Cronaca

Discarica Conversano chiusa da 4 giorni, ordinanza di Emiliano: «Ripristino immediato»

Mariella Vitucci
Mezzi in coda sulla strada per la discarica di Conversano
Firmata questa mattina, segue alla diffida di Ager. Bloccati i rifiuti. L'au Sanb Toscano: «Pronti a chiedere l'intervento della forza pubblica»
scrivi un commento 861

Riapertura immediata: è il diktat imposto dal presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, alla società Progetto Gestione Bari Cinque surl che gestisce la discarica di Conversano, chiusa da mercoledì 2 marzo. Nell’ordinanza firmata questa mattina, il governatore dispone «l’immediato ripristino dei conferimenti e il riavvio dell’esercizio con la regolare accettazione dei rifiuti da parte dei Comuni conferitori». Quest’ultimatum potrebbe risolvere l’impasse creato ormai da quattro giorni, con il blocco dei conferimenti di rifiuti indifferenziati nell’impianto di Conversano.

Oggi l’avvocato Nicola Roberto Toscano, l’amministratore unico della Sanb – società che gestisce il servizio rifiuti per l’intero Aro Bari 1 (Bitonto, Terlizzi, Corato, Ruvo di Puglia e Molfetta) – ha mostrato in uno scatto la colonna di mezzi pesanti fermi sulla via che conduce all’impianto di Conversano, ancora serrato. «Il servizio di conferimento – scrive Toscano – è stato interrotto per alcuni complessi problemi tecnici di stoccaggio. È in corso un autentico braccio di ferro tra il gestore della discarica da una parte, Ager (Agenzia Regionale per i Rifiuti) e Regione Puglia dall'altro. Stamattina il presidente Emiliano ha firmato un'ordinanza di riapertura immediata, stante il gravissimo pregiudizio ad un servizio pubblico così essenziale. Nel frattempo a farne le spese sono i cittadini dei tanti comuni interessati e i gestori per la raccolta (come Sanb) coi loro dipendenti. Tutti bloccati e pieni di rifiuti da non poter conferire, nelle case, nei mezzi e nelle strade. Seguiamo gli sviluppi minuto per minuto, rammaricati che il sistema debba ancora dipendere così tanto da questi impianti (di cui urge fare a meno sempre di più con una buona differenziata), pronti anche – per sbloccare la situazione – a chiedere congiuntamente con i Comuni l'intervento della forza pubblica» aggiunge l’au Sanb.

Nonostante la diffida partita ieri dall’Ager, i cancelli della discarica di Conversano restano chiusi. «Appare evidente che la chiusura da voi disposta a decorrere dal giorno 2 marzo 2022 è del tutto arbitraria ed illegittima, per la quale si procederà con separato atto ad avviare la procedura di risoluzione per vostro grave inadempimento», tuona il direttore generale dell’Ager, Gianfranco Grandaliano, nella nota inviata ieri alla società che gestisce l’impianto di Conversano (Progetto Gestione Bari Cinque surl), ai Carabinieri del NOE di Bari, ai Comuni conferitori, alla Prefettura di Bari e, per conoscenza, alla Regione Puglia. In caso di mancato sblocco del conferimenti, Ager annuncia la revoca del contratto sottoscritto con la società Progetto Gestione Bari Cinque a maggio 2012.

«Sempre ieri – si legge nella diffida Ager – l’Arpa Puglia ha trasmesso, all’esito del sopralluogo eseguito in data 3 marzo, parere di competenza sulla verifica stoccaggi di CSS (il combustibile solido secondario derivato dalla lavorazione dei rifiuti urbani non pericolosi e speciali non pericolosi, ndr) dal quale emerge una disponibilità presso l’impianto per allocare ulteriori volumetrie presso le are di stoccaggio destinato al combustibile solido secondario, contrariamente da quanto da voi comunicato con le note del 28 febbraio 2022 e del 1° marzo 2022». Dal sopralluogo Arpa è risultata una disponibilità di stoccaggio pari a 2.346 tonnellate di CSS. Da qui la diffida «a ripristinare immediatamente i conferimenti presso l’impianto da parte dei Comuni conferitori ed in mancanza si chiede l’intervento del Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Bari, riservato ogni ed ulteriore provvedimento». Un muro contro muro che lascia in stallo l’immondizia di un gran numero di altri comuni, riproponendo la drammatica precarietà della gestione del ciclo dei rifiuti in Puglia.

sabato 5 Marzo 2022

(modifica il 2 Agosto 2022, 20:48)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti