Attualità

Come trasformare la passione per la scrittura in un lavoro di successo?

La Redazione
La scrittura può essere più di una passione. Lavorare con la parola scritta richiede competenza, abilità relazionale e conoscenza degli aspetti legali di questa professione
scrivi un commento 41

Tanti amano scrivere e con l’avvento di internet e la diffusione dei social media, non mancano le occasioni per saggiare il proprio talento e l’appeal di cui si è capaci in funzione non solo delle doti personali e formali ma anche dei contenuti affrontati. Saper scrivere bene non basta, occorre proporsi con argomenti interessanti, cogliendo sfumature non ancora evidenziate da altri autori e inoltre, bisogna scegliere a quale tipo di scrittura dedicarsi. Redigere dei testi per un blog on line non è come scrivere su un giornale, fare il romanziere è diverso dall’essere un poeta o un editorialista o ancora un traduttore. Tutte queste attività si declinano efficacemente in professioni il cui successo risulta direttamente proporzionale alla propria capacità di autopromuoversi, facendo conoscere a quante più persone possibile i testi e le opere prodotte.

Le possibilità di carriera allorché si padroneggia la parola sono molte e tutte diverse. D’altro canto, il panorama delle attività che hanno a che fare con la parola scritta è profondamente cambiato da quando il web ha creato spazi virtuali in cui chiunque può scrivere e ritagliarsi un proprio pubblico di affezionati. Ciò ha portato a una conseguente svalutazione dei prodotti della scrittura che acquisiscono un valore tanto maggiore quanto più raffinato è lo stile e il livello del loro autore.

Per prima cosa occorre puntare all’acquisizione di competenze non solo linguistiche ma anche informatiche e di marketing che consentano di entrare nel settore della scrittura, muovendosi agevolmente nella programmazione di un vero e proprio calendario di attività da svolgere sia in termini di prestazioni offerte sia per quel che riguarda la promozione e la pubblicità del proprio lavoro creativo. Entrare in contatto con editori e produttori, lavorare per case editrici, avere un piano e una strategia di comunicazione appropriati sono solo alcuni dei primi passi da muovere per trasformare la passione della scrittura in un lavoro di successo.

Dai romanzieri ai giornalisti, dai blogger agli sceneggiatori tutti hanno un comun denominatore: la scrittura come forma di sostentamento. Se alcuni di loro possono vantare un impiego stabile presso aziende con le quali firmano un regolare contratto di assunzione, molti prediligono il lavoro freelance. Per i liberi professionisti che cercano ingaggi senza essere alle dipendenze di qualcuno, occorre regolarizzare la propria posizione fiscale attraverso l’apertura di una partita Iva. Per lavorare nel mondo della scrittura come freelance serve dunque rispettare la vigente normativa italiana che richiede la dichiarazione della propria retribuzione secondo un regime fiscale commisurato agli introiti riscossi. Una soluzione vantaggiosa ed economica per aprire una partita Iva e lavorare come scrittore freelance è Fiscozen, il portale online che spiega tutto quel che c’è da sapere in fatto di partita Iva, quali sono gli aspetti legali connessi allo svolgimento della libera professione, a quali obblighi è tenuto chiunque svolga un lavoro autonomo. Con l’aiuto di un consulente vengono svolte agevolmente tutte le attività relative alla regolarizzazione della propria posizione fiscale, per lavorare come scrittore freelance al meglio e soprattutto serenamente.

martedì 8 Marzo 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti