Attualità

La stazione è “cardio protetta”: installato il defibrillatore di Due mani per la vita

La Redazione
Nell'ambito del progetto di cardio-protezione patrocinato dal Comune di Corato sono state formate ben 82 persone che ora sono in grado di eseguire manovre di rianimazione cardiopolmonare BLS-D e di utilizzare un defibrillatore
2 commenti 492

È stato installato ieri nella stazione ferroviaria di Corato, un DAE – defibrillatore semi automatico esterno – ad uso pubblico che promette di rendere "cardio protetto" un luogo frequentato ogni giorno da centinaia di persone. A donare l'apparecchio è stata l'associazione no profit "Due mani per la vita – Corato" che, in questo modo, ha concluso il progetto di cardio-protezione patrocinato dal Comune di Corato e autorizzato da Ferrotramviaria-Ferrovie del Nord Barese.

Nell'ambito del progetto sono state formate ben 82 persone che ora sono in grado di eseguire manovre di rianimazione cardiopolmonare BLS-D e di utilizzare un defibrillatore. Tutti i corsi sono stati eseguiti nella sala verde del Comune e hanno visto la partecipazione di diverse figure professionali tra cui 4 dipendenti comunali, 6 agenti della polizia locale, 6 tra agenti della polizia di Stato e carabinieri, 6 tra guardie giurate di Vigilanza e Metronotte, 8 allenatori sportivi di diverse società sportive di calcio e pallavolo, 5 dipendenti di agenzie funebri e custodi del cimitero comunale, 8 studenti e 39 appartenenti a varie categorie commerciali e professionali.

«Le persone che hanno partecipato ai corsi sono state scelte perché, in qualche modo, hanno possibilità di intervenire subito in quanto le proprie attività si trovano nei pressi dei DAE pubblici ubicati nelle varie zone di Corato o, comunque, sono coloro che lavorando in giro per la città spesso intervengono per primi su qualsiasi tipo di incidente» commentano i componenti dell'associazione no profit "Due mani per la vita – Corato".

Fondamentale è ribadire l'importanza dei DAE. «Ci è capitato spesso di sentire frasi tipo “tutti questi defibrillatori a che servono?” e per noi è fondamentale rispondere a questa domanda» spiegano. «Come associazione non vendiamo defibrillatori o corsi, ma ci siamo prefissi di insegnare a chiunque ne avesse voglia, a poter aiutare chiunque abbia avuto un arresto cardiaco nell’attesa che giungano i soccorsi che per diversi motivi potrebbero avere tempi di intervento molto lunghi. Il fattore tempo in eventi del genere è fondamentale quindi noi riteniamo indispensabile che sempre più persone conoscano queste manovre di rianimazione».

Lo scopo dell'associazione è appunto «la formazione di personale (sanitario e non) all’uso dei DAE e alle manovre di rianimazione per evitare morti improvvise. La nostra è una associazione no profit» precisano. «I proventi ricavati dai corsi che abitualmente eseguiamo, detratti icosti per certificazioni e materiale didattico, vengono devoluti interamente in progetti di questo tipo. Ringraziamo quindi tutti coloro che hanno condiviso e continuano a condividere con noi questi ideali. Ringraziamo il Comune di Corato nella persona del sindaco e di tutta l’amministrazione comunale che ha abbracciato questo progetto per il quale ha concesso il patrocinio, ringraziamo Ferrotramviaria-Ferrovie del Nord Barese che ha subito autorizzato l’istallazione del DAE nei loro locali e – concludono – ringraziamo tutti i partecipanti ai corsi che hanno aderito e partecipato con grande interesse».

martedì 14 Dicembre 2021

Notifiche
Notifica di
guest
2 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Pendolare ESAURITO assai
Pendolare ESAURITO assai
6 mesi fa

e la tratta ferroviaria Corato/ Andria della BARI NORD/ Ferrotramviaria quando si inaugura ??? Campa cavallo che l'erba cresce… ????

Mandrake
Mandrake
6 mesi fa

Speriamo che a qualcuno non li viene il pridito???????? di rubarlo ……