Cronaca

Gli arresti dei carabinieri non si fermano: altri due giovani in manette per spaccio

La Redazione
Carabinieri in piazza Di Vagno
Secondo quanto trapela, entrambi sarebbero riconducibili allo stesso gruppo di cui facevano parte i quattro ragazzi arrestati in seguito alla rapina al fruttivendolo
6 commenti 10201

Dopo l'operazione dei giorni scorsi, le indagini delle forze dell'ordine mettono a segno un ulteriore colpo. Altri due giovani sono stati condotti in caserma e arrestati nel tardo pomeriggio di oggi dai carabinieri della locale Stazione e dai militari della sezione operativa di Molfetta. L'accusa nei loro confronti è di detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Uno dei due è stato condotto in carcere, mentre l'altro è stato collocato ai domiciliari. Secondo quanto trapela, entrambi sarebbero riconducibili allo stesso gruppo di cui facevano parte i quattro ragazzi arrestati in seguito alla rapina al fruttivendolo.

n

martedì 30 Novembre 2021

(modifica il 3 Agosto 2022, 0:17)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
6 Commenti
Vecchi
Nuovi Più votati
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti
Aldo
Aldo
8 mesi fa

Quindi una cerchia di gente di classe, dei gentlemen… Tutta gente che con il sacrificio del loro lavoro si barcamenavano per cercare di andare avanti e sbarcare il lunario… Un plauso a loro e a chi li fitti magazzini e appartamenti dove sostare e risiedere… Un vero plauso!

bau
bau
8 mesi fa

Mey dey

Gino
Gino
8 mesi fa

FINALMENTE QUALCOSA SI MUOVE A CORATO. E NON CI VOLEVA MICA TANTO…

Taken
Taken
8 mesi fa

Pulizia totale di queste persone che non vogliono lavorare. Più controlli e più sicurezza x corato grazie alle forze dell'ordine

Enzo
Enzo
8 mesi fa

Il problema a Corato non è lo spaccio…si spaccia in tutte le città del mondo.
Lo spaccio rappresenta per questi individui una forma di sostentamento …ora che li tolgono anche questo grazie al piffero che andranno a rubare e fare rapine.
La soluzione potrebbe essere quella di aiutarli in qualche modo offrendoli un lavoro o cose simile. Le forze dell' ordine dovrebbero accanirsi non tanto contro chi spaccia ma contro chi brucia le auto o fa esorsioni troppo facile cosi. Perché la vera malavita a Corato è più subdola non si vede : ci siamo mai chiesti se le auto che vengono bruciate appartengo a persone che hanno debiti con usurai o cose del genere?

Antonino
Antonino
8 mesi fa

Aprite le comunità.Queste ultime
Per costo alto non sono
Accessibili a tutti.Questa gente ha bisogno di disintossicarsi
E istruirsi.Solo così si
Puo’sconfiggere questo male di merda!