Attualità

Vaccino anti covid ai bambini di 5-11 anni: le somministrazioni si faranno nelle scuole

La Redazione
Monitoraggio Covid scuole
​Nel corso di una riunione che si è tenuta questa mattina sulla vaccinazione pediatrica è stata individuata la scuola come luogo destinato alla vaccinazione
6 commenti 2307

Nel corso di una riunione che si è tenuta questa mattina sulla vaccinazione pediatrica (fascia 5-11 anni) con il direttore dell’Ufficio Scolastico Regionale Giuseppe Silipo, i rappresentanti del Dipartimento Politiche della Salute, della Cabina di Regia Covid e degli uffici scolastici provinciali è stata individuata la scuola come luogo destinato alla vaccinazione. Sono circa 244mila i bambini 5-11 anni che compongono la platea vaccinabile in Puglia.

nn

«La scuola è un luogo familiare e sicuro per i bambini e per i loro genitori, dotato di spazi idonei a gestire in modo ordinato una vaccinazione di massa come quella contro il covid. Per questa ragione abbiamo deciso di coinvolgere le istituzioni scolastiche nella campagna vaccinale che dal 16 dicembre si estenderà anche alla fascia di età tra i 5 e gli 11 anni. La scuola pugliese sarà ancora una volta una componente fondamentale della nostra comunità, accompagnando i bambini e le bambine insieme alle loro famiglie, in questo momento così importante per sconfiggere la pandemia. Ringrazio sin d’ora la scuola pugliese per l’aiuto che ci sta dando e per i suggerimenti che sempre migliorano le nostre decisioni». Lo dichiara il presidente della Regione Puglia Michele Emiliano con riferimento all’organizzazione della campagna vaccinale per la fascia di età dai 5 agli 11 anni.

nn

«Le scuole – aggiunge il presidente – affiancheranno il fondamentale e prezioso lavoro dei pediatri di famiglia, che potranno vaccinare anche nei loro studi medici, ai quali va pure il mio grazie più sentito. Per quanto riguarda invece i bambini dai 5 anni agli 11 anni con fragilità, metteremo a disposizione tutta la rete dei centri specialistici di cura affinché possano ricevere il vaccino anche in quelle sedi. Insomma, siamo al lavoro per rendere ai genitori e alle famiglie questo passaggio della vaccinazione dei più piccoli il più efficiente e agevole possibile con l’aiuto indispensabile dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl e della Protezione civile regionale».

nn

«La scuola pugliese è il luogo individuato per le vaccinazioni anticovid in età pediatrica – dichiara l’assessore all’Istruzione Sebastiano Leo – dopo la riunione di oggi gli istituti cominceranno a organizzarsi in modo tale da avere le prime scuole pronte a partire già dal 16 dicembre. Il sistema sanitario e di protezione civile darà il suo contributo all’organizzazione delle sedute vaccinali negli istituti che saranno individuati in concerto con gli uffici scolastici. Un'organizzazione che si avvarrà anche del supporto dei pediatri di libera scelta e dei Dipartimenti di prevenzione delle Asl. La scuola, per i bambini, è il luogo più familiare dopo la casa. Per questa ragione è stata scelta come sede per la campagna vaccinale tra i bambini in Puglia. La scelta è  stata determinata dalla necessità di farli sentire al sicuro,  protetti, di far vivere loro questa esperienza come se rientrasse nella routine. Tra le mura scolastiche i bambini e le loro famiglie trovano sicuramente una comfort zone e non sono sottoposti all'eventuale disagio che potrebbero vivere negli hub vaccinali. La scuola in tutto questo periodo si è dimostrata perfettamente all'altezza della condizione totalmente anomala che abbiamo vissuto a causa della pandemia. Siamo certi che costituisca il maggiore supporto alle famiglie e alla società».

nn

«I dettagli organizzativi di tutta la campagna vaccinale per la fascia di età 5-11 anni saranno al più presto raccolti in una circolare – dichiara il direttore del Dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro – alla quale seguirà una comunicazione istituzionale. Avremo cura di dedicare personale specializzato e già esperto di attività pediatriche».

n

venerdì 3 Dicembre 2021

(modifica il 3 Agosto 2022, 0:09)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Maria
Maria
8 mesi fa

E muoviamoci una buona volta, ancora a rilento con questo benedetto vaccino. Riempiamo i reparti di terapia intensiva?

saponetta
saponetta
8 mesi fa

AVANTI TUTTA !!! PRIMA CI FINIAMO PRIMA SI POTRA' RITORNARE (forse) AD UNA VITA NORMALE. Ma non ci sono alternative valide. quindi AVANTI TUTTA !!!

Libero pensatore
Libero pensatore
8 mesi fa

In un momento in cui c'è ancora grande divergenza di idea, anche tra i vari esperti, se sia opportuno o meno vaccinare i bambini in questa fascia di età, si parte già in pompa magna con le vaccinazioni di massa nelle scuole. Spero che almeno per i bambini ci sia possibilità di scelta, e che almeno non si ricorra ad attività di ricatto o intimidazione per sottoporre forzatamente i bambini alla vaccinazione. Personalmente nutro forti dubbi nell'inoculazione dei miei figli.

Antonino
Antonino
8 mesi fa

Sapone mi sa’che non hai capito nulla.Nessuno lo ha capito.Ma una volta fatto il vaccino si puo’diffondere suppongo.E quindi non ne usciamo più’.

C..,M.
C..,M.
8 mesi fa

Scusate ma la privacy dov, è? Si Schedano i bambini i non vaccinati e vaccinati,,? Ci sarà discriminazione..rivedete le regole??

Carlo
Carlo
8 mesi fa

i bambini sarebbe meglio non vaccinarli…..almeno per ora….pensateci…..gli adulti ok, ma i bimbi lasciateli stare ….altro che avanti tutta e pompa magna….ma che cavolo state dicendo…..genitori, osservate le regole base anticovid in maniera minuziosa, ma lasciate stare i bambini….e' troppo presto per inocularlo a loro…usate tutte le prcauzioni piuttosto….