Attualità

Autovelox sulla 231, l’avvocato Capogna: «Il parere del Ministero non sana la nullità dei verbali»

La Redazione
«Prima di poter affermare che le multe siano valide o nulle, sia gli avvocati, che i "multati" che la stessa polizia di Terlizzi, dovranno necessariamente attendere il formarsi del giudicato, probabilmente tra 5 anni»
4 commenti 2350

L'avvocato coratino Pieraldo Capogna, che già dalla scorsa primavera si era occupato dei ricorsi verso i verbali elevati dopo le rilevazioni di autovelox posti lungo il tratto terlizzese della sp. 231, replica alla notizia relativa al parere tecnico del Ministero dei Trasporti che considera correttamente segnalati gli autovelox.

«Va premesso che la nota in questione – spiega il legale – tratta solo uno dei motivi delle centinaia di ricorsi proposti da me e da tutti i miei colleghi, ovvero la segnaletica e presegnaletica dell’autovelox. Inoltre tutti i verbali emessi fino a circa metà luglio 2021 sono stati emessi in violazione della stessa nota del ministero, atteso che era palesemente viziata la cartellonistica di presegnaletica, come deciso da numerose sentenze del Giudice di Pace di Trani che ha già invalidato le contravvenzioni e i verbali di accertamento di violazione del Codice della Strada elevate dalla Polizia Locale di Terlizzi sulla Sp231».

«Il giudice, inoltre – continua Capogna – ha anche condannato il Comune di Terlizzi a risarcire le spese legali e giudiziali dei ricorrenti. In particolare, in tutte le sentenze citate il GdP ha rilevato che “la postazione di rilevamento della velocità era inavvistabile con congruo anticipo, in quanto posizionata fuori dalla carreggiata della SP231 su cui veniva effettuato il rilevamento della velocità, e posizionata invece su altra strada adiacente, ove era anche posizionata l’autovettura di servizio e gli stessi agenti accertatori… né il segnale mobile raffigurante lo stilemma dell’organo accertatore, posto nelle immediate vicinanze della postazione, assolveva alla funzione di rendere edotti i conducenti dei veicoli della presenza dell’autovelox in quanto non conforme alle caratteristiche imposte dall’art. 78 del Regolamento di attuazione al Cds, che prescrive che per le strade extraurbane i cartelli stradali devono avere il fondo blu con scritte bianche… Quindi essendo la postazione di controllo per il rilevamento della velocitá non visibile, per quanto innanzi detto, ne consegue l’illegittimitá del verbale opposto”».

«Da circa metà luglio 2021, dopo il deposito di centinaia di ricorsi, la Polizia Locale di Terlizzi ha iniziato ad “aggiustare” i verbali con ad esempio l’indicazione del decreto prefettizio di autorizzazione alla rilevazione della velocità (prima di tale periodo, l’omessa indicazione rendeva nulli tutti i verbali) ed ha fatto installare diversa cartellonistica di presegnalazione. Ebbene, con numerose successive ed aggiornate sentenze, sempre il Giudice di Pace di Trani è entrato nel merito anche dei vizi della nuova segnaletica di presegnalazione. Infatti, ad esempio, con sentenza n. 482 depositata in cancelleria in data 19.11.2021, l’organo Giudicante adito si è già espresso sull’illegittimità e sulla non conformità di tale cartellonistica: “nel caso in esame il cartello fisso di presegnalazione… non era visibile, come dedotto dall’opponente, in quanto di dimensioni non adeguate (formato normale 90×135) per le caratteristiche della strada in questione avete due corsie per senso di marcia (Cass. n. 20327/2018)”. Nella nota del Ministero, non c’è alcun riferimento alle dimensioni della cartellonistica di segnalazione e presegnalazione utilizzata dalla Polizia Locale di Terlizzi. Inoltre, le foto in questione riguardano solo ed esclusivamente le rilevazioni effettuate il 18 ottobre 2021, e non tutte le rilevazioni».

«Occorre precisare, che nella totalità dei ricorsi presentati al Giudice di Pace di Trani, lo stesso Giudice (come è consentito dalla legge) si è espresso unicamente su alcuni motivi proposti (posizionamento agenti, vizio su segnaletica e presegnaletica), dichiarando assorbiti tutti gli altri motivi. Tecnicamente e giuridicamente, ha ritenuto superfluo andare ad affrontare altri motivi di nullità atteso che ha ritenuto preponderanti tali vizi. Dunque, eventuali sanabilità su tali vizi, non rendono automaticamente validi i verbali, considerato che in ogni caso (almeno per quel che riguarda il sottoscritto) il Giudice dovrebbe analizzare nel merito altri motivi di nullità (ad esempio: omessa indicazione del decreto prefettizio, assenza di banchina sul tratto di rilevamento, illegittima privatizzazione dell’autovelox, rilevazione su corsia diversa dal posizionamento di autovelox e cartellonistica, ecc, per citarne solo alcuni)».

«A ciò aggiungo che, se non sono male informato, da circa fine novembre 2021 la stessa Polizia Locale di Terlizzi non sta più effettuando i rilievi sullo stesso tratto ma si è spostata su diverso tratto probabilmente più idoneo, SP Terlizzi – Molfetta. Mi chiedo: perché? Per trasparente dovere di informazione, è bene precisare che lo stesso Comune di Terlizzi ha proposto e sta proponendo ricorso in appello a tutte le sentenze di annullamento emesse dal Giudice di Pace di Trani; le prime udienze presso il Tribunale di Trani (organo giudiziario di secondo grado) si celebreranno tra febbraio e marzo 2022, con sentenze che (secondo gli attuali tempi e ritmi dall’adito Tribunale) probabilmente saranno pubblicate non prima del 2024/2025. E ovviamente a tali sentenze, entrambe le parti in caso di rigetto potranno ancora ricorrere in Cassazione, con esito previsto non prima del 2026/2027. Dunque, atteso il “normale” decorso della giustizia italiana, prima di poter affermare che le multe siano valide o nulle, sia gli avvocati, che i “multati” che la stessa Polizia di Terlizzi, dovranno necessariamente attendere il formarsi del giudicato che si avrà probabilmente tra “lontani” 5 anni».

lunedì 17 Gennaio 2022

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
bau
bau
5 mesi fa

Terlizzi vuole fare cassa ma il comandante è una persona idonea visto che ha fatto comunicazione su corato liv bravo avvocato continui per il rispetto di legge

Gianfranco Zagaria
Gianfranco Zagaria
5 mesi fa

Ottimo avvocato!! Complimenti!!

Ss
Ss
5 mesi fa

Ma che complimenti!

saponetta
saponetta
5 mesi fa

benissimo, buon lavoro avvocato, le auguro che il suo impegno e approfondimento in questo materia le porti i giusti riconoscimenti. avanti tutta!