Attualità

Piccoli studenti a caccia di arte tra i vicoli del centro storico

La Redazione
Si sono districati tra le strade del centro storico della città con tanto di piantina, penna e quaderno per gli appunti, alla ricerca dei tanti rilievi scultorei
scrivi un commento 1233

Un tesoro non è solo un forziere con monete d’oro e oggetti di valore. Possono infatti essere considerate preziose anche le opere antiche, artistiche, religiose e non, importantissime fonti per tutti gli studiosi di storia in quanto testimonianze del nostro passato. È questo il tema che nei giorni scorsi ha stimolato una caccia al tesoro condotta dagli alunni delle classi di quinta elementare dell’istituto comprensivo statale “Cifarelli-Santarella”. I piccoli studenti si sono districati tra le strade del centro storico della città con tanto di piantina, penna e quaderno per gli appunti, alla ricerca dei tanti rilievi scultorei sparsi nelle strette viuzze di via San Benedetto, via Roma, piazza Di Vagno, via De Mattis, via Duomo, via Santa Caterina, piazza Sedile, largo Abbazia, via Santa Maria Greca e vico Gisotti.

I tesori che i bambini hanno potuto osservare sono stati tantissimi. Tra questi: gli stemmi di San Bernardino (IHS), piazza di Vagno (con il racconto dei crolli del 1922 della chiesa del Monte di Pietà, palazzo Ducale e della presenza del convento di San Francesco), il bassorilievo del Dio Padre Benedicente, palazzo Patroni Griffi (u palazz de re pète pezzute), la chiesa Matrice con il rilievo abraso del Volo di Alessandro Magno, l’affresco con la Madonna di Costantinopoli dello ZT, l'antico stemma di Corato col cuore ed il successivo con la corona e le quattro torri, il palazzo Gioia (ex Castello Normanno/Svevo), i Greenman di palazzo Catalano con il lungo fregio marcapiano, Torre Santa Caterina, la lapide del 1452 in largo Abbazia (dove vi era Torre Petrucci), la chiesa di Santa Maria Greca (col racconto dell'immagine ritrovata nella Torre Greca) ed infine Torre Gisotti.

La passeggiata è stata ideata e guidata da cultori di storia locale e dal corpo delle docenti, grazie anche alla disponibilità del dirigente scolastico, Mariagrazia Campione, che ha autorizzato l’evento. Gli alunni, molto preparati grazie all’intenso ed accurato lavoro delle docenti, hanno partecipato in maniera attiva, rispondendo a tutti gli interrogativi che sono stati loro posti e dal canto loro molte domande hanno fatto per appagare la loro fervida immaginazione. È stata quindi una giornata all’insegna della scoperta dei particolari nascosti della nostra città e di quanto questi possano essere importanti per la storia. In questo modo si è potuto trasmettere anche il rispetto che si deve avere nei confronti sia dei luoghi e sia dell’ambiente che ci circonda.

domenica 6 Marzo 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti