Attualità

“Aula Natura” al comprensivo Tattoli-De Gasperi, ora tocca alla formazione

La Redazione
L'iniziativa è nata dalla collaborazione tra la Fondazione Cannillo e il WWF
scrivi un commento 401

È appena partito il corso di formazione, denominato One Planet School, rivolto a 45 docenti volontari, convolti nel progetto Aula Natura: l’iniziativa, nata dalla collaborazione tra la Fondazione Cannillo e il WWF, conclusasi il 31 maggio 2021, la cui evoluzione ha portato alla consegna dello spazio verde all’istituto comprensivo Tattoli-De Gasperi, in via Lago di Viti. I docenti hanno partecipato in modo del tutto volontario all’approfondimento formativo, al fine di acquisire competenze sempre più specifiche per aiutare i giovanissimi ad avere, fin da subito, un corretto orientamento al rispetto della natura e del territorio, partendo dall’esperienza diretta, grazie ad uno spazio rimodulato, ottimizzato e messo a disposizione di bambini e docenti.

La Fondazione Cannillo, fin dal principio della sua attività, ha contribuito a salvaguardare il territorio, partendo proprio da Corato, città nella quale affonda le sue profonde radici, per poi estendere il proprio raggio di azione a tutti i territori interessati dalle attività imprenditoriali della famiglia Cannillo.

Uno sguardo particolare è sempre stato rivolto verso le periferie, cercandone la riqualificazione per mezzo di molteplici iniziative di matrice propositiva, rendendo parte attiva la comunità e soprattutto le giovani generazioni. Ed è in questo particolare contesto che il progetto “Aula natura” è stato concepito e sviluppato. Oggi, a quasi un anno dalla consegna della prima Aula Natura del Sud Italia, che ha visto l’istituto comprensivo Tattoli-De Gasperi come destinatario del prezioso regalo, si registra una nuova attestazione di intelligenza emotiva e civile, grazie all’impegno dei 45 docenti che hanno voluto impiegare il proprio tempo e le proprie risorse, a titolo totalmente gratuito, per il bene della comunità. I docenti hanno partecipato alla formazione attraverso piattaforme online, in linea con i tempi che corrono, in osservazione delle misure anti contagio.

«È un fermento in continua evoluzione, quello mosso dalla Fondazione Cannillo, assieme a tutti gli attori delle iniziative in atto» afferma la presidente della Fondazione Cannillo, Nicolangela Nichilo. «Ricordiamo, solo pochi giorni fa, l’evento RicominciAMO, grazie al quale i più giovani della nostra comunità hanno potuto assistere alla piantumazione di alberi e fiori, diventando parte attiva di un processo di cambiamento e attenzione verso il territorio».

«Al grigiore della pandemia, che ha segnato le vite delle tenere generazioni costringendole ad una forzata chiusura al mondo, si contrappone l’idea lungimirante dell’Outdoor Education, una sorta di compromesso e di equilibrio tra natura e uomo, realizzata attraverso la costituzione delle Aule Natura del WWF.» aggiunge la preside del comprensivo Tattoli-De Gasperi, Mariarosaria De Simone. «Ma l’Aula non basta, se resta un luogo non abitato, non fruito, stilizzato. Ecco il motivo del corso di formazione, organizzato dal WWF: “Le Aule Natura, imparare con la natura”, dedicato a chi, come il Comprensivo Tattoli-De Gasperi, ha sposato la tutela dell’ambiente e della biodiversità, oggi parte integrante della Costituzione italiana. 45 docenti del primo ciclo si dedicano all’approfondimento del far scuola attiva all’aperto, una proposta innovativa ed una esperienza pedagogica interdisciplinare e relazionale, sotto il coordinamento sapiente della prof.ssa Pasqualina Morzillo del WWF. Una opportunità che solo grazie alla Fondazione Cannillo, e alla sensibilità e lungimiranza della presidente Nicolangela Nichilo Cannillo, ha potuto prender vita, e a cui va sempre il più profondo ringraziamento, per aver permesso che le idee potessero prender forma e che il sogno di un mondo migliore per i nostri bambini possa diventare realtà».

mercoledì 23 Febbraio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti