Cronaca

Corato 20esima città con più incidenti stradali in Puglia

La Redazione
Nel primo semestre 2021, in città si sono verificati 37 incidenti stradali che hanno causato un morto e ben 61 feriti
4 commenti 3393

Nel primo semestre 2021 in Puglia si sono verificati 3.952 incidenti stradali con lesioni, di cui 89 mortali che hanno causato il decesso di 97 persone e il ferimento di altre 5.804. È quanto emerge dai dati provvisori forniti dalle forze dell’ordine, raccolti ed elaborati da Asset, l’agenzia regionale strategica per lo sviluppo ecosostenibile del territorio. Non sono incoraggianti i numeri di Corato che risulta essere la 20esima città in cui si sono verificati più incidenti in Puglia, dopo le 8 città capoluogo di provincia (le 3 della Bat più le altre 5 capoluogo), Cerignola, San Severo, Altamura, Molfetta, Manfredonia, Nardò, Bisceglie, Monopoli, Fasano, Modugno e Bitonto. Tra gennaio e giugno di quest'anno nella nostra città si sono verificati 37 incidenti stradali che hanno causato un morto e ben 61 feriti.

Tornando ai dati regionali, per quanto riguarda la distribuzione dei sinistri stradali avvenuti nel 2021 nei 257 Comuni della Puglia, è emerso che soltanto in 45 città non sono stati rilevati incidenti con morti e feriti, mentre in 110 Comuni sono stati registrati incidenti stradali in numero variabile da 1 a 6. In altri 80 Comuni sono stati rilevati da 7 a 30 incidenti e in ulteriori 11 Comuni sono stati registrati da 31 a 60 incidenti. Infine nei restanti 11 Comuni (i capoluoghi di maggiori dimensioni) si è concentrato il 48,1% dell’incidentalità registrata su tutto il territorio regionale. In particolare il comune di Bari ha registrato 646 sinistri, Taranto 242, Lecce 234, Foggia 198, Brindisi 116, Barletta 111 e Andria 97.

Il 28,1% dei sinistri mortali e il 25,8% dei deceduti è stato registrato all’interno dei centri abitati; in ambito extraurbano si è riscontrato il 71,9% degli incidenti mortali che hanno provocato il 74,2% dei decessi. Le strade provinciali hanno registrato il 38,2% dei sinistri mortali e il 39,2% dei decessi; le strade statali hanno registrato il 29,2% dei sinistri mortali e il 30,9% dei decessi; sulle strade urbane si sono concentrati il 23,6% degli incidenti mortali e il 21,6% dei deceduti. Confrontando i dati del 2021 con quelli del 2020 (anno particolarmente segnato dalla pandemia) si registra un incremento del 100% di mortalità per la Città metropolitana di Bari con 30 deceduti.

Un ultimo focus è dedicato agli incidenti stradali che hanno coinvolto monopattini e bici elettriche. La fascia d’età dei conducenti di monopattini maggiormente coinvolta in sinistri stradali è stata quella compresa tra i 18-24 anni (28,3%), seguita dalla fascia d’età compresa tra i 30 e 44 anni (25,0%) mentre i minorenni coinvolti rappresentano soltanto l’11,6%, ma costituiscono la categoria più esposta negli incidenti che riguardano le bici elettriche (35,1%) e i ciclomotori (38,0%). La categoria di conducenti compresi nella fascia d’età 30-44 è coinvolta in incidenti con motocicli mentre tra i ciclisti spicca la categoria dei conducenti compresi nella fascia d’età 45-64 (30,4%) seguita dagli over 65 (27,6%).

«Siamo ancora lontani dall’obiettivo richiamato dal "Piano nazionale della sicurezza stradale" che richiede la riduzione del 50% del numero di morti e feriti gravi nel decennio 2020-2030» dichiara il direttore generale dell’Asset, Elio Sannicandro. «La Regione Puglia è comunque fermamente impegnata ad attuare ulteriori iniziative per la riduzione degli incidenti stradali operando sia attraverso la messa in sicurezza delle strade, sia attraverso interventi culturali di sensibilizzazione dei cittadini in favore della sicurezza stradale». A breve partirà la nuova edizione del progetto di educazione stradale rivolto a studenti e insegnanti della scuola secondaria di primo e secondo grado denominato “La strada non è una giungla”, realizzato in collaborazione con l'Ufficio scolastico regionale e inserito nel catalogo del Piano strategico per la promozione della salute nelle scuole della Asl. Inoltre Asset proseguirà nella promozione di campagne di comunicazione volte a favorire la mobilità sostenibile e a mantenere comportamenti corretti alla guida dei veicoli.

giovedì 30 Dicembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
4 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Tranese
Tranese
5 mesi fa

Dichiara il direttore generale dell’Asset, Elio Sannicandro. «La Regione Puglia è comunque fermamente impegnata ad attuare ulteriori iniziative per la riduzione degli incidenti stradali operando sia attraverso la messa in sicurezza delle strade…..UTOPIA; le strade provinciali sono dei colabrodo, solo a dicembre 2021 due incidenti gravi alla rotonda sulla Corato-Ruvo con svincolo per Bisceglie dove manca del tutto l'illuminazione notturna. Una bella vecchia canzone diceva: parole, parole, parole, non sono altre che parole che tu dici…….

tonico
tonico
5 mesi fa

Mi auguro che questa brutta notizia possa servire a “svegliare” l'Amministrazione Comunale, il Sindaco, l'Assessore preposto e il Corpo desparesidos dei Vigili Urbani ad occuparsi seriamente della questione sicurezza stradale e del traffico nella nostra Città.

Aldo Lotito
Aldo Lotito
5 mesi fa

Senza troppi giri di parole su strade come via Trani, via ruvo, via gravina, via san magno, via castel del monte, servono autovelox e paline di segnalazione della velocità, altro che bande rumorose inutili e dannose.
In altre città , peraltro non presenti fra quelle che ci precedono, tali espedienti educativi e punitivi sono già presenti, noi attendiamo di arrivare in cima alla classifica per prendere provvedimenti?

Ss
Ss
5 mesi fa

Non è niente.Sono gli effetti di telefonino,alcool ,guida veloce,guida inesperta e aggiungerei covid e vaccino.Capre!