

Adoro

Pasquale Fiore
Pasquale Fiore
3 mesi fa

Sono aziende che hanno fatto la storia della nostra città e non solo. Imprenditori seri, che talvolta rappresentano la seconda o terza generazione rispetto al fondatore, in un percorso che ha visto crescere l’azienda, l’occupazione, l’indotto ( quest’ultimo aspetto da non trascurare). Attenzione alla guerra Ucraina. Ne potrebbe risentire l’export.