Politica

Consiglio comunale: approvato il nuovo regolamento Ztl e lo schema del Rec

La Redazione
È ammessa la partecipazione dei cittadini, soltanto ai primi 25 in possesso di certificazione verde Covid-19 che per primi hanno comunicato tale volontà via email
scrivi un commento 2261

Oggi alle 15.30 si torna nella sala consiliare di Palazzo di città per il consiglio comunale. Numerosi i punti all'ordine del giorno, tra i quali il Regolamento Edilizio Comunale e il Regolamento degli accessi alla zona a traffico limitato del centro storico e del corso. È ammessa la partecipazione dei cittadini, soltanto ai primi 25 in possesso di certificazione verde Covid-19 che per primi hanno comunicato tale volontà via email. La seduta è comunque trasmessa via streaming dal Comune anche sulla pagina Facebook di CoratoLive.it. Sul nostro portale anche la diretta testuale.

Questi i punti all'ordine del giorno:

1.    Ratifica di deliberazione di Giunta Comunale n. 214 del 02/12/2021 avente ad oggetto: "Attività di contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti nel triennio 2020/2022" – Approvazione degli atti progettuali a valere sui fondi  per la sicurezza urbana, di cui all'art. 1 comma 540 Legge 160/2019 e variazione in via d'urgenza ai sensi dell'art. 175 D. Lgs. 267/2000.

2.    Conferimento Cittadinanza Onoraria al "Milite Ignoto – Medaglia d'oro al valor militare".

3.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dalla sentenza n. 147/2021 resa dalla Terza Sezione del T.A.R. Puglia – Bari a conclusione del giudizio amministrativo contrassegnato al n. 168/2021 R.R. proposto c/ Comune di Corato.

4.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dalla sentenza n. 70/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 262/19 R.G. proposto c/ Comune di Corato.

5.    Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dall'ordinanza giudiziale resa dal Tribunale di Trani – Sezione Lavoro in data 23.04.2021, a conciliazione della causa di lavoro contrassegnata al n. 7257/2015 R.G. Lav. proposta c/ Comune di Corato.

6.    Decreto Legislativo n. 267 del  18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 1413/2021 resa dal Tribunale di Trani – Sezione Lavoro a conclusione della causa di lavoro contrassegnata al nr. 2512/2020 R.G. proposta c/ Comune di Corato.

7.    Approvazione prima variazione al Programma Biennale degli Acquisti di Beni e Servizi 2021-2022 ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs. n. 50/2016.

8.    Revisione periodica delle partecipazioni pubbliche al 31/12/2020, ai sensi dell'art. 20 D.Lgs. n.175/2016.

9.    Progetto di salvaguardia idraulica dell'abitato – IV Stralcio. Approvazione del progetto definitivo costituente adozione di variante urbanistica al PRG ed apposizione di vincolo preordinato all'esproprio.

10.    Censimento tramite catasto dei soprassuoli già percorsi dal fuoco, ai sensi della Legge n. 353 del 21.11.2000 art. 10 comma 2. Aggiornamento procedura con incendi sino al 31.12.2020. Approvazione degli elenchi definitivi e relative perimetrazioni.

11.    Adeguamento del Regolamento Edilizio Comunale allo Schema di Regolamento Edilizio tipo di cui all'Accordo Conferenza Unificata del 20.10.2016 n. 125 CU, come recepito dalla Regione Puglia con DGR n. 554/2017, DGR n. 648/2017, DGR 2250/2017, L.R. n. 11/2017 e L.R. n. 46/2017. Adozione ai sensi dell'art. 3 della L.R. 3/2009.

12.    Approvazione Regolamento accessi alla zona a traffico limitato (ZTL) del Centro Storico e dei Corsi Cittadini controllati da varchi elettronici.

13.    Regolamento per lo svolgimento in modalità telematica del C.C. e Commissioni Consiliari. Approvazione.
   
14.    Regolamento per la celebrazione dei Matrimoni Civili e delle Unioni Civili – Approvazione.

La diretta video

La diretta testuale

Ore 16.10. Comincia il consiglio comunale. Assenti Perrone, Bucci (Direzione Corato), Michele Bovino (Nuova Umanità), Carminetti (Italia in Comune).

Ore 16.17. Intervento del consigliere Tambone (Rimettiamo in Moto la Città) sulla legge di bilancio in corso di discussione dal Governo che favorirebbe – secondo quanto detto da Tambone – le disuguaglianze territoriali. 

Ore 16.23. Mascoli: «Insisto nel chiedere un consiglio monotematico sulla sanità. Faccio presente che è stato ridotto il numero di giorni (da 4 a 2) dedicati alle vaccinazioni obbligatorie per i bambini (quindi no Covid). In questo modo si rischia di paralizzare il mondo scuola perché senza questi vaccini i bambini non potrebbero entrare negli istituti. (L'ospedale di) Corato esiste. È scandaloso che non si sia riuscito a risolvere il problema dei locali di neuropsichiatria infantile. Un documento dice che quei locali non sono a norma. Mi rendo conto che non è l'amministrazione comunale che deve risolvere questi problemi ma la Regione. Per questo insisto nel convocare un consiglio monotematico. Ho letto di una sentenza di risarcimento danni del Comune in favore di un cittadino ferito a causa del manto stradale danneggiato dai lavori della Telecom. Pagherà Telecom?». Mascoli ha anche sottolineato le precarie condizioni del ponte di via Ruvo, sottoponendo le foto all'assessore Sinisi.

Ore 16.32. Bovino: «Vorrei comunicare la missiva con la quale abbiamo sottolineato il mancato rispetto delle quote rosa da parte di questa amministrazione. Vorrei chiedere anche lumi sull'assegnazione di contributi alla stampa. Infine, dico a Mascoli. Avete convocato tre commissioni che si chiudono con la solita domanda: siete d'accordo sul consiglio monotematico sulla sanità? A questo punto chiedo anche io che si faccia. A proposito di Covid, mi preoccupa la ridotta attività del drive through in via Silvestri. Con questi numeri si rischia che nel giro di un mese, andiamo tutti in quarantena. Forse è necessario potenziarlo».

Ore 16.37. Salerno. Il governo ha proposto un grosso finanziamento dedicato all'edilizia scolastica. I bandi avranno scadenza tra l'8 e 28 febbraio. Cosa ha pensato di fare l'amministrazione in merito?

Ore 16.38. De Benedittis. Vi do qualche bella notizia. Il 24 dicembre sono stati pubblicati 3 bandi di concorso. Un risultato molto importante per il nostro Comune anche perché c'è molta richiesta di graduatorie. Oggi abbiamo deliberato altri concorsi per due geometri, per altri 2 posti di categoria C e 2 di categoria D (polizia locale). Altra notizia importante è la pubblicazione della graduatoria delle case popolari (bando 2016-2017) che era rimasta in sospesa. Era dal 2004 che non usciva una graduatoria aggiornata. La pubblicazione di questa graduatoria spalanca la strada a un nuovo bando per procedere alla nuova ulteriore graduatoria. Una risposta forte al fenomeno dell'occupazione abusiva degli appartamenti, favorita proprio dall'assenza di graduatorie. In risposta a Salerno: sulla scuola è da circa un anno che stiamo facendo grossi investimenti. Abbiamo partecipato a più di un bando per lavori di ripristino e riqualificazione (palestra Fornelli, scuola Luisa Piccarreta) e per la produzione di tutta una serie di certificazioni che mancavano. I bandi regionali che lei cita, stiamo individuando le situazioni di maggiore criticità (e sono tante). A tal proposito intervengo anche sulla questione delle strade. È stata affidata la progettazione ad uno studio di Bari e nei prossimi giorni porteremo il progetto in consiglio. In risposta a Bovino: sui fondi destinati alla stampa. La legge spinge gli enti locali a instaurare relazioni con gli organi di stampa per favorire la diffusione massima delle notizie legate all'attività amministrativa e la visibilità del territorio. Abbiamo fatto un avviso pubblico e individuato, in base alle risposte che abbiamo ricevuto, le testate giornalistiche del nostro territorio che hanno risposto all'avviso pubblico. Il nostro obiettivo è quello di dare riscontro a tutto e a tutti, senza nessun pregiudizio. In risposta a Mascoli: ringrazio per aver sottolineato le criticità del nostro sistema sanitario. L'hub vaccinale è stato rinforzato. Oggi è aperto tutti i giorni dal lunedì al venerdì con mezza giornata il sabato. Queste le disposizioni regionali. Una parte del personale sanitario (compreso quello per le vaccinazioni esantematiche) viene spostato negli hub covid, oltre alla cronica carenza di medici. Settimana prossima in regione ho un incontro dove ricorderò l'importanza delle vaccinazioni ai bambini. Sull'ospedale: si muovono cose importanti. C'è stato il bando di concorso per il pronto soccorso al quale hanno partecipato 4 persone. Corato ne avrà 1. Si è proceduto anche alla nomina del primario facente funzioni di chirurgia, il dottor Stefano Camporeale che porta al ripristino del reparto di chirurgia generale. Per l'ortopedia è arrivato il dottor Callari più due chirurghi. Tre nuovi arrivi in ginecologia ed è stata completata l'area covid pediatrica che consentirà al reparto di operare a pieno regime. Dobbiamo intervenire su molti altri versanti come la ristrutturazione delle sale parto. La neuropsichiatria infantile versa in uno stato difficile. Abbiamo ottenuto un sopralluogo per individuare una sede per quei reparti e per altri. Sono in arrivo anche 8 posti di terapia intensiva in ospedale.

Ore 17.08. Bovino: lei non ha risposto ad alcune domande. Questo denota una mancanza di conoscenza del ruolo dell'amministratore. L'assenza delle quote rosa potrebbe avere ripercussioni negative. Per quanto riguarda la situazione del drive through è al limite. Gli altri paesi sono in attività 7 giorni su 7, qui solo 2. Sulla questione sanità so che la situazione è molto grave . La invito a rimanere sul pezzo. 

Ore 17.15. Primo punto all'ordine del giorno. Ratifica di deliberazione di Giunta Comunale n. 214 del 02/12/2021 avente ad oggetto: "Attività di contrasto della vendita e dello spaccio di sostanze stupefacenti nel triennio 2020/2022" – Approvazione degli atti progettuali a valere sui fondi  per la sicurezza urbana, di cui all'art. 1 comma 540 Legge 160/2019 e variazione in via d'urgenza ai sensi dell'art. 175 D. Lgs. 267/2000.

Muggeo: Il comitato per l'ordine e la sicurezza ha valutato positivamente il progetto presentato dalla polizia locale ed è stato finanziato. Si tratta dell'implementazione di nuove telecamere.

Votazione: 19 voti favorevoli, punto approvato. I consiglieri di Direzione Corato hanno staccato la scheda e risultano assenti.

Ore 17.21. Secondo punto. Conferimento Cittadinanza Onoraria al "Milite Ignoto – Medaglia d'oro al valor militare". Dopo la relazione di Colonna e l'intervento del sindaco De Benedittis si procede alla votazione. 

Votazione: 21 voti favorevoli, punto approvato all'unanimità.

Ore 17.40. Terzo punto.  Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dalla sentenza n. 147/2021 resa dalla Terza Sezione del T.A.R. Puglia – Bari a conclusione del giudizio amministrativo contrassegnato al n. 168/2021 R.R. proposto c/ Comune di Corato.

Salerno: Ritengo che questa situazione qui sia incancrenita da tanto. Dovrebbe trattarsi di una quota parte di via Zanardelli, prospicente all'ingresso del campo sportivo. Gli abitanti di quella zona vivevano una situazione tragica. La strada non veniva manutenuta. Fermo restando la questione tecnica, inviterei Sinisi a dare seria importanza a questa situazione. La cosa che mi sembra strana è come in questo corpo di delibera manchi la relazione dell'ufficio patrimonio e non capisco perché il Comune non si sia costituito in giudizio. 

Bucci: La costituzione in giudizio passa dal parere degli uffici. Nel merito è superata dalla sentenza che ormai ha posto un punto fermo sulla diatriba. Salerno: Lei risponde in base agli atti a sua disposizione ma mancano elementi per poter valutare la pratica. Io annuncio la mia astensione come quella del mio gruppo.

Votazione: 19 voti favorevoli e 2 astenuti (Salerno e Diaferia), punto approvato.

Ore 17.50. Quarto punto. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dalla sentenza n. 70/2021 resa dal Giudice di Pace di Corato a conclusione del giudizio civile n. 262/19 R.G. proposto c/ Comune di Corato.

Bucci: In questo caso si parla della sentenza citata prima da Mascoli. La Telecom era già parte del giudizio ma il giudice ha condannato solo il Comune.

Votazione: 21 voti favorevoli, punto approvato all'unanimità.

Ore 17.54. Quinto punto. Decreto Legislativo n. 267 del 18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità del debito fuori bilancio, derivante dall'ordinanza giudiziale resa dal Tribunale di Trani – Sezione Lavoro in data 23.04.2021, a conciliazione della causa di lavoro contrassegnata al n. 7257/2015 R.G. Lav. proposta c/ Comune di Corato.

Muggeo: Stiamo parlando di un ricorso fatto da un ex dipendente del Comune che chiedeva risarcimento ad una malattia contratta a causa di servizio. Fu nominato il Ctu per la perizia e inizialmente l'importo individuato era corposo. È stata accettata una conciliazione. 

Salerno: Non conosco il nome della persona interessata. Possibile che, dopo la proposta dell'avvocato difensore del Comune, la giunta si sia assunta la responsabilità di un atto transattivo di una somma notevole, su una valutazione da parte del ctu. Ritengo, è mai possibile che la somma possa assumersi una responsabilità del genere senza conoscere il risultato finale della controversia? 

Muggeo: Va fatta una precisazione. La proposta è stata fatta dal giudice, non dall'avvocato di parte. L'avvocato di parte l'ha accettata per evitare più gravi ripercussioni dal punto di vista economico. Il concetto è stato ribadito dai consiglieri Colonna e Arsale. 

Votazione: 16 voti favorevoli, 2 astenuti (Salerno e Diaferia) punto approvato. Tre consiglieri risultano assenti.

Ore 18.10. Sesto punto. Decreto Legislativo n. 267 del  18.8.2000, art. 194 comma 1 lett. a). Riconoscimento di legittimità debito fuori bilancio derivante dalla sentenza n. 1413/2021 resa dal Tribunale di Trani – Sezione Lavoro a conclusione della causa di lavoro contrassegnata al nr. 2512/2020 R.G. proposta c/ Comune di Corato.

Votazione: 17 voti favorevoli, punto approvato all'unanimità. Quattro consiglieri risultano assenti.

Ore 18.16. Il consiglio comunale si sospende per 15 minuti.

Ore 18.41. Settimo punto. Approvazione prima variazione al Programma Biennale degli Acquisti di Beni e Servizi 2021-2022 ai sensi dell'art. 21 del D.Lgs. n. 50/2016. 

Sinisi: Il provvedimento riguarda proprio le postazioni non funzionanti della sala consiliare. Da domani fino alla fine dell'anno saranno predisposti gli interventi per il rifacimento di tutto il sistema elettronico della sala consiliare per un importo di 80mila euro.

Votazione: 19 voti favorevoli, punto approvato all'unanimità. Due consiglieri risultano assenti.

Ore 18.49. Ottavo punto. Revisione periodica delle partecipazioni pubbliche al 31/12/2020, ai sensi dell'art. 20 D.Lgs. n.175/2016.

Muggeo: Parliamo di un adempimento tecnico che le amministrazioni devono fare entro il 31 dicembre e riguarda le partecipate. A proposito, per quanto riguarda la SiXt domani avverà il passaggio delle quote dal vecchio al nuovo socio privato. 

Bovino: Secondo quanto emerso dalle commissioni, non si può non mettere in risalto la situazione raccapricciante che l'Asipu mette nel bilancio del Comune. In base agli atti vanno fatte delle considerazioni. Innanzitutto è necessario provvedere ad un consiglio monotematico su Asipu. Ad oggi non sappiamo che ne sarà dell'Asipu, la quantificazione dei rapporti con Sanb e quanti debiti fuori bilanci dobbiamo ancora pagare

Mascoli chiede un parere tecnico al segretario comunale su alcune domande Nel 2020 il commissario prefettizio ha affidato i servizi Asipu assumendosi i poteri del consiglio comunale. Nel 2021 l'amministrazione ha fatto la stessa cosa con un provvedimento di giunta. Chi ha sbagliato? Si continua ad affidare ad Asipu servizi esterni d'urgenza che, non avendo più dipendenti, subappalta. È possibile farlo? Esistono per questi servizi la copertura di bilancio? Rischiamo di ritrovarci altri debiti fuori bilancio? Tenere in vita Asipu costa. Che senso ha utilizzare Asipu per subappaltare servizi a terzi?

Il segretario comunale chiede qualche giorno per rispondere alle domande.

Muggeo a Bovino: I debiti fuori bilancio che sono passati dal consiglio riguardano periodi pregressi. Da quando ci siamo insediati, gli affidamenti fatti all'Asipu sono legittimi. Ad Asipu sono stati affidati i servizi complementari rimasti. * L'Asipu al momento è un contenitore vuoto. Sta all'amministratore unico capire cosa fare ma ci interessa relativamente. Dobbiamo definire meglio i rapporti con Sanb e capire quello che è stato fatto.

D'Introno: Come ha già detto Muggeo, si tratta di un adempimento tecnico ma devo condividere le preoccupazioni sollevate da Bovino e Mascoli. Non si può sottacere a quanto documentato dai revisori dell'ente e da quelli del Comune. Al 2020 la situazione dell'Asipu è la seguente: bilancio in perdita di 450mila euro. Debiti superiori ai crediti. Probabile presenza di ulteriori debiti fuori bilancio. È emerso che in approvazione del bilancio 2020 il consiglio uscente non ha allegato adempimenti obbligatori. Dato quanto emerso e quanto emergerà, deve essere urgentemente convocato un consiglio monotematico. Non possiamo più aspettare. Anche Tarantini chiede un consiglio monotematico. *

Salerno: Io fino a prima dell'esposizione del consigliere Mascoli dovevo complimentarmi per la maturità con cui è stata affrontata la tematica. Un'azienda che può operare per conto del Comune non è un vantaggio solo per il Comune. In passato abbiamo sempre avuto i complimenti per il lavoro svolto da Asipu. Certe considerazioni lasciamole a un consiglio monotematico.

Bovino: I rapporti con Sanb siete invitati anche voi a regolarizzarli in un tempo repentino. Qui si tratta di aspettare ancora mesi. Non avete responsabilità di prendere una decisione. Manca un ufficio preposto ai rapporti con le partecipate perché le problematiche dell'Asipu sono le stesse della SiXt. Bovino annuncia voto contrario.

Arsale: Abbiamo discusso per il 50% del tempo dei consigli comunale dell'Asipu, oggi emerge che la maggior parte dei consiglieri è favorevole ad un rilancio dell'Asipu. Le possibilità di rilancio sono enormi ma è chiaro che ci vuole del tempo, un ragionamento che può essere affrontato con un consiglio monotematico. Anche noi come amministratori possiamo avanzare delle proposte per il bene comune.

D'Introno: Condivido le parole di Arsale. Come amministratori possiamo dare dei suggerimenti ma non avendo elementi e documenti per poterci esprimere diventa difficile. Oggi, il Pd non può esprimere un parere.

Dirigente Leone: In questa sede stiamo semplicemente prendendo atto di un disposto normativo che in maniera asettica ci impone di verificare che le partecipate abbiano requisiti affinché queste possano essere mantenute. Nel caso di Asipu, nonostante la crisi di tipo straordinario che non deriva da una gestione corrente, i requisiti ci sono. La vostra decisione deve anche tener conto che la liquidazioni può essere dolorosa e lunga. 

De Benedittis: Ho sentito a più riprese tirare in ballo l'amministrazione De Benedittis su debiti fuori bilancio o gestione dell'Asipu. L'amministrazione De Benedittis oggi si fa garante della messa in sicurezza dell'ente. È troppo facile dire voto contro. Se vogliamo bene alla città dobbiamo mettere insieme la necessità di tutelare l'ente e il diritto del consiglio comunale di essere sereno. Vanno utilizzati i tempi necessari. I salti in avanti non hanno senso. Rispondo a Mascoli: la proroga dei servizi ad Asipu è una mia responsabilità. Nel momento in cui il quadro generale sarà noto si potrà ponderare, pensare e scegliere. Il rapporto con Sanb è in via di definizione. Stiamo riprendendo con Sanb la questione del conferimento del ramo d'azienda, dicendo a Sanb hai preso il buono, riprenditi un po' dei debiti. Oggi, nessuno di noi può sapere come finirà questa trattativa. Oggi la necessità è garantire i servizi, mettere in sicurezza l'azienda e dare al consiglio la possibilità di scegliere. Creiamo le condizioni per decidere domani ma dateci il tempo per capire quali possibilità ci sono. Se la trattativa con Sanb va in porto il discorso cambia. Così come quella posizione debitoria va gestita nel miglior modo possibile. Se oggi dichiaro il fallimento dell'Asipu, quei debiti finiscono contro il Comune di Corato. Oggi decidiamo semplicemente di mantenere la nostra partecipazione all'interno della società. 

Votazione: 18 voti favorevoli, un voto contrario (Bovino) e due astenuti (Mascoli e Malcangi). Punto approvato

Ore 20.44. Nono punto. Progetto di salvaguardia idraulica dell'abitato – IV Stralcio. Approvazione del progetto definitivo costituente adozione di variante urbanistica al PRG ed apposizione di vincolo preordinato all'esproprio.

Sinisi e Di Bari: Stiamo parlando di un intervento su via lago Baione atta ad azzerare il rischio idrogeologico in quel pezzo di territorio e unisce due opere già fatte.

Salerno: Questo è un progetto che viene da lontano e finalmente lo vediamo realizzato. È un tratto a valle di una rete idrica che necessita di essere sistemato e fa parte di un progetto più ampio. Sollecito a guardare al pnrr per la pianificazione di operazioni a monte per liberare i vincoli a valle di diverse zone della città. Le operazioni fatte a valle hanno sì un valore ma il valore precipuo è fatto a monte. Inoltre sollecito di effettuare i giusti interventi in zona Maglioferro sulla vasca di laminazione per permettere di liberare dai vincoli Pai la zona artigianale. Segnalo anche un progetto esistente di salvaguardia dell'abitato per le acque sotterranee. 

Sinisi: Su questo argomento siamo già avanti. Abbiamo fatto un incontro a Bari con il sindaco per cercare di intercettare qualche fondo ma è necessario riperimetrare il territorio alla luce della realizzazione dell'opera della vasca di laminazione. 

De Benedittis: Confermo l'interlocuzione con asset. Abbiamo recuperato il progetto dell'ingegner Romanazzi. Stiamo completando le schede per gli interventi da proporre con la città metropolitana ai fondi pnrr. Vi terremo aggiornati.

Votazione: 21 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità

Ore 21.05. Decimo punto. Censimento tramite catasto dei soprassuoli già percorsi dal fuoco, ai sensi della Legge n. 353 del 21.11.2000 art. 10 comma 2. Aggiornamento procedura con incendi sino al 31.12.2020. Approvazione degli elenchi definitivi e relative perimetrazioni.

Votazione: 21 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità

Ore 21.06. Undicesimo punto. Adeguamento del Regolamento Edilizio Comunale allo Schema di Regolamento Edilizio tipo di cui all'Accordo Conferenza Unificata del 20.10.2016 n. 125 CU, come recepito dalla Regione Puglia con DGR n. 554/2017, DGR n. 648/2017, DGR 2250/2017, L.R. n. 11/2017 e L.R. n. 46/2017. Adozione ai sensi dell'art. 3 della L.R. 3/2009.

Varesano: Siamo ad un momento importante. Il regolamento edilizio vigente ha compiuto già 54 anni e si sta chiudendo un'era. Abbiamo fatto un lungo lavoro, poi interrotto, che abbiamo ripreso adottandolo alle norme vigenti. Con tutte le forze politiche siamo arrivati, oggi, ad un risultato importante che dà ai cittadini e ai professionisti uno strumento puntuale e aggiornato.

Arsale: Un lavoro che parte dalla bozza che ha presentato l'ufficio attraverso il dirigente Vendola. Un lavoro che parte da lontano che ho avuto l'onore di continuare. Ho voluto fortemente – nonostante qualche commissione in più – che tutte le forze politiche intervenissero alla redazione con le proposte. Ringrazio tutti i commissari che hanno partecipato e a tutti i consiglieri che parteciparanno alle votazioni. Forte la richiesta dai cittadini e tecnici per un nuovo regolamento. Ora speriamo che possa dare un nuovo volano alle attività che riguardano il regolamento edilizio.

D'Introno chiede se il testo è stato sottoposto agli ordini professionali interessati? Varesano: sì. Salerno propone tre emendamenti.

Vendola: Questo è un regolamento edilizio comunale che ha una base nazionale. Lo Stato, con le Regioni, hanno deciso di creare un blocco unico mentre nel nostro mondo è importante l'uniformità di lessico. Propongo di allegare due delle tre osservazioni fatte da Salerno al documento che presenterò all'ufficio igiene. Salerno è d'accordo con la proposta di Vendola. 

Si procederà con l'approvazione del regolamento complessivo visto che è in fase di adozione e non punto per punto.
Votazione: 21 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità

Ore 21.45. Dodicesimo punto. Approvazione Regolamento accessi alla zona a traffico limitato (ZTL) del Centro Storico e dei Corsi Cittadini controllati da varchi elettronici.

Comandante Loiodice: Sto apprezzando tanto il lavoro delle commissioni (quinta e sesta in questo caso ndr). Un regolamento che aveva bisogno di essere ammodernato anche in virtù dell'ampliamento della ztl con l'installazione dei varchi elettronici. Dopo l'approvazione adotteremo l'ordinanza specificia. Faremo in modo tale che la popolazione si abitui, per un mesetto, alla presenza dei nuovi varchi, senza sanzionare le violazioni. 

Colonna: Questo lavoro è un incipit del lavoro che verrà fatto prossimamente come l'adozione del Pums. 

Malcangi: Vi preannuncio che il nostro voto al regolamento così redatto sarà contrario. Ho più volte proposto in commissione la modifica delle fasce orarie a seconda delle stagioni e la sospensione della stessa in caso di pioggia e neve. Sono state rifiutate con motivazioni per noi non soddisfacenti. Le proposte erano atte a favorire le attività commerciali. Chiediamo che questo punto venga sospeso e riportato in commissione.

Colonna a Malcangi. Le fasce orarie e i periodi sono di competenza non del consiglio comunale ma di un atto di giunta. Quindi la proposta non può essere inserita nel regolamento. Riguardo la possibilità che le telecamere gestiscano l'attivazione in ztl a seconda delle condizioni atmosferiche, già in commissione Loizzo diceva che le telecamere attualmente in dotazione non hanno la tecnologia necessaria. Sarebbe, quindi, necessario comprare nuove telecamere.

Malcangi: Bisognerebbe aggiornare le tecnologie, perché è importante per il commercio cittadino.

Palmieri: Credo che ci sia la necessità di andare verso una cultura differente, con un centro storico completamente pedonale. D'Introno: Il futuro va verso la transizione ecologica. Mi faccio promotrice di una proposta: chiedo che cittadini ed esercenti decidano assieme all'amministrazione orari e gestione della ztl.

De Benedittis: Sulla questione ztl siamo indietro rispetto ai comuni limitrofi. Non abbiamo un'area pedonale h24 con un deperimento della qualità della vita. I cittadini mi chiedono di chiudere le strade del passeggio. Queste zone sono ad alto inquinamento. Ci sono negozi e marchi in città dove non ci sono aree con zona pedonale h24. Noi così ci stiamo tagliando fuori da un settore promettente dal punto di vista commerciale. 

Si vota la proposta di Malcangi di ritirare la votazione del punto in oggetto. Proposta bocciata. Si vota punto per punto. Tutti approvati da 20 consiglieri. Unici voti contrari di Malcangi. Regolamento approvato.

Ore 22.24. Tredicesimo punto. Regolamento per lo svolgimento in modalità telematica del C.C. e Commissioni Consiliari. Approvazione.

Colonna: Un regolamento che speriamo di non utilizzare ma necessario per disciplinare lo svolgimento di consiglio e commissioni in casi straordinari come quello che è accaduto in questi due anni. Di Bartolomeo: Questo punto va a braccetto con quello numero 7 in quanto sono stati finanziati gli strumenti per poter effettuare consigli e commissioni in via telematica.

Si vota per alzata di mano, punto per punto e elettronicamente per l'approvazione finale del regolamento. 21 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità. 

Ore 22.32. Quattordicesimo punto. Regolamento per la celebrazione dei Matrimoni Civili e delle Unioni Civili – Approvazione.

Si vota per alzata di mano, punto per punto e elettronicamente per l'approvazione finale del regolamento. 21 voti favorevoli. Punto approvato all'unanimità. 

De Benedittis: Auguro a tutti un buon 2022.

Ore 22.35. La seduta è sciolta

martedì 28 Dicembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti