Attualità

Vaccinazioni pediatriche anti Covid: a Corato vaccinato quasi un bambino su tre

La Redazione
Sono 1.605 i bambini vaccinati con la prima dose, sui circa 5mila totali residenti in città, con una percentuale del 32%. A 491 di loro è stata già somministrata anche la seconda dose
1 commento 473

A Corato quasi un bambino su tre, nella fascia d'età compresa tra i 5 e gli 11 anni, è stato vaccinato contro il Covid 19. I dati arrivano dall'hub di via Sant'Elìa e si riferiscono alle sedute effettuate dal 21 dicembre 2021 – quando in città è partita la campagna vaccinale per i più piccoli – a ieri, 7 febbraio. Per i bambini, com'è noto, è prevista la somministrazione di un terzo del dosaggio del vaccino Pfizer rispetto agli adulti, divisa in due dosi programmate a distanza di tre o quattro settimane l'una dall'altra.

Nel dettaglio, a Corato sono 1.605 i bambini vaccinati con la prima dose, sui circa 5mila totali residenti in città, con una percentuale del 32%. A 491 di loro è stata già somministrata anche la seconda dose. I numeri delle vaccinazioni pediatriche in città sono abbastanza in linea con i dati nazionali (i piccoli vaccinati con la prima dose sono il 34.7%), ma sono inferiori ai dati regionali che vedono la Puglia al 54% (sempre in riferimento alla prima dose). Nei giorni scorsi in città è poi stato registrato un piccolo rallentamento a causa dei tanti bambini in quarantena.

Intanto dal 1° febbraio è scattato l'obbligo vaccinale per tutti gli over 50. Nell'ambito di questa fascia d'età, in Puglia sono circa 120mila le persone non ancora vaccinate. Ve ne sono ovviamente anche a Corato, pur non essendo stati forniti dati riferiti alle singole città. I numeri, più generici, riferiti a Corato e aggiornati al 30 gennaio, dicono che tra i 42.043 over 12, il 93% ha ricevuto la prima dose di vaccino anti Covid (40.837 persone), il 92% ha ricevuto due dosi (38.090 persone), mentre l'85% ha ricevuto la terza dose (27.592 persone).

Di certo c'è che chi ha compiuto cinquant'anni e non ha provveduto a vaccinarsi, dovrà pagare una sanzione di 100 euro se non vaccinato con una delle tre dosi previste da più di sei mesi. La sanzione verrà erogata dal Ministero della salute, attraverso l'Agenzia delle Entrate. Gli inadempienti avranno poi dieci giorni di tempo per comunicare alla propria Asl eventuali certificati che attestino l'esenzione o, nel frattempo, l'avvenuta vaccinazione.

martedì 8 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
1 Commento
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Annalisa L.
Annalisa L.
4 mesi fa

Un bambino su tre vuol dire che due bambini su tre non lo hanno fatto e non pare abbiano molta fretta. Ci sono genitori che vogliono vederci chiaro sui vaccini prima di portare i bambini.