Cronaca

Neonata morta dopo lite tra medici, arrivano tre condanne

La Redazione
​Vittima fu una bimba, nata praticamente già priva di vita, figlia di madre coratina e padre di origine molfettese, entrambi residenti a Corato
2 commenti 8700

L'episodio risale al 2016 e fece a dir poco scalpore, al punto da giungere fino alle cronache nazionali. Si verificò all'interno dell’ospedale barese Di Venere, tra i reparti di ostetricia e chirurgia generale. Vittima fu una bimba, nata praticamente già priva di vita, figlia di madre coratina e padre di origine molfettese, entrambi residenti a Corato.

Le indagini. Quel giorno, alla luce dell’occupazione di tutte le sale del reparto di ostetricia, i medici avevano deciso di rivolgersi al vicino reparto di chirurgia generale per eseguire un parto cesareo urgente a causa della sofferenza fetale della bimba. Nella stessa sala operatoria era però era programmato un altro intervento. A quel punto, dopo un litigio tra i medici dei due reparti, il cesareo sarebbe stato ritardato di oltre un’ora. Le condizioni della piccola intanto si erano aggravate per asfissia cardiaca dovuta al cordone ombelicale stretto attorno al collo. Di qui il decesso.

La sentenza del tribunale di Bari. Ieri la gup Valeria Isabella Valenzi ha condannato per omicidio colposo tre medici dell'ospedale Di Venere di Carbonara, al termine del processo celebrato con rito abbreviato. In particolare sono stati condannati a un anno di reclusione i ginecologi Vito Partipilo e Carlo Campobasso, e a otto mesi l’anestesista Antonio Simone. Per tutti loro la pena è sospesa. Assolto invece "perché il fatto non costituisce reato" il primario di chirurgia generale Francesco Puglisi, assistito dall'avvocato Michele Laforgia.

La gup ha condannato i tre medici ritenuti responsabili anche al risarcimento danni, da quantificarsi in sede civile. I genitori della bimba, assistiti dall’avvocato Felice Petruzzella, erano già stati risarciti. Lo stesso accadrà anche per i nonni della piccola e per l’Asl di Bari difesa da Giuseppe Modesti.

mercoledì 9 Marzo 2022

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
G. R.
G. R.
3 mesi fa

Non preso dall'enfasi, ma dalla realtà dei fatti e in piena coscienza dico solo che questi medici sarebbero solo da radiare dall'ordine e subito. Fattispecie del genere possono ancora reiterarle, per tanto pulizia e apertura a tanti bravi medici, laureati e coscienziosi. Un abbraccio forte alla famiglia della signora coinvolta in questa triste vicenda.

Rossana De Palma
Rossana De Palma
3 mesi fa

Non ho parole… la mia vicinanza a te Marta e famiglia abbracci…