Cronaca

Residenti in quarantena, rinviato lo sfratto nella casa di Livrieri

La Redazione
Le due persone che abitano nell'appartamento sono infatti in quarantena a causa di un contatto stretto con un positivo. Quanto è bastato per rinviare lo sfratto di qualche settimana
3 commenti 4680

Si sono presentati tutti di buon mattino: agenti della Polizia di stato e della Polizia locale, personale sanitario con un'ambulanza e assistenti sociali, per procedere allo sfratto dall'appartamento di proprietà del giovane ingegnere coratino Renato Livrieri, nel quale però vivono ancora i vecchi proprietari, un uomo e sua madre. Ma, ancora una volta, la procedura che avrebbe dovuto mettere la parola fine alla vicenda è stata bloccata. Le due persone che abitano nell'appartamento sono infatti in quarantena a causa di un contatto stretto con un positivo. Quanto è bastato per rinviare lo sfratto di qualche settimana.

La storia è divenuta di dominio pubblico da quando Livrieri l'ha raccontata nel corso della trasmissione "Fuori dal coro" condotta da Mario Giordano su Rete 4. L'ingegnere ha acquistato l'appartamento – ubicato in via Nomentana, nella zona 167 – durante un'asta giudiziaria nel febbraio 2021. Nel mese di luglio ne è poi effettivamente divenuto proprietario ma – pur pagando tasse e spese condominiali – non possessore. Da quel momento, nonostante tre ingiunzioni di sfratto che salgono a quattro con quella odierna, Livrieri non è ancora mai riuscito ad entrare nell'appartamento.

martedì 8 Febbraio 2022

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
3 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Aldo
Aldo
4 mesi fa

Pare a vedere la ca-ri-ca-tu-ra… E adesso noi (e adesso noi) pi e non ci spo-stia-mo…

Michele Strippoli
Michele Strippoli
4 mesi fa

Nessuna vergogna. Quel che è peggio è che nessuna paga per sta farsa. Credibiità zero!

Ss
Ss
4 mesi fa

Straniera secondo me tu italiana vorace????????????????????????????????????????Ma ti vergognidi difendere gli stranieri?