Attualità

Disservizi fatali alla SIxT, il Comune rescinde il contratto con il socio privato

La Redazione
Gli uffici della SIxT
Ieri la dirigente del Settore ragioneria ha inviato alla Soget spa la comunicazione di «risoluzione del contratto di servizio a seguito di grave inadempimento contrattuale». Per ora "no comment" del sindaco
6 commenti 2418

Un mese e mezzo di disagi e disservizi. Tanto da culminare nella rescissione del contratto. La vicenda è quella della SIxT, la società mista pubblico-privato (è partecipata al 60% dal Comune) che si occupa della gestione delle entrate comunali tributarie, extratributarie e patrimoniali della città. Com'è noto, dopo un contenzioso con il vecchio socio privato Andreani Tributi srl, il 31 dicembre scorso è stato sottoscritto il nuovo contratto per la concessione dei servizi di riscossione con il nuovo aggiudicatario dell'appalto, ovvero la Soget spa. 

nn

Sei settimane – dal momento in cui c'è stato il passaggio di consegne tra i due soci privati della società – in cui i problemi non sono mancati, dalle linee telefoniche non funzionanti al software gestionale non operativo, per finire con il poco personale in servizio. Così ieri, 14 febbraio, la dirigente del Settore ragioneria, personale e tributi, Maria Enza Leone, ha inviato alla Soget spa la comunicazione di «risoluzione del contratto di servizio a seguito di grave inadempimento contrattuale». La nota firmata dalla dirigente cita quanto emerso da «una relazione del 5/2/2022 redatta dall’amministratore unico Grazia Luciana Tarantini e dall’assessore Adriano Muggeo», e fa riferimento anche alle «diverse segnalazioni di gravi disservizi da parte dei cittadini e consiglieri comunali. Tali disservizi sono stati accertati dalla sottoscritta – scrive la dirigente Leone – in data 9/2/2022 a seguito di sopralluogo. In data 12/2/2022 la scrivente si è recata nuovamente presso l’ufficio della SIxT congiuntamente al comandante della polizia municipale e all’amministratore unico. Le fattispecie rilevate costituiscono motivo di risoluzione di diritto del contratto».

nn

Secondo quanto emerge dal documento, il Comune quindi «dichiara di volersi avvalere della clausola risolutiva espressa, con la risoluzione del contratto a far data da 15 giorni dal ricevimento della presente. Con riserva di ogni azione, ragione e diritto e con riserva di agire per il risarcimento dei danni subiti da questo Comune a causa dell'inadempimento del socio privato Soget SpA». L'ente comunale dispone «l'incameramento della cauzione prestata da Soget spa; la verifica in ordine alla corresponsione del corrispettivo dovuto per il servizio effettuato dal 10/01/2022 alla data di risoluzione, da determinarsi solo a seguito degli approfondimenti da effettuare dalla stazione appaltante, tenuto conto che alla data odierna i conti non risultano di fatto accessibili e non è stato effettuato il dovuto riversamento di quanto incamerato nelle casse comunali, per marcanza della prescritta rendicontazione; la cessione delle azioni detenute da Soget spa a favore del secondo classificato, Andreani Tributi srl per effetto del termine dell'affidamento, nella data e presso lo studio notarile indicato da questo Comune; il passaggio delle banche dati detenute da Soget spa al Comune di Corato e al secondo classificato, Andreani Tributi srl; l'espletamento di ogni atto necessario a consentire l'immissione del nuovo socio nella compagine societaria di SixT spa».

nn

Certamente l'epilogo più amaro e complicato per la SIxT, per l'ente comunale e ovviamente per i cittadini. Il sindaco, interpellato sulla questione tramite l'ufficio stampa, ha fatto sapere di non voler rilasciare dichiarazioni al momento.

n

martedì 15 Febbraio 2022

(modifica il 2 Agosto 2022, 21:21)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
M..C..
M..C..
5 mesi fa

Chiudete tutto..fate più figura. .

Aldo
Aldo
5 mesi fa

Neh uannah! A c' sond' ghiej e c' sind' tu avim' arr'vat…

Mario
Mario
5 mesi fa

Mi sa che assisteremo a una sceneggiata napoletana !!

saponetta
saponetta
5 mesi fa

mi sa che tra contestazioni, controdeduzioni, risposte, controrisposte, costituzioni in mora, tre gradi di giudizio … fate prima ad andare alla posta …

franco
franco
5 mesi fa

mi chiedo se a corato si sia arrivati ad un redde rationem che premeva da tempo.- tutto questo fa accaponire la pelle e mi richiedo in quali mani- fino ad ora- eravamo messi ed in quali mani siano andati a finire

Un cittadino
Un cittadino
5 mesi fa

Ma perché pagare altre società quando prima sul comune c'era un ufficio tributi che funzionava…..booo