Attualità

Nuovi mezzi in arrivo per la Sanb: «Miglioreranno la raccolta “porta a porta”»

La Redazione
Nuovi mezzi in arrivo per la Sanb: «Miglioreranno la raccolta "porta a porta"»
Sul versante operatori, dopo il bando dello scorso mese di ottobre, si attende nel 2022 l'espletamento della selezione pubblica per l'assunzione in pianta stabile di 79 unità
6 commenti 1638

Nuovi mezzi in arrivo per la Sanb s.p.a. – il gestore del servizio unitario di igiene urbana nei comuni di Bitonto, Corato, Molfetta, Ruvo di Puglia e Terlizzi avviato lo scorso anno a totale partecipazione e controllo pubblico – che potranno essere impiegati già nelle prossime settimane per il miglioramento della qualità e della efficienza della raccolta "porta a porta". Si tratta di 15 autocarri leggeri allestiti con attrezzatura a costipazione semplice indispensabili per tale tipo di raccolta già attuato con successo per quattro dei cinque Comuni e che dal prossimo sarà esteso anche al Comune di Bitonto.

I mezzi rivengono da un finanziamento regionale nell’ambito dell’Accordo di Programma Quadro Ambiente che ha inteso premiare l’avvio del servizio associato tra più Comuni, ritenuto funzionale alla realizzazione di economie di scala e ad una maggiore efficienza, voluto dalla legge regionale n.24/2012 e coerente con gli obiettivi del Codice dell’Ambiente. I Comuni scelsero sin dal 2014 di mettere insieme le loro esperienze e competenze mantenendo la gestione del servizio di igiene urbana nella forma internalizzata, ovvero della gestione diretta a mezzo di società in house, per una più immediata e flessibile capacità di adattamento alle esigenze pubbliche e per una maggiore garanzia di trasparenza e controllo della spesa.

Nei propositi dei Comuni dell’Aro e della Sanb, «l’introduzione di questi nuovi mezzi vuol segnare un passo importante verso l’attuazione di un serio programma di miglioramento della qualità della raccolta e della sicurezza degli operatori – spiega l'amministratore unico, avv. Nicola Roberto Toscano – anche in chiave di modernizzazione tecnologica ed eco-sostenibile e della riduzione e recupero dei rifiuti secondo le direttive comunitarie. Questo programma potrà a breve trovare nuova linfa anche nelle straordinarie opportunità del PNRR per cui i Comuni e l'Ager (l'Autorita Regionale per i rifiuti) si stanno già attivando».

Sul versante operatori, dopo il bando dello scorso mese di ottobre, si attende nel 2022 l’espletamento della selezione pubblica per l’assunzione in pianta stabile di 79 unità, in attuazione della scelta dell’attuale management di ridurre il ricorso al lavoro precario.

martedì 14 Dicembre 2021

(modifica il 23 Marzo 2022, 9:15)

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
M..C..
M..C..
6 mesi fa

Speriamo bene …sia per i neo assunti e sia per la SANB..che non faccia la fine dell'A .S.. I. P.U.

saponetta
saponetta
6 mesi fa

ah, se questo vuol dire che i mezzi saranno più silenziosi, che non correranno a 200km/h sull'estramurale disseminando il carico, che non distruggeranno i cassonetti nuovi ad ogni prelievo, che non sostituiranno cassonetti nuovi con alti ridotti a rottami, allora ben vengano!

Mario
Mario
6 mesi fa

DOVETE FARE PURE UN CORSO DI GIUDA AGLI AUTISTI CHE SFRECCIANO PER LE STRADE A TUTTA VELOCITÀ’, NON DANNO PRECEDENZA E GIUDANO CON I CELLULARI IN MANO. GRAZIE!

fc
fc
6 mesi fa

Questi della SANB a Corato possono fare quello che vogliono! provate a farlo a RUVO e poi vedete dove vi mandano. Dalle vergognose centri di raccolta, che più precisamente sarebbero delle discariche a cielo aperto, alla sporcizia che lasciano per strada quando fanno la cosiddetta raccolta porta a porta, per finire ai rifiuti mai raccolti in città come in periferia. Poi manderemo le foto delle guide spericolate e in controsenso. Assessore all'ambiente (se esiste sia l'assessore che l'ambiente a Corato) e la polizia locale nessuno ha da dichiarare qualcosa oppure non vedere mai niente?

io
io
6 mesi fa

Istruite gli operatori a fare bene il proprio lavoro, a non sfrecciare con i mezzi come se le strade fossero piste, grazie.
Inoltre, se possibile, prevedete mensilmente una giornata di bonifica delle strade extraurbane, posti dove i nostri luridi concittadini danno il meglio.
Grazie.

M.C.
M.C.
6 mesi fa

Purtroppo a volte non è colpa dell'operatore che vanno a tutta velocità..ma sono le zone che affidano troppo ampie quindi pochi operi devono svolgere un lavoro che va espletato da più unità la responsabilità è di chi effettua i turni. quindi impiegate più unità è il servizio sarà più efficace.