Attualità

Errato conferimento del secco residuo: arrivano i controlli e fioccano le prime multe

La Redazione
Errato conferimento del secco residuo: arrivano i controlli e fioccano le prime multe
La Sanb: «Ora preferiamo dialogare con l'utenza, ma non escludiamo un numero maggiore di contravvenzioni. Ci aspettiamo miglioramenti entro un mese»
23 commenti 9702

Ogni giovedì sera cumuli di buste di rifiuti indifferenziati riempiono i marciapiedi accanto ai portoni di condomìni e palazzi. È quello, infatti, il giorno in cui si espone e si ritira il secco residuo. Non tutti i cittadini, però, effettuano correttamente la selezione di questi rifiuti. «Dovrebbero esserci soltanto piccoli sacchetti perché la busta del secco dovrebbe essere riempita soltanto da quei rifiuti non differenziabili» fa sapere la Sanb, l'azienda che si occupa della raccolta dell'immondizia. «Invece abbiamo assistito a molti conferimenti massivi, mischiati con carta, vetro, plastica tutto in una busta. C'è chi approfitta del giovedì per buttare tutto quello che rimane in casa».

nn

Da un mese a questa parte, però, sono partiti i controlli per correggere questa e altre cattive abitudini, come la mancata esposizione dei mastelli, sostituiti da comuni buste di plastica. Ogni giovedì in tre – un ispettore dell'igiene della Sanb, un agente della polizia locale e un componente delle Guardie Ambientali d'Italia (con i quali è in piedi una collaborazione) scelgono una zona della città e analizzano i sacchetti dei rifiuti. Il cattivo conferimento rappresenta una violazione amministrativa che può essere punita con una contravvenzione. «Ne abbiamo elevate diverse nel corso di questo mese di controlli – spiega il comandante della polizia locale, Giuseppe Loiodice – anche se siamo orientati a sensibilizzare e prevenire più che punire. La zona con più criticità? Quella di via Sant'Elia». 

nn

«Il nostro primo obiettivo – confermano dalla Sanb – è far salire di qualità della raccolta differenziata. Ci sarà una gradualità degli interventi di controllo che continueranno anche nei prossimi mesi. Per il momento stiamo preferendo il dialogo con l'utenza, ma non escludiamo un numero maggiore di contravvenzioni». Molto spesso, infatti, vengono affissi degli avvisi di cortesia per avvisare i condomini che, una nuova infrazione, sarà punita con una multa e, nel caso in cui non si riuscisse a risalire al proprietario della busta incriminata, sarà l'amministratore di condominio a intervenire, magari ripartendo la multa tra tutti i condomini. «Collateralmente abbiamo messo in campo diverse iniziative per contrastare il fenomeno – conclude la Sanb – in linea con gli sforzi che Sanb ha fatto nell'ultimo anno e mezzo: abbiamo formato internamente ispettori all'igiene, diffuso materiale informativo, abilitato un numero Whatsapp attivo sette giorni su sette per le segnalazioni. Ci aspettiamo un miglioramento già a distanza di un mese».

n

mercoledì 29 Dicembre 2021

(modifica il 2 Agosto 2022, 23:14)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
23 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Fc
Fc
7 mesi fa

Il normale che diventa straordinario. L’operazione di controllo doveva essere attivo nello stesso momento che è iniziata la raccolta differenziata. Speriamo che non sfugga che nei viali di campagna ci sono rifiuti di tutti i tipi abbandonati e mai raccolti, compreso una quantità elevata di sversamento di olio sulla strada.

giovanni de rossi
giovanni de rossi
7 mesi fa

innanzitutto per il decoro e l'igiene dei marciapiedi sarebbe obbligatorio esporre i mastelli fuori in strada, altrimenti che senso avrebbe avuto distribuirli. in questo modo sarebbe tutto più semplice non ci sarebbero cataste di buste e cartoni dinanzi ai condomini ed inoltre sarebbe maggiormente identificabile il trasgressore.

M..C..
M..C..
7 mesi fa

Diciamola tutta la maggior parte dell'utenza rispetta le regole ..volevo ribadire che si era partiti con la distribuzione dei sacchetti per colore per selezionare i rifiuti e dei mastelli poi non più distribuiti dall' vecchia gestione A.S.I.P.U. siamo costretti ora a comprargli noi .

Clara
Clara
7 mesi fa

Finalmente…era ora! Solo così gli incivili dovranno pensarci bene prima di buttare senza differenziare

Stolfa Filomena
Stolfa Filomena
7 mesi fa

Io abito in via Egnazia e probabilmente accade ciò che hanno rilevato però volevo dirre solo una cosa. Io mi ritengo una cittadina modello nel senso che conferisco in maniera corretta i rifiuti però devo anche lamentarmi degli operatori della samb in quanto in molte occasione non hanno svuotato completamente a me e ad un altro inquilino del mio condominio il secchio che conteneva i rifiuti, nello specifico l'umido. In altre occasioni abbiamo trovato rifiuti a terra
Prontamente la mattina successiva ho telefonato agli uffici della samb lamentando questa inefficienza e devo dire che al rientro a casa il problema era stato risolto. Ci vuole un po' di senso civico in più vada parte di tutti anche dagli operatori

Marianna S.
Marianna S.
7 mesi fa

Provateci voi a conferire la plastica nei mastelli. Chi non ha il tempo di andare al punto di raccolta sanb, spesso raccoglie un sacco da 90l minimo in meno di una settimana. Il mastello non copre nemmeno il 50% del fabbisogno. Ditelo questo agli ispettori. Io pago un servizio, è un mio dovere differenziare, è un mio diritto avere un servizio all'altezza delle mie necessità. Forse forse si dovrebbero rivedere un po' di cose nell'organizzazione oltre che nelle cattive abitudini dei cittadini.

Xxx
Xxx
7 mesi fa

Speriamo che la legge sia uguale per tutti soprattutto per chi in via mereu, via Cassia, e vie vicine non si sogna nemmeno di fare la differenziata!!!!!

Angela  Mazzilli Ventura-Corato
Angela Mazzilli Ventura-Corato
7 mesi fa

C'è una/UNA sola parola che descrive (assai bene !!!) chi non si prende cura e non protegge la Natura/la PROPRIA città : DEFICIENTE !!! ????

gl
gl
7 mesi fa

io abito quasi in centro e molto spesso ho trovato spazzatura gettata da altri nei giorni non previsti proprio accanto al portone. oppure (registrato con una telecamera segnalata ma purtroppo non sono riuscita a prendere la targa) hanno lanciato (nel vero senso della parola) la loro busta contro il mio portone. quindi la zona critica non è soltanto quella di via sant'elia ma l'inciviltà è ben distribuita ovunque. e per quanto riguarda gli appositi cestini, quando 4 anni fa mi sono ri-trasferita a corato, l'asipu già non aveva più niente e sono stata costretta a comprarli e la distribuzione degli appositi cestini era praticamente agli inizi. probabilmente perchè molti ne avevano presi più del previsto

victor
victor
7 mesi fa

La Sanb per le cacche dei cani,non prende nessuna misura ??

È io pago…

franco
franco
7 mesi fa

è cosa buona e giusta fare ispezioni da parte della SANB! Ma come scrive Fc perchè non controllare tutto il perimetro della città, campagne incluse? e non parliamo nemmeno della CORATO/TRANI che a metà percorso prima della AUTOSTRADA ( a dex) vi si trova di tutto ma proprio di tutto e trattandosi del senso di circolazione a dx, scendendo, è più che probabile essere un bel nutrito gruppo di abitanti della nostra città…a scaricarsi della monnezza e quant'altro di rifiuti- o no?

Anni60
Anni60
7 mesi fa

Io abito in un condominio di 13 inquilini abbiamo un marciapiede piccolo..mi dite voi se tutti portiamo i mastelli dove li mettiamo? Occuperemmo tutto il marciapiedi …e poi la mattina bisogna riprenderli….in mezzo alla strada…sarebbe opportuno che venissero messi dei contenitori grandi dal personale nel tardo pomeriggio , gli inquilini svuoterebbero i rifiuti e la notte verrebbero svuotati …e nn avremmo così più cataste di buste sui marciapiedi

Vincenzo22
Vincenzo22
7 mesi fa

Ma perché non mettete i bidoni per la differenziata in ogni quartiere come fanno in alcuni paesi limitrofi dove la situazione va decisamente meglio?a chi fate la multa se le persone non scendono i bidoni con il cognome?a babbo natale? O alla Befana?

Gaia
Gaia
7 mesi fa

Tra poco la mondizza ce la mangeremo ne sono sicura ma non avete altro da fare per esempio se una persona anziana che non sta bene deve stare a pensare alla raccolta differenziata e poi la gente si è stancata che facendo la differenziata non ci ammaleremo oppure non moriremo ma per piacere eliminate questa differenziata

Il grillo parlante
Il grillo parlante
7 mesi fa

Gaia… consiglio… torna subito a scuola…. hai bisogno di un rinforzo in grammatica e pure in educazione civica… poveri noi…

io
io
7 mesi fa

Piccoli centri di raccolta di quartiere dove, a piedi (non tutti hanno la macchina) e ogni giorno, si può conferire. In altri paesi funziona benissimo. Ora, con le multe, davvero assisteremo all'abbandono selvaggio per strade e campagne.

Pinocchio
Pinocchio
7 mesi fa

Il nostro illustrissimo signor Sindaco NON ha i soldi per tapoare le voragini però lli trova per la polizia ambientale.
Bo?

Pinocchio
Pinocchio
7 mesi fa

Il nostro illustrissimo signor Sindaco NON ha i soldi per tapoare le voragini però lli trova per la polizia ambientale.
Bo?

victor
victor
7 mesi fa

Questa è solo una strategia per indurre le persone a sbarazzarsi dell' immondizia per le vie della campagna. In questo modo loro incassano soldi, è i poveri proprietari di terreni devono smaltire l'immondizia.
Ormai le campagne sono discariche a cielo aperto.

Complimenti allo stratega 10/ 10

Il grillo parlante
Il grillo parlante
7 mesi fa

Cara Gaia, confermo convintamente… vai al più PRESTO a seguire un corso di grammatica… ogni tanto, un punto o una virgola… si mettono (NOTIZIONA di fine anno) soprattutto se si scrivono i “papiri”… poveri noi… che peccato…

Ss
Ss
7 mesi fa

Ecco ,leggendo il commento di Gaia,comprendiamo perche’siamo finiti in un ginepraio senza fine.Vogliamo sconfiggere il covid??????Ma se le capre umane non riescono a fare una semplice raccolta differenziata e buttano ancora le carte dai finestrini.Spero lei non abbia figli
.Pessimo esempio di donna.E capra.Le do’ragione.Solo sulle siepi altissime e
Pericolose.

Nicol Marcone
Nicol Marcone
7 mesi fa

Facciamo la differenziata come dio comanda e le bollette sono salatissime se facciamo la differenziata dovremmo pagare di meno

Savinomalcangi.80@gmail.com
Savinomalcangi.80@gmail.com
7 mesi fa

Quanda PRFSSUR